Le lettere di Berlicche

Clive S. Lewis

Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Edizione: 2
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 154 p.
  • EAN: 9788804670223
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna Rita

    02/09/2017 13:42:11

    Mi sono imbattuta in questo libro per caso, leggendo tanto e leggendo in giro. Lewis in questo libro usa una sorta di psicologia inversa, sbeffeggiando ciò che è il male ma rispettandolo in quanto vero e innalzando il bene prendendolo per vie traverse. Affronta la religiosità, la spiritualità in maniera minuziosa, delicata e ironica. Il Nemico è Dio e Nostro Padre Laggiù è Satana. Il nemico peggiore dell’uomo è se stesso ma molto spesso si trova un capro espiatorio che è il Diavolo, niente da togliere a quello che anche lui fa ma troppe volte si nascondono i propri atti incresciosi dietro un nemico delle volte immaginario. Troviamo la lode e la Gloria nelle parole che Berlicche (diavolo esperto) scrive tra le righe a Malacoda (suo discepolo) riguardo al “Nemico”, dedica lettere capaci di scuotere il cristiano religioso e quello addormentato. Lo scrittore indirizza il lettore in un vero proprio sentiero, parlando della Chiesa, dell’importanza (per il diavolo) di dirigere la malevolenza verso i vicini, verso il “corpo”, verso la religiosità assoluta. Non meno importanti sono le lettere in cui “riprende” l’essere umano parlando della sua incapacità di agire e della sua troppa capacità di giudicare e parlare a vanvera, della superbia e del pensiero che il tempo e il futuro sono nelle sue mani, pane per i denti di Berlicche e Malacoda. Infine lo incoraggia, sempre tra le righe, infonde coraggio nel rimanere saldi, nel rialzarsi, nell’affrontare le difficoltà e di non smarrirsi. C.S. Lewis è un grande scrittore per “Le cronache di Narnia” e per tante sue opere importanti, tra cui “Le lettere di Berlicche” che personalmente mi ha dato tanti spunti di vita quotidiana, ricercando il vero e tralasciando il superficiale.

Scrivi una recensione