Categorie

Sylvia Townsend Warner

Traduttore: G. Gatti
Editore: Adelphi
Anno edizione: 1990
Pagine: 176 p.
  • EAN: 9788845907357

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giovanni

    21/07/2009 17.36.10

    Un libro stupendo, di una scrittrice straordinaria e in Italia quasi sconosciuta. Di suo e' stato pubblicato, da un altro editore, e in vendita egualmente su Ibs, un solo altro libro, forse ancora piu' sorprendente: Reami degli Elfi. Si tratta di storie incredibili, ma che la ineguagliabile scrittura e la personalita' dall'Autrice trasformano in una meravigliosa cronaca sfavillante.

  • User Icon

    Elisabetta V.

    05/07/2007 18.50.00

    Concordo in pieno con i precedenti commenti: è davvero un libro splendido, da leggere e rileggere (magari dopo un po’ di tempo). La scoperta della campagna, dei boschi, del verde e del loro profumo; la scoperta delle proprie scelte, la gioia che ne consegue, la gradevole eccentricità, il desiderio di curiosità… Insomma un libro che ti infonde ottimismo e vitalità. Come dice Barbara non hanno mantenuto la promessa di pubblicare altre opere di questa autrice. Vai a capire perché. Però è davvero un peccato.

  • User Icon

    Barbara

    30/01/2006 16.26.51

    Nonostante la quarta di copertina annunci altri romanzi di questa deliziosa scrittrice presso le edizioni Adelphi, non sperate di trovare altri suoi titoli in catalogo. Dal 1990 ad oggi non esiste altro di Sylvia Townsend Warner, eccetto un racconto compreso nella raccolta "Viaggi a sorpresa", ed. La Tartaruga. Il romanzo in questione ha una sua indiscutibile magia che, per il momento almeno e chissà per quanto ancora, non sarà rinnovata, purtroppo. E' un racconto incantevole, perfettamente equilibrato, che sembra non prendersi troppo sul serio ma è tutt'altro che faceto. Capisco chi dice di averlo letto e riletto parecchie volte perchè è estremamente originale, divertente, intelligente quanto basta. Non è affatto facile da reperire, pertanto approfittate di IBS. Consiglio, per chi volesse ritrovare qualcosa di simile, appena in tono minore, per quanto altrettanto gradevole, "La foresta incantata" di Mary Stewart.E' un racconto che ha avuto lo stesso destino di Lolly Willowes e che merita altrettanto di essere scoperto.

  • User Icon

    Pongi

    03/08/2005 01.14.46

    Un libro meraviglioso, originale, pervaso da un senso dell'umorismo e da uno spirito autunnale molto "inglesi". La trasformazione della protagonista in strega è solo psicologica (fino all'ultimo si dubita se sia reale o no) e qui secondo me sta la genialità dell'autrice. Anch'io ho avuto l'impressione che sia passato quasi inosservato, e non me lo spiego. Personalmente l'ho letto e riletto molte volte, con una gioia che ben pochi libri sono riusciti a darmi negli ultimi anni.

  • User Icon

    denis

    08/04/2005 12.46.11

    L'ho letto qualche anno fa. In giro non ha destato grande interesse, forse perchè se ne è parlato poco. Mi dispiace, perchè è un bellissimo romanzo. Anzi, una meraviglia.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione