Categorie
Traduttore: F. Bergamasco
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2012
Pagine: 356 p. , Brossura
  • EAN: 9788845927331
Usato su Libraccio.it € 10,26

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Silvancov

    30/08/2016 21.11.57

    Una biografia scritta molto bene, scorrevole ed a tratti avvincente. Punto. Ma definire il libro addirittura un capolavoro... scherziamo?!?

  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    29/06/2016 20.20.50

    Mi spiace, l'ho detto e lo ripeto; scrittore sopravvalutato.

  • User Icon

    Max

    31/05/2016 07.25.40

    Scrittore vero!! Le immagini della vita di Limonov e sullo sfondo l'ultima storia della Russia senza censure!! Bellissime le ultime pagine!! Da leggere...

  • User Icon

    Rosalba

    27/09/2015 10.48.51

    Libro di piacevole lettura,Limonov un personaggio che qualsiasi strada intraprenda si fa sempre amare. Interessante ripercorrere gli avvenimenti russi degli ultimi decenni.

  • User Icon

    Marco

    19/09/2015 12.23.50

    Ammetto che questo libro mi ha destabilizzato. Sono abituato a leggere storie di pacifisti, di gente prodiga verso gli altri che rinuncia al benessere per un bene "comune" superiore al proprio. Eduard è tutto il contrario e nonostante questo non riesco a non essere in empatia con lui (non escludo che sia stato anche grazie alla bravura dello scrittore). Mi è piaciuta molto la descrizione della sua esperienza in prigione e di come in quell'ambiente, liberandosi della follia collettiva (e non mi riferisco solo alla Russia postcomunista) e concentrandosi su se stesso, trovi uno stato di quiete. Ci fornisce così un avvertimento utile per tutti coloro che si sentono ostaggio delle proprie ambizioni e ideologie per vivere più serenamente. "Serenità" che a mio parere Eduard, come ognuno di noi, ricerca per tutta la vita pur non essendone consapevole.

  • User Icon

    Grazia

    07/11/2014 21.15.50

    Il libro che non ti aspetti. Attraverso la vita avventurosa di Limonov entri nel cuore, nello spirito e nella storia del magnifico popolo russo. Indimenticabile.

  • User Icon

    marcello

    26/09/2014 20.42.35

    libro non facile nel quale è duro entrare con interesse. Il ritmo della storia politica dell'URSS nel dopoguerra però aiuta a capire la vita di Eduard fra genio e sregolatezza e ti prende facendotelo capire,odiare,compatire,e se non amare trovare delle affinità elettive.Bel casino la Russia postcomunista!!!

  • User Icon

    maria luisa

    06/06/2014 12.49.21

    Voto altissimo! Se si potesse dare piu' di5 pallini li darei! Mi ha entusiasmato questa biografia di Eduard Savenko, cioe' Limonov. Scritto bene, uno spaccato di storia dalla guerra del 45 ai giorni nostri.

  • User Icon

    Alessandro

    06/05/2014 21.39.36

    Biografia di Limonov.Un attivista e scrittore russo,un girovago che crede nei suoi ideali....e

  • User Icon

    alice

    13/02/2014 14.55.42

    ho letto Limonov conoscendo già bene l'autore. Non sono rimasta per niente delusa, la vita del protagonista è degna di essre narrata da uno scittore così particolare. da leggere e rileggere

  • User Icon

    Michael Moretta

    16/12/2013 14.18.10

    Limonov non è solo una splendida biografia di un uomo dalla vita assolutamente interessante ed incredibile ma anche, se non soprattutto, una precisa ed acuta rassegna storica dell'Unione sovietica e della letteratura sovietica, dal 1943 ad oggi. Carrère, scrittore forse più noto per le sue sceneggiature che per i suoi libri, utilizza abilmente la figura di Edouard Savenko, in arte Limonov, per introdurci nel mondo dell'Unione Sovietica. Accanto alla vita di Limonov ed alle sue peripezie ed avventure in giro per il mondo troviamo una attenta analisi di ogni periodo politico e letterario dell'Unione Sovietica. Carrère, per scrivere questo libro, vede più volte Limonov ed attinge ai numerosi libri pubblicati da quest'ultimo. Inoltre l'autore ha il grande vantaggio di avere una madre riconosciuta a livello mondiale come una delle specialiste di storia russa, ragion per cui i profili dei vari segretari di partito, golpisti, oppositori ed oligarchi succedutisi negli anni sono assolutamente rispondenti al vero.  Il giudizio su Limonov che si ricava alla fine del libro è quella di un perdente, di un uomo eternamente alla ricerca della fama e del potere che però mai ha trovato e troverà. Ma anche all'interno della vita di un perdente si trovano ampie soddisfazioni e Limonov ne ha avute tante. Le prime poesie clandestine lette e pubblicate negli ambienti underground di Mosca negli anni '70. La ricca vita nell'ultimo dei suoi 7 anni a New York, il successo letterario di Parigi e l'ingresso nei salotti buoni della capitale francese, con le relative amicizie importanti. La breve ma intensa partecipazione alla guerra in Serbia, dalla parte del suo amico Arkan, il noto criminale di guerra. La fondazione del partito di opposizione con lo scacchista Kasparov. La prigionia di 4 anni nelle famigerate carceri russe. Tre matrimoni con altrettante donne bellissime, di categoria A, come ama definirle lui. Un perdente, sì, ma con una vita degna di un grande avventuriero!

  • User Icon

    maurizio

    01/12/2013 17.23.26

    Un libro davvero bello, interessante, avvincente. Mi è piaciuta moltissimo la prima parte relativa alla vita personale di Limonov. Un personaggio fantastico e originale che non conoscevo. Bravo Carrere. Consigliatissimo

  • User Icon

    Francesco D'Addio

    13/10/2013 23.25.44

    Ritratto di un uomo che sceglie di vivere in direzione ostinata e contraria, Limonov è un romanzo biografico di grande spessore, che unisce la capacità di coinvolgimento emotivo nella descrizione del personaggio Limonov all'analisi critica delle vicende storiche che hanno interessato la Russia e, più in generale, l'Europa orientale negli ultimi decenni, virtù che nel loro complesso conferiscono all'opera un pregio non comune: la compresenza del duplice registro del romanzo (perchè la vita di Limonov è interessante come e più di un romanzo) e del saggio storico-politico. Pesa sul giudizio complessivo una certa disomogeneità tra la prima parte, più centrata sulla figura di Limonov, e la seconda, in cui le vicende storiche sembrano essere più al centro dell'attenzione, quasi come se la storia fosse stata un pretesto per parlare di Limonov nella prima parte e come se, viceversa, fosse stato Limonov il pretesto per parlare delle vicende politiche della Russia post-sovietica nella seconda. L'elemento più interessante nella figura di Limonov, uomo d'azione incapace di godersi qualcosa di compiuto e costantemente alla ricerca di se stesso, è il suo rapporto contraddittorio con gli intellettuali: da un lato le sue velleità poetiche e il suo bisogno di entrare in certi ambienti più o meno colti, dall'altro la sua diffidenza e repulsione nei confronti di chi si limita ad analizzare la realtà senza calarvicisi dentro. E' probabile che proprio nella contrapposizione tra due personaggi così diversi (l'autore, che guarda con un misto di ammirazione ed antipatia alle spericolate ed esagerate vicende del protagonista, non ultime le sue performance sessuali, e Limonov, che quelle vicende le vive respirando la vita a pieni polmoni e senza immaginare che i suoi manoscritti sarebbero finiti un giorno sulla scrivania di un intellettuale "pantofolaio" e poco dedito all'azione, di quelli che lui tanto odiava) sia riposto il segreto di un'opera tanto appassionante e coinvolgente.

  • User Icon

    nelly

    04/10/2013 16.20.03

    davvero molto interessante e ben scritto. Bravo Carrère!

  • User Icon

    ClaraB

    21/09/2013 10.38.14

    Come parlare di storia e politica senza annoiare. La vita di Limonov è un ottimo spunto per allargare la visione degli eventi a 360°, in modo affascinante e sentendosi davvero parte della storia (del mondo). Bello davvero.

  • User Icon

    Piergiorgio

    15/09/2013 09.47.59

    Bellissimo libro! Attraverso la vita "da romanzo" dell'antieroe Limonov, Emmanuel Carrère ci spiega l'evoluzione geopolitica dell'Unione Sovietica e dei paesi balcanici dal dopo guerra ad oggi, in modo semplice ed accessibile a tutti. Super consigliato!

  • User Icon

    lucaMilano

    12/09/2013 11.50.55

    personaggio curioso, avventuroso, ben descritto da un narratore capace. seguire le peripezie della vita di Limonov consente di attraversare 50 di storia russa, e osservare con i suoi occhi, i cambiamenti sociali epocali che in quegli anni si sono manifestati. Giudizio di sicuro positivo, ma non condivido lo squillo di trombe e le lodi di altri rispettabili censori, un capolavoro,per me, deve toccare altre corde.

  • User Icon

    Corra

    03/09/2013 08.29.14

    IN genere non amo le biografie. A dire il vero non è che ne abbia lette granchè, probabilmente ho dei pregiudizi. Questa qua però mi ha preso sin dalle prime righe è si una biografia ma anche una rilettura storica dei principali avvenimenti degli ultimi decenni dalla guerra nei balcani alla nascita della Russia come la conosciamo ora.

  • User Icon

    mara regonaschi

    01/08/2013 16.48.49

    Una narrazione porco romanzata di una vita fuori da ogni regola di uno scrittore talentuoso e maledetto, fortemente condizionato dalla rabbia e dallo sbando di un grande Paese come la Russia , che esce drammaticamente scossa e prostrata dalla seconda Guerra mondiale. La parte storica è eccellente nell'evidenziare come Limonov si porti con sé, anche nella terra più Occidentale, le proprie radici russe e il proprio amore verso la sua Terra, alla quale dedica tutte le proprie aspirazioni ed energie.

  • User Icon

    Fabio

    22/06/2013 15.35.53

    Una vita straordinaria narrata degnamente.

Vedi tutte le 42 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione