Traduttore: R. Tappa, R. C. Stoppani
Editore: TEA
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 1370 p., Brossura
  • EAN: 9788850226764
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,18

€ 14,90

Risparmi € 3,72 (25%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 8,04

€ 14,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vittorio

    19/01/2017 14:49:47

    La Divina Commedia moderna...94 personaggi che si incastrano in un modo favoloso...una storia avvincente, un libro meraviglioso....Un'opera d'arte...un capolavoro assoluto!!

  • User Icon

    raffaele

    07/10/2016 10:34:55

    Una sola parola per definire questo libro: noia. Incredibilmente lungo, prolisso, a volte stucchevole. Centinaia di personaggi, storie al limite del verosimile, insomma un polentone interminabile che non vedi l'ora di finire per archiviarlo per sempre. Libro totalmente sbagliato da parte di questo autore che ci aveva abituato con il quinto giorno a qualcosa di sorprendente.

  • User Icon

    katia

    06/06/2016 14:53:07

    Non lascio mai libri a metà ma con questo ci sono andata vicino. Noioso, prolisso, con almeno la metà delle pagine del tutti inutili.

  • User Icon

    maraz

    07/01/2016 12:05:12

    avevo letto altri libri di Schatzing ma questo è stato il peggiore la parte di fanascienza è la più verosimile ... un susseguirsi di scene che sono un misto fra Superman e 007 talmente noiose e scontate che l'ho letto una pagina si e una no senza perdere minimamente il filo

  • User Icon

    Mr. Bukk

    22/01/2015 17:45:49

    Prologo: divoro romanzi da 1000 pag. ed ho amato Il Quinto Giorno tanto da leggerlo ben tre volte ma Limit ha tappato di brutto. Banale, scontato come un giallo mondadori, roba da fiera paesana: ecco gli ingredienti del romanzo pachidermici di Schatzing! Provengo dal tomo Drood di D. Simmons (5/5) quindi il peso non mi ha spaventato ma Limit è veramente stato creato male, immaginate una lavatrice in movimento al cui interno girano manuali di geopolitica (sono abbonato Limes quindi la materia la conosco), manuali su oil & gas, thriller da baracca, film americani anni ottanta, fantascienza hard e soft, Asimov e Clarke, Soylent Green e altra roba da Limiti dello Sviluppo dei vari geografi Ratzel Hubbert e Malthus. Ecco a voi Limit peso 12 kg dolore alle mani assicurato e una sequenza di banalità da cinepanettone fantasy. Epilogo: le energie alternative ci sono caro sig. Schatzing ma inventarsene una sulla Luna è come andare a prendere il petrolio su Alpha Centauri, antieconomico e rischioso. Meglio il caro amico Sole. Studia studia studia

  • User Icon

    Luciano

    15/11/2014 13:28:55

    Troppo lungo, si perde in descrizioni non necessarie per la trama, poteva essere scritto in la metà o meno delle pagine e sarebbe stato ottimo, così rimane interessante, ma si fatica a finirlo

  • User Icon

    EMILIANO VALENTINI

    28/07/2014 17:25:30

    Un libro molto coinvolgente, fantascientifico ma plausibilissimo. E la lunghezza, lungi dall'essere un handicap, è motivo di ulteriore coinvolgimento.

  • User Icon

    Giuseppe

    17/05/2014 11:37:33

    Uno dei libri più brutti che abbia mai letto. Troppo prolisso, troppo inconcludente, troppi personaggi, dei quali si fa continuamente fatica a ricordare nome, ruolo, storia. Una trama farraginosa più che articolata, e che riesce raramente ad avvincere o a risultare credibile. Avevo trovato affascinante "Il quinto giorno", e tanto mi ha spinto a leggere questo, che però più volte sono stato tentato di abbandonare (l'ultima volta a pagina 1071!). Ho finito il libro solo perchè me lo sono "imposto" ma non credo che leggerò altro di questo autore.

  • User Icon

    rob

    16/01/2014 09:07:13

    Notevole questo lavoro, forse per certi aspetti migliore del già ragguardevole "Il quinto giorno". Affascinanti, evocative e visionarie le pagine ambientate nello spazio, più scontate e banali quelle in cina e a berlino. La grande varietà umana degli ospiti di Julian poteva portare a un "dieci piccoli indiani" moderno, ma l'occasione è stata sprecata. Troppo lunga la parte cinese che poteva essere ridotta della metà. Alcuni personaggi sono un po' stucchevoli (Xin e per certi versi lo stesso Jericho), ma nel complesso funzionano. Tanto di cappello all'autore che per documentarsi su un romanzo così ampio deve aver fatto un lavoro improbo.

  • User Icon

    daniele

    13/12/2013 19:37:16

    Semplicemente strabordante!Lasciate stare o voi che ritenete le storie lunghe portatrici di problemi.Qui siamo di fronte ad un mostro che dopo "il quinto giorno",libro che molti pagherebbero per scrivere,ha fatto il bis alla grandissima.Complimenti signor Schatzing!

  • User Icon

    gio

    11/10/2013 22:51:26

    pedante

  • User Icon

    Vittorio

    13/06/2013 21:45:22

    94 personaggi per piu' di 1300 pagine...cosa aggiungere? Visionario...grandioso......fantastico!! Non da 5 stelle solo per la prima parte un po' troppo pesante...dopo le prime 400 pagine pero' diventa un autentico capolavoro!! Imperdibile...

  • User Icon

    Luke

    27/05/2013 16:05:30

    Dopo il Quinto giorno speravo in un altro gradevole "mattone" da parte di Shatzing; purtroppo l'ottima premessa che mi ha spinto a comprare il libro viene rapidamente tradita, prima metà davvero troppo noiosa, piena di nomi impossibili da ricordare e personaggi che più stereotipati non si può; seconda parte a metà tra il banale ed il surreale. A chi cerca un romanzo di fantascienza davvero di qualità sconsiglio questo titolo, a chi vuole perdersi in un lunghissimo viaggio pieno di nozioni su un possibile futuro invece dico che questo può essere il romanzo giusto.

  • User Icon

    sanguearena

    22/05/2013 11:52:05

    Troppo lungo e francamente inconcludente. troppe cose da ricordare o da tenere a mente. non ho capito se ne voleva fare un apocalisse fantascientifica o un romanzo d'avventura stile (per numero di pagine) in stile guerra & pace.... non ho letto nulla prima e nulla dopo del signor Schatzing.e non credo che cambierò idea. non lo consiglio. credo che vada bene per chi vuole espiare dei pentimenti per dei comportamenti poco edificanti, come punizione fa benone e anche tirandolo risolve molti probblemi dato che siamo sui 12 kg di testo....pesatelo e poi vedrete!!!!!

  • User Icon

    LucaUD

    11/12/2012 17:50:11

    Bellissimo. Forsa la parte iniziale potrà scoraggiare qualcuno per via di tecnicismi e di spiegazioni forse eccessivi, ma se avete un minimo di curiosità per l'argomento, credetemi ne vale la pena. Sarà che l'ho letto d'estate con molto tempo libero a disposizione, ma l'ho letto in 2 o 3 settimane. Consigliatissimo, se avete un po' di tempo e piace il genere.

  • User Icon

    Enrico

    02/10/2012 00:13:49

    Il libro più lungo, noioso, sconclusionato e brutto che abbia mai letto. Stucchevole, interminabile, con più personaggi di un elenco telefonico. Gli innesti di storia e politica pseudo attuali non fanno che appesantire ulteriormente una trama banale prolissa e poco credibile. Colpi di scena pacchiani e personaggi al limite del grottesco fanno la frittata finale. Avevo già trovato pesante "Il quinto giorno" che è considerato il capolavoro di questo autore, ma almeno l'ambientazione marina era affascinante e la trama fino a 3/4 di libro era credibile. Qui non lo é dalla seconda pagina in avanti.ORRIPILANTE!!!

  • User Icon

    alfredo

    16/09/2012 11:53:44

    Un libro ben fatto, non lasciatevi scoraggiare dalle 1300 pagine ...volano in un batter d'occhio perchè la trama è ben articolata e coinvolgente. Non do un voto pieno perchè c'è qualche discrepanza. Consigliato a chi piace l'azione.

  • User Icon

    gloria

    25/07/2012 13:48:13

    Per reggere 1370 pagine o sei Tolstoi o sei Thomas Mann. Schätzing non è certo nessuno dei due suddetti. Quindi anche l'idea , peraltro non male, alla base del libro diluita su tutte quelle pagine lo fa diventare luuuuuungo e quindi noioso.Si arriva a fatica alla fine.

  • User Icon

    Ragnetto

    10/07/2012 22:25:52

    Mmmmm.....considerato che per me il Quinto Giorno è un capolavoro, fremevo all'idea di ri-leggere un bel mattonazzo scientifico di 20 kg di Franck Schaetzing! E invece....niente di paragonabile.... Cioè, la storia si fa leggere, ma niente più....qui davvero, più che in altri suoi libri, certe parti sono pesanti ed eccessive, e mi rincresce dover dire che almeno metà del libro è ridondante...

  • User Icon

    Paolo Rigamonti

    10/07/2012 13:52:32

    Thriller ben delineato, forse un po' troppo affollato di personaggi ma anche con un raro finale di ottimo livello. e con una bella divulgazione scientifica di supporto tipica di altre opere dello stesso autore. Sarebbero state 4 tacche su 5 ma quando, dopo 1100 pagine salta fuori il gondoliere che canta "o sole mio", una tacca deve saltare. Per forza

Vedi tutte le 55 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione