-15%
Logica della filosofia - Eric Weil - copertina

Logica della filosofia

Eric Weil

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: L. Sichirollo
Editore: Il Mulino
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 13 novembre 1997
Pagine: 640 p.
  • EAN: 9788815062291
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 29,85

€ 35,12
(-15%)

Punti Premium: 30

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Logica della filosofia

Eric Weil

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Logica della filosofia

Eric Weil

€ 35,12

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Logica della filosofia

Eric Weil

€ 35,12

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il volume presenta una speculazione teoretica estremamente densa e partecipata, ma anche chiara, sul carattere della filosofia e del suo contrario, la violenza. Ragione e violenza sono le polarità entro cui si muove il ragionamento weiliano, in cui si riverbera l'esperienza storica della violenza assoluta, il nazismo, e trova voce l'esigenza di un'attitudine umana al dialogo e al rifiuto della violenza che trova oggi una particolare attualità.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


recensione di Garelli, G., L'Indice 1998, n.10

Eric Weil sapeva bene, quando uscì la sua "Logique de la philosophie", di lanciare una sorta di sfida filosofica: la stessa che si direbbe fatta propria dalla traduzione italiana dell'opera, un'ulteriore testimonianza del crescente interesse suscitato in Italia dalla figura di Weil, a partire dagli anni settanta. Carattere di sfida, dunque: e questo non solo per l'oggettiva complessità del testo, che non sempre ne agevola la lettura (più luoghi dell'opera potrebbero mostrare quanto lo stesso Weil ne fosse pienamente consapevole), ma anche per una certa conseguente parvenza di "inattualità", dovuta fra l'altro alla mole poderosa, all'evidente sforzo sistematico, alla stessa modalità argomentativa scelta, povera di rimandi e si direbbe tutta inviluppata nel divenire stesso del "discorso".
Il fatto è - e quest'istanza non è comunque meno comprensibile oggi di quanto non lo fosse cinquant'anni fa - che si tratta di comprendere quale sia il "luogo proprio" dell'attività filosofica, posto che si accetti la premessa, che Weil sembra ritenere inaggirabile, che la vera filosofia per essere tale dev'essere sempre sistematica e unitaria, e che il filosofo è per tradizionale definizione "l'uomo che parla in modo coerente in vista della verità". Bisogna dire che non si tratta tuttavia di una premessa dogmatica accettata quietisticamente. Se è vero infatti che non si può filosofare se non all'interno di una tradizione, tale circolo si regge proprio perché la filosofia si propone esattamente come esposizione sistematica delle" attitudini" e delle "categorie "che si presentano e ripresentano nel divenire storico. Precisamente quelle categorie e attitudini la cui ricostruzione costituisce il nucleo portante della "Logica della filosofia", insieme alla celebre introduzione dedicata a "Filosofia e violenza". Giacché, nella prospettiva di Weil, l'"altro della verità" non è l'errore, ma la violenza: naturalmente una verità intesa, sempre all'interno di questo circolo, non nel senso della scienza positiva, ma della filosofia.
Non è difficile rilevare allora quanto del Weil studioso di Kant e soprattutto di Hegel traspaia nelle pagine del volume. E questo non solo o non tanto in riferimento a singoli spunti esegetici di particolare interesse (è il caso della singola pagina dedicata con grande lucidità, spesso non riscontrabile nemmeno nella letteratura sul tema, alla funzione dell'"intelletto archetipo" in Kant; o della costante presenza della dialettica fra lo Hegel della" Fenomenologia" e quello dell'"Enciclopedia"), ma anche in nome della stessa ridefinizione della filosofia in rapporto alla categoria di "opera", di" azione", alla dimensione del politico non meno che a quella del poetico. Giacché se Hegel è stato l'ultimo grande filosofo, in quanto scopritore della "categoria filosofica della filosofia stessa", il problema di abbinare la comprensione " del" mondo alla vita" nel" mondo stesso che non si riduca a una pretestuosa filosofia dell'impegno rimanda alla necessità di una definizione dell'"azione" e dell'uomo capace di impersonarla, il" politico": l'unico capace di riconciliare "la grande contraddizione" che la filosofia dell'Assoluto doveva lasciar sussistere: "Mentre nell'accezione corrente l'azione è l'opposto del pensiero, la vita attiva il contrario della vita contemplativa, per il politico l'una e l'altra non solo non si separano, ma sono una e medesima cosa. Che la condizione della sua epoca lo obblighi a separare le due, per lui è proprio la prova che la condizione deve essere trasformata nella sua totalità". Un'eredità hegeliana non ignara della lezione più viva di Kant (e come non ricordare, del resto, i saggi raccolti da Weil con il titolo" Problemi kantiani", tradotti in italiano da Quattroventi nel 1980?), secondo quanto emerge dalle pagine conclusive dedicate a "senso" e" saggezza": le categorie che più di ogni altra sembrano rendere conto secondo Weil della natura della filosofia. Una filosofia destinata dunque ad apparire "inattuale" innanzitutto agli occhi di un'epoca in cui la stessa nozione di verità sembra guardata con sospetto.
Da segnalare che il lettore interessato ad approfondire aspetti della biografia intellettuale di Eric Weil può ricavarne ampia informazione nella raccolta di saggi di Sichirollo," La dialettica degli antichi e dei moderni. Studi su Eric Weil", uscito pressoché contemporaneamente alla traduzione italiana della "Logica della filosofia" per i tipi del medesimo editore.
Note legali