Lettere da Berlino (DVD)

Alone in Berlin

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Alone in Berlin
Regia: Vincet Perez
Paese: Gran Bretagna; Francia; Germania
Anno: 2016
Supporto: DVD
Salvato in 36 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 9,99 €)


A volte sono gli uomini più semplici a compiere i gesti più straordinari: storia (vera) di un uomo che sfidò Hitler con la forza delle parole

Presentato al Festival di Berlino 2016


«Accanto all'onorevole prestazione di Daniel Bruhl come ispettore, giganteggiano Emma Thompson ma soprattutto il massiccio e impenetrabile Brendan Gleeson.»La Repubblica

Berlino 1940. La città è paralizzata dalla paura. Otto e Anna Quangel sono una coppia appartenente alla classe operaia che vive in un appartamento malmesso e che cerca di stare alla larga dai guai durante la dominazione nazista. Quando il loro unico figlio viene ucciso al fronte, la perdita spinge Otto e Anna a compiere uno straordinario atto di resistenza e rivolta. Iniziano così a diffondere per tutta la città cartoline anonime contro il regime di Hitler, con il rischio concreto di essere scoperti e giustiziati.
5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manuela

    12/05/2020 16:33:07

    Un film molto toccante con due attori con la A maiuscola, Emma Thompson e Brendan Gleeson. E' ambientato nell'epoca del nazismo, una parte della storia che io non conoscevo e che purtroppo e' accaduta. E ' il racconto di una coppia di coniugi molto uniti che perdono il proprio figlio in guerra. Da quell'episodio la loro vita cambia e si ribellano al loro regime in una protesta molto silenziosa: incominciano a scrivere cartoline minacciose contro Hitler e invadono tutta la città di Berlino...Ne redigono circa 200, ma per un futile errore vengono smascherati...

  • User Icon

    Max Pax

    06/03/2020 12:03:48

    Decisamente coinvolgente, attori da calibro e film con pochi fronzoli. Una luce di ribellione nelle tenebre del terrore. Da riflettere la forza del singolo divenuta coppia con la moglie. Da vedere

  • User Icon

    Bookworm

    03/04/2019 17:47:10

    Di certo meno conosciuto rispetto ad altri film ambientati in epoca nazista, ma non per questo di fattura scadente. Anzi, con attori d'eccezione questo film narra dei retroscena della propaganda hitleriana in modo interessante e coinvolgente.

  • User Icon

    maria

    09/03/2019 12:02:11

    Questo film basato su una storia vera mi ha conquistato ed e' una delle opere , come la Rosa Bianca e Operazione Valkirya, che testimoniano una realtà' poco nota della seconda guerra mondiale: la Residenza di una minoranza della popolazione tedesca al nazismo che aveva avvolto la Germania dai primi anni Trenta. Una semplice coppia poco toccata dalla nuova realtà politica , ma che sprofonda nella consapevolezza quando il figlio muore nella campagna di Francia. Ed ecco che appare tutto chiaro che un baratro si sta aprendo e non si puo' rimanere inerti di fronte all'orrore. Film sempre valido in ogni Paese.

  • User Icon

    abelix

    22/09/2018 07:41:07

    Temevo che fosse l'ennesimo film sulla tragedia ebraica perché l'ho preso a scatola chiusa per il cast magnifico. E invece è un film duro ma che narra la vicenda di una coppia tedesca che si ribella e di colui che investiga sul caso. Ottima regia e interpretazione. Buona tensione, il film non è mai pesante nonostante il tema, triste e vero.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

Un thriller emozionale forte nei temi e potente nella storia

Trama
Berlino, 1940. All'indomani dell'occupazione di Parigi da parte delle truppe tedesche, una lettera della Wehrmacht notifica la morte del figlio di Otto e Anna Quangel sul fronte francese. Caduto per la patria e in nome del Führer, Hans era la bella ragione di vita di Otto e Anna che inconsolabili intraprendono una resistenza silenziosa con carta, penna e scrupolo. Munito di guanti per non lasciare impronte, Otto redige cartoline antinaziste che deposita in luoghi strategici con la speranza di risvegliare la coscienza tedesca e porre fine alla follia hitleriana. Assoldato l'ispettore della Gestapo Escherich, inizia una serrata caccia all'uomo. Prudenti e metodici, Otto e Anna riparano dietro una vita ordinaria e un condominio che rispecchia il momento storico, affollato di giusti, miserabili, ebrei che temono la delazione e delatori che non vedono loro di denunciare ebrei. Le stagioni intanto scorrono, la guerra tuona e la città è stremata dai bombardamenti e dal clima di diffidenza diffusa. Duecentoottantacinque cartoline dopo una tasca bucata tradisce Otto, che viene arrestato e processato con la consorte. La sentenza per entrambi è di morte.

  • Produzione: Eagle Pictures, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 103 min
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Emma Thompson Cover

    Figlia d'arte (il padre è l'attore inglese Eric Thompson e la madre l'attrice scozzese Phyllida Law), frequenta il Newnham College a Cambridge, dove entra nel gruppo teatrale Cambridge Footlights insieme a Hugh Laurie e Stephen Fry.Da quel momento parte la sua strepitosa carriera d'attrice e sceneggiatrice, che l'ha portata anche alla vittoria al Premio Oscar.Vive tra Londra e la contea scozzese di Argyll. Ricorda che il padre leggeva spesso a lei e alla sorella le storie di Beatrix Potter. Anche per questo ha deciso di scriverne una di suo pugno, pubblicata in Italia da Sperling & Kupfer nel 2012: Un'altra storia di Peter coniglio. Approfondisci
  • Brendan Gleeson Cover

    "Attore irlandese. Rinomato sui palcoscenici irlandesi e inglesi, non ha alcuna fretta di esordire sul grande schermo (nel 1990 in un piccolo ruolo ne Il campo di J. Sheridan). La collaborazione con registi irlandesi è particolarmente proficua (N. Jordan in Michael Collins, 1996, lo vuole come L. Tobin, anche se per un film tv aveva già impersonato l’eroe irlandese del titolo), ma si fa notare in produzioni hollywoodiane girate in loco (in particolare il braccio destro di William Wallace in Braveheart - Cuore impavido, 1995, di M. Gibson). A rivelarne la statura di protagonista è lo squinternato malavitoso de I dilettanti (1997) di P. Breadnach, ideale premessa, nella sua ironia, al gangster colto e sensibile in esilio dell’eccentrico noir In Bruges - La coscienza dell’assassino (2008) di... Approfondisci
Note legali