Categorie

Maurizio Viroli

Editore: Laterza
Edizione: 2
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: XIV-144 p. , Brossura
  • EAN: 9788842098706
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    04/04/2016 12.17.12

    La preziosità del libro è in tutta la chiara scaltrezza, nel realismo di pagine rudi a scolpire come non molte altre il ghigno falso di un mondo ormai guasto in tutte le sue fessure. Allora elastici tesissimi di una fionda che lascia partire il sasso contro il potere, la rozza e odierna radiografia umana che all'anagrafe fa politica, il senso di un'etica autentica che, sotto i tacchi dell'Ego più intollerabile, modifica, storce, devia, confonde e uccide quel soffio di verità primaria, essenziale, che regge e sprona una possibilità di vita, di relazione sociale, di credito aperto al prossimo. Viroli qui mostra lo straccio logoro e nefasto che ha avvolto la miseria politica italiana negli ultimi due o tre o quattro decenni (le ondate sono sempre più lunghe dei perimetri nelle quali si vuol circoscriverle...). Un'analisi impietosa e macabra dell'animale umano, il servo nella sua ritrattistica peggiore, non quella - ahimè - decretata da leggi o da folli comandi di natura, ma quella germogliata dal miglior ossimoro possibile: la libertà. Cioè la calpestata libertà che si vende come indipendente e in verità è solo la servitù più sfacciata elevata alla massima potenza. Il berlusconismo nel suo suono più macabro, tirannico, nei suoi orridi gangli a pretendere obbedienza, inchino, nella sua grossolana sete di sopraffazione, e una giostra di schiene prone e signorsì a prescindere che, scavati in una serie di eventi e di spaccati, sono e rimarranno la patetica biografia di una storia politica e sociale italiana ormai consegnata al rifiuto di ogni speranza, di ogni fiducia. Al rifiuto...

  • User Icon

    gianni

    19/09/2013 14.33.37

    Un'analisi lucida e, diaciamolo, desolante dell'Italia degli ultimi vent'anni; para para a quella descritta da Machiavelli giusto cinque secoli fa. Un invito a educarsi alla libertà tramite la pratica della democrazia repubblicana. La libertà vera: non quella di plastica, da supermercato televisivo, ammannita da retori e bottegai demagoghi d'ogni risma.

Scrivi una recensione