-50%
Londra Babilonia - Enrico Franceschini - copertina

Londra Babilonia

Enrico Franceschini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Laterza
Edizione: 4
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 3 marzo 2011
Pagine: 155 p., Brossura
  • EAN: 9788842095088
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 7,50

€ 15,00
(-50%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Londra Babilonia

Enrico Franceschini

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Londra Babilonia

Enrico Franceschini

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Londra Babilonia

Enrico Franceschini

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 8,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"II mio giornalaio è pakistano, il mio lavasecco è persiano, il mio medico di famiglia è italiano, il dentista è brasiliano, il veterinario è spagnolo, l'imbianchino è polacco, l'elettricista serbo, il fruttivendolo indiano, il meccanico dell'auto è bulgaro, la domestica lettone, il portinaio sudafricano, il parcheggiatore libanese, il custode della scuola di mio figlio è israeliano, l'impiegata della banca che mi sorride sempre è del Bangladesh, il barista che mi fa il cappuccino è ungherese, il mio barbiere è una francese, il commesso del noleggio di dvd è turco, il tecnico del computer è russo e il mio tassista di fiducia è dello Sri Lanka. Mi fermo, ma potrei continuare per un pezzo: vivo a Londra da oltre sette anni e a volte mi domando dove sono gli inglesi. 8 milioni di abitanti, 3 milioni di stranieri, 130 mila italiani, 300 lingue, 183 sinagoghe, 130 moschee, 13.000 ristoranti, 6.000 pub, 600 cinema, 400 teatri, 300 nightclub, 150 casinò, 18 mila taxi, 275 stazioni del metrò, 649 linee di autobus, 8 stazioni ferroviarie, 5 aeroporti, 5 squadre di calcio della Premier League, tutte le religioni della terra, 1 regina, svariati principi, tanti soldi": un racconto brillante e divertente per conoscere tutto il resto che c'è nella capitale britannica, quello che i turisti non vedono, e capire come sia possibile che una varia umanità conviva con 10mila volpi sparse in tutta la città.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 4
5
1
4
1
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paola Botteghi

    22/10/2018 17:12:16

    Non è di recente pubblicazione e neppure uno di quelli che dici “imperdibile”. Un libro tuttavia gradevolissimo dove Enrico Franceschini, inviato di Repubblica, racconta la “sua” Londra, ammettendo fin dalle prime pagine che non sarà un racconto imparziale di luoghi, fatti e persone: lui ne è innamorato. Col tratto ironico ma non banale che lo contraddistingue, ti porta a conoscere spazi ed aspetti della città dal punto di osservazione di chi la vive ogni giorno, con le sue luci ed ombre, meraviglie e criticità. Non è una ennesima guida turistica, ma uno stuzzicante invito a conoscere meglio Londra, che pur essendo fortemente caratterizzata nei suoi usi e costumi lascia spazio a tante, ma veramente tante, persone ed esperienze diverse. Un libro che chiudi con un sorriso e con la voglia di partire per me è impagabile.

  • User Icon

    Chiara Marino

    19/09/2018 13:07:41

    Una lettura leggera e scorrevole. Non la consiglierei a chi speri di approfondire i discorsi inesauribili che si potrebbero fare su Londra. Si tratta di un punto di vista tutto italiano sulla città: ci si può ritrovare facilmente; non mancherà di strapparci qualche sorriso e di farci venire voglia di partire.

  • User Icon

    Cesare

    23/08/2011 16:25:45

    Mi sono avvicinato alla lettura di Londra Babilonia nella speranza di scoprire qualche parte meritevole di Londra sconosciuta agli sprovveduti e vi ho trovati solo qualche aneddoto poco divertente, una città piena di gang giovanili, pochi inglesi, pochi esempi di civiltà. Una capitale in parte conosciuta , piena di non inglesi, ricchi al centro e poveri in periferia. Banale abbastanza. Poche indicative sulla modestia dei politici inglesi rispetto ai nostri cafoni.

  • User Icon

    Luca Bufano

    18/03/2011 12:19:18

    Franceschini ha fatto il corrispondente dall'estero per una trentina d'anni, e nel frattempo ha scritto anche una diecina di libri, tutti pregevoli. Quest'ultimo, scritto in un invidiabile stato di grazia, è senza dubbio il migliore, se non il più bello. Forse perché qui l'autore trova la sua cifra stilistica più congeniale: dopo il saggio, il romanzo, l'inchiesta, l'autobiografia ibrida, ecco il macro reportage su Londra e gli inglesi. Sembrava difficile poter dire qualcosa di originale su questo argomento, ma Franceschini ci riesce, con un linguaggio piano, pur sempre imprevedibile, e una costruzione pressoché perfetta. Prende l'avvio dal celebre incipit di Eureka Street, «Tutte le storie sono storie d'amore», per parlare di città come fossero donne (ma anche, c'è da scommettere, di donne come fossero città!), e in virtuoso crescendo ci descrive il perenne sviluppo della capitale britannica, dovuto, soprattutto, al suo modo unico di conciliare tradizione e innovazione, fino a scorgere nella città-stato di «NyLon», simbiosi ideale di New York e London, la materializzazione di quella New Atlantis prefigurata quattro secoli fa dal londinese Francis Bacon. E nel libro non ci sono soltanto gli inglesi. Anzi, «dove sono gli inglesi?», si domanda all'inizio Franceschini con un sorriso nostrano, sopraffatto dal multiculturalismo londinese. Così anche le pagine sulla tribù degli italiani sono irresistibili, e superano per spirito o wit quelle del collega Severgnini (tanto più quelle dell'antenato Barzini junior). Il libro ha qualche piccolo difetto di editing: in almeno tre casi un paragrafo è ripetuto poco dopo con incisive varianti, come se l'autore l'avesse riscritto e si fosse dimenticato di cancellare la precedente versione. Ma leggete anche solo il racconto della serata a Buckingham Palace, per esempio, e ditemi se alla fine non avreste voglia di battergli il cinque, a Franceschini.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

Londra/Babilonia, ovvero Babylondon; New York/Londra, ovvero Nylon: entro queste due ibridazioni fiorisce la città più affascinante d'Europa. A dirlo è Enrico Franceschini, inviato speciale della "Repubblica", che dedica a Londra un ritratto completo, basato sulla propria esperienza. "Londra ha anche tutte le razze della terra, proprio come New York: soltanto che là dopo un po' vengono mescolate nel melting pot, il pentolone dove tutto si fonde, e, pur conservando un orgoglioso attaccamento alle radici, diventano una razza sola, una razza nuova, la razza americana; mentre a Londra rimangono quello che sono, non hanno bisogno di diventare inglesi (anche perché probabilmente sarebbe impossibile, ma questo è un altro discorso)". L'ondata di migrazione dalla Polonia che riforniva la capitale di squadre di operai specializzati e restauratori sembra ora sostituita da immigrati lettoni. A Londra si parlano trecento lingue diverse, ma ognuno trova il proprio posto grazie al poco o tanto inglese che conosce, ma ciò che sembra incredibile è che le varie comunità religiose convivono fianco a fianco e si tollerano. L'autore ribadisce: "Il multiculturalismo è stato la scelta della Gran Bretagna, opposta a quella degli Stati Uniti: anziché mescolare le razze di immigrati per crearne una nuova, la razza americana, qui si è deciso di lasciare che ognuno mantenga la propria e possa sentirsi ugualmente a casa". Naturalmente a Londra c'è tutto: ristoranti etnici d'ogni dove, i migliori teatri e rassegne cinematografiche, anteprime museali e gallerie d'arte, locali a luci rosse, grandi magazzini storici, università, cultura e consumismo. Londra non è la Gran Bretagna, però, come New York non è l'America: è una mega-city postmoderna e postindustriale, si pensi, per esempio, alla Tate Modern, galleria d'arte contemporanea allestita in una ex centrale elettrica, simbolo della Londra nera e fuligginosa di dickensiana memoria. Nuove forme architettoniche stanno cambiando il profilo della città, che conta cantieri aperti un po' ovunque. Pur se non proprio come la Berlino del nuovo millennio, Londra continua a cambiare volto e lo fa per prepararsi alle Olimpiadi del 2012, ma si avvale anche dell'opera di architetti e artisti come il nigeriano Shonibare, che alle sue vetrate impone ritmi di colore che ricordano i motivi delle stoffe e dei tessuti africani, mentre la sua grande nave in bottiglia si è aggiunta a commento del colonialismo britannico a Trafalgar Square.
Carmen Concilio
  • Enrico Franceschini Cover

    Enrico Franceschini è scrittore e giornalista. Ha ricoperto il ruolo di corrispondente per il quotidiano “la Repubblica”, nelle sedi di Londra, New York, Washington, Mosca e Gerusalemme. La sua opera Vivere per scrivere è stata finalista al Premio Estense nel 2018. Tra i suoi libri: Londra Babilonia (Laterza, 2011), Vinca il peggiore. La più bella partita di basket della mia vita (66th and 2nd, 2017), L' uomo della Città Vecchia (Feltrinelli, 2017), Vivere per scrivere. 40 romanzieri si raccontano (Laterza, 2018), Bassa marea (Rizzoli, 2019). Approfondisci
Note legali