Categorie
Traduttore: E. Turchetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2003
Pagine: 460 p.
  • EAN: 9788806156978
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,72

€ 18,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco

    28/07/2017 09:53:19

    Questo romanzo di Bunker mi ha veramente stupito da quanto è scritto bene; Alex entra nella tua quotidianità e non vedi l'ora di tornare a casa per capire cosa succederà a questo bambino/uomo. Molto bello, più di "cane mangia cane".

  • User Icon

    celeste

    07/02/2013 14:02:49

    grande Bunker, anche come attore, non delude mai. little boy blue è magistrale. ...alla fine nel bene o nel male basta rimanere se stessi.

  • User Icon

    tapparella 71

    22/01/2013 20:59:22

    L'unico "Bunker" che mancava all'appello era questo, ed ora dopo averlo letto dico Magnifico!! un testo bellissimo, intenso, drammatico, pieno di rabbia, che ti coinvolge emotivamente; un'affresco del sistema giudiziario e degli istituti di correzione per minori fatto con dovizia di particolari. Ti ritrovi a leggere pagine e pagine e ti sembra di viverle in prima persona. Non puoi non fare il tifo per il piccolo Hammond, interprete principale del racconto, che viene piano piano risucchiato dalla spirale di violenza che inevitabilmente quei luoghi ospitano, vittima di un sistema che invece di aiutarti non fà altro che seppellirti.Un gran bel libro, leggetelo ne vale la pena.

  • User Icon

    taty

    01/08/2012 10:30:36

    bellissimo libro, grande storia ricca di emozioni! in alcuni punti molto cruda e toccante.. ho fatto il tifo per il piccolo Alex fin da subito, in alcuni punti avrei volto gridargli "non farlo!!!" e mi ritrovavo a ripensarci anche dopo aver chiuso il libro.. complimenti all'autore!

  • User Icon

    Gianni F.

    07/02/2012 15:52:39

    Grande romanzo sul crimine che equivale al capolavoro di Grey: "Mano armata". Molto apprezzabile in questo romanzo-documento, la misura e la veridicità dello scrittore, nulla viene concesso al sensazionalismo o all'effetto, traspare invece genuità e crudo realismo. Impossibile non "tifare" per il giovane Alex, il cui unico torto è di essere sempre se stesso, anche di fronte a situazioni drammatiche dalle quali sa che ne uscirà gravemente penalizzato.

  • User Icon

    elanhyer

    23/05/2011 09:19:19

    A mio parere, è il più bel romanzo di Bunker. Scritto davvero bene, uno stile diretto e lineare. Il protagonista è indimenticabile. L'ho divorato in pochissimo tempo e lo consiglio senza ritegno.

  • User Icon

    Maro_Dina

    04/03/2011 08:53:37

    Gran bel libro che ho divorato in pochissimo tempo. Breve è il passo dai dubbi iniziali sulla storia alla voglia insistente di sapere cosa accadrà nelle pagine successive al piccolo Alex. Una storia certamente di vita vissuta raccontata con dovizia di particolari e con molta attenzione anche ai suoi risvolti psicologici. Lo stile è lineare ma mai noioso. Bunker non mi ha deluso...curiosissimo di leggere Come una bestia feroce.

  • User Icon

    Lorenzo

    27/11/2009 19:44:37

    Un libro favoloso,per capire un lato della società,non solo americana,in maniera dura e tenera allo stesso tempo!!Consigliatissimo!!

  • User Icon

    Matthia

    10/11/2008 19:39:54

    Grande piccolo Alex!!!! Anche se hai sbagliato per me a non dare una chance a chi ti ha tirato fuori da quell'inferno... Bunker rende questo personaggio un amico per tutti i lettori... questo credo possa bastare a descrivere la sua alta qualità di scrittura.

  • User Icon

    little boy blue

    09/01/2008 12:54:23

    Basta legger il mio nick per capire che questo e' uno dei miei libri preferiti di sempre. Un protagonista rabbioso e commovente perso in un mondo privo di indicazioni e scappatoie anche temporanee. Un mondo in cui bisogna farsi strada da solo.

  • User Icon

    JD

    07/07/2007 23:38:06

    Ho letto tutti i libri di Bunker e con questo commento li commento tutti:e vero che le storie sono sempre le stesse(outsiders che non riescono a cambiare,perchè sotto sotto non vogliono),ma la velocità con cui si divorano le pagine è impressionante.Ed è innegabile l'immedesimazione coi protagonisti(in questo caso Alex),la condivisione delle loro emozioni.Quindi le esplosioni di rabbia o violenza diventano liberatorie anche per noi.E questo per me,è ciò che un libro deve offrire per essere considerato buono.

  • User Icon

    Claudio B.

    02/03/2007 13:15:44

    Bel libro anche se di questo autore ho apprezzato di più "Come una bestia feroce" e "Cane mangia cane"

  • User Icon

    gianni

    25/09/2006 21:52:49

    Buon libro, forse il Bunker meno "cattivo".

  • User Icon

    Andrea

    17/11/2005 11:04:45

    Decisamente un ottimo libro! Le ore di sonno si sono accorciate decisamente.. grazie se adesso la mattina sono stranito amico bunker :D

  • User Icon

    trotti ;p

    29/05/2005 13:45:47

    Alex,ti amerò per sempre..grazie di cuore,Bunker,per aver creato un personaggio così denso di rabbia e tenerezza...un personaggio indimenticabile,bellissimo,come un uccello raro imprigionato in una gabbia da quattro soldi.

  • User Icon

    Paolo

    02/04/2005 21:28:30

    Il voto va all'autore più che al libro. Bunker lo trovo meraviglioso, nel saperci raccontare l' ambiente delle carceri e in genere della malavita con tale semplicità da rendercelo quasi familiare. Non credo che lui abbia scritto questo e altri libri con l'intento di dimostrarci che dietro ad ogni persona (anche la più violenta) c'è una storia e che quindi prima di giudicare, bisognerebbe avere il coraggio di conoscere la realtà dei fatti che hanno portato questa ad agire in un determinato modo. Sta in questa semplicità la forza del suo messaggio, che però come ho già letto, basta un libro per comprenderlo. Io consiglio "come una bestia feroce", anche se Alex è entrato comunque a far parte dei mie personaggi preferiti. Un saluto Paolo

  • User Icon

    Agnese

    01/04/2005 13:55:06

    Commuovente viaggio nell'America degli anni 40-50 vista con gli occhi di un ragazzino smarrito, cresciuto troppo in fretta e assolutamente solo il cui unico desiderio era l'amore delle persone. Struggente, coinvolgente e controversa analisi dei riformatori e della vita di strada di quegli anni. L'ho letto d'un fiato e lo consiglio a tutti. Si tratta tuttavia di un altro Bunker, diverso e quasi intimista.

  • User Icon

    Lorenzo

    26/12/2004 21:40:24

    E' il secondo libro di Bunker che leggo, dopo l'autobiografia "Educazione di una Canaglia". L'ho trovato intenso e realistico, senza vittimismi inutili. Solo il finale mi ha lasciato un po' con l'amaro in bocca. Ma l'autore lo ha voluto concludere come è nel suo stile: una coltellata.

  • User Icon

    Penelope

    18/10/2004 16:11:17

    un bellissimo libro. Ci mostra la vita nei degli anni 40 ci fa conoscere un "ragazzo dentro". Dentro alla prigione, dentro alla solitudine, dentro alla povertà, dentro se stesso. Bello quanto "come una bestia feroce"

  • User Icon

    isa

    06/07/2004 22:24:46

    sono una lettrice di Bunker,anche secondo me questo non è il suo libro migliore,in assoluto preferisco "Educazione di una canaglia", ma ritengo abbia le caratteristiche di un buon scrittore. Inoltre credo riesca a parlare delle sue esperienze senza essere patetico ma neppure fanatico. Parla di sè con il giusto distacco e non ritengo che cerchi di esaltare se stesso.Tuttaltro! letto bene, può insegnarci qualcosa.

Vedi tutte le 31 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione