Recensioni La linea del colore

  • User Icon
    23/12/2020 16:46:54

    A mio parere molto banale. La solita storia sul razzismo e emancipazione femminile. Bello il parallelismo con i migranti di oggi, ma un personaggio, quello di Lafanu, che sinceramente non sono riuscita ad amare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/09/2020 20:11:56

    Due storie che si intersecano. L’autrice oltre a narrare la vita di una americana che nei primi anni del ‘900 raggiunge l’Italia per trovare la libertà, racconta l’odierna e contraria vicenda di chi tenta di raggiungere l’Italia e l’Europa senza farcela o seppur riuscendoci, rimane incagliato in un paese che non è più in grado di aiutare nessuno. Assolutamente consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/09/2020 10:22:02

    La linea del colore di Igiaba Scego Ed.Bompiani Quanto sono importanti le sfumature nelle parole, come basta poco per definire un destino ineluttabile qualcosa invece di voluto dall’uomo. Provate a cambiare la parola schiavo in schiavizzato e vedrete che all’improvviso ciò che sembrava un fattore naturale connaturato a quella persona, diventa una azione volontaria di chi utilizza il potere. Questo libro è bellissimo, in questi giorni di grande tormento sul nostro destino, è riuscita, la scrittrice e il suo meraviglioso personaggio, Lafanu Brown, a conquistarmi con la sua storia. In una Roma ottocentesca che conserva ancora un anelito di spirito imperiale, vive l’americana Lafanu, pittrice talentuosa, donna ferita ma non piegata dalle atrocità. Il romanzo inizia con la strage degli italiani a Dogali in Eritra e da lì si dipana in Italia, America, Inghilterra, torna in Africa e intreccia tutto, passato e presente perché niente è separato dal resto Consigliatissimo!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 20:23:43

    La linea del colore è una di quelle storie che ti fanno bene e male allo stesso tempo, in cui l’empatia è forte, come forte è la rabbia che provi leggendo. ⠀ Lafanu e Leila sono le due voci narranti, divise dai secoli (Lafanu è un personaggio che vive nell’Ottocento, mentre Leila vive nel nostro secolo), ma accomunate dal colore della pelle e dalla voglia di avere voce in capitolo in una società che troppo spesso le limita. ⠀ Tra le due, Lafanu risulta la più caratterizzata e la più descritta. È lei la protagonista indiscussa, e l’empatia verso questo personaggio è quasi instantanea: sembra di averla davanti, di conoscerla bene, di esserle amica. ⠀ Lafanu vuole evadere dalla prigione di scherni e pregiudizi, vuole essere libera, indipendente, vuole esplorare il mondo e vuole coltivare la sua passione per l’arte. Il percorso che intraprende è simile a quello che altre donne (realmente esistite e a cui l’autrice si è ispirata) hanno intrapreso, ed è un percorso che sento di aver intrapreso anche io insieme a Lafanu. ⠀ Questa storia mi è piaciuta proprio tanto: è pervasa di delicatezza, ma allo stesso tempo di un’immensa forza e determinazione. Lo stile di Igiaba Scego calza a pennello con quanto viene raccontato, non risultando mai pesante nonostante l’importanza dei temi affrontati. ⠀ Se siete sensibili alle tematiche del razzismo, migrazione e solidarietà, questo è un libro che non vi deluderà. Ve lo consiglio con tutto il cuore, oggi come non mai è necessario leggere romanzi come questo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 14:56:29

    interessante e ben scritto. Bello il parallelo della situazione del razzismo in America con i migranti di oggi

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/04/2020 14:25:13

    La Linea del Colore è una storia di libertà, la storia di Lafanu Brown, artista di colore del diciannovesimo secolo. Una donna che ha viaggiato da sola quando il viaggio per le donne in generale, ed in particolare per quelle di colore, non era consentito. Una donna che si è fatta da sè contro ogni stereotipo di donna del momento. Attivista, pittrice ma soprattutto anticipatrice della modernità, soffrendo ma resistendo ai colpi della vita. Dalle capanne di una tribù indiana, agli States benpensanti pre guerra di secessione, da Londra a Roma, neo capitale di una fragile Italia riunificata, scorre una vita appassionata che sfida le regole del tempo pur incassando spregio, razzismo ed una furiosa violenza discriminatoria. Una storia ambientata in altri tempi ma che parla ai nostri tempi per l’attualità degli argomenti.

    Leggi di più Riduci