Categorie

M. L. Stedman

Traduttore: A. Mantovani
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Pagine: 370 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811670629

Un faro non può essere affidato a chiunque. Tom sa che il suo è un lavoro impegnativo: occorre registrare i passaggi delle navi, annotare con precisione tutti gli avvenimenti, prendersi cura degli oggetti in dotazione, ma anche essere costantemente sotto osservazione e condurre una vita immobilizzata, senza possibilità di fuga né di errore. Anche Isabel lo sapeva quando aveva deciso di sposare Tom e trasferirsi a Janus, lontana dalla terraferma e dagli affetti. Tuttavia, forte dell’amore per il suo uomo e del desiderio di avere una famiglia aveva accettato la sua nuova vita.
Come ogni mattina, anche quel giorno, Isabel si trova sulla scogliera, assorta a osservare il mare, là dove il blu del cielo e l’azzurro delle onde si fondono e i due oceani, l’indiano e l’australe, si toccano e le differenze si annullano. Il silenzio e la pace dell’isola, al tempo aspra e tranquilla, sono l’unico sollievo a un dolore incalzante. Isabel però non immagina che quello è un giorno speciale per lei: il vagito che avverte in lontananza non è il frutto di un’illusione, l’eco di quel bambino che lei e Tom non sono riusciti ad avere, ma il pianto di un neonato vero, approdato sull’isola a bordo di una barca. Sul relitto solo un maglione e il cadavere di un uomo. Quale mistero si cela dietro il naufragio? Le ipotesi sono molte ma non v’è alcuna traccia di ciò che realmente è accaduto, ed è necessario avvertire al più presto le autorità. Tuttavia, la luce sul volto di Isabel quando aveva preso in braccio la bambina e la muta richiesta che traspariva dai suoi occhi avevano convinto Tom a rimandare la segnalazione. Il guardiano del faro e sua moglie decidono di serbare per loro il segreto, così la bambina senza nome diventa a tutti gli effetti la figlia che hanno sempre desiderato. Il prezzo del compromesso però è alto e la verità taciuta ha delle conseguenze terribili: dall’altra parte dell’isola v’è infatti una madre che, ignara di ciò che è avvenuto, attende ogni giorno il ritorno di sua figlia.
Libro protagonista della fiera del libro di Francoforte 2011 e conteso da tutti gli editori, La luce sugli oceani ha riscosso un enorme successo fra il pubblico dei lettori e dei critici di tutto il mondo. È un romanzo commovente in cui l’affetto incondizionato di una madre per la figlia e il dolore di una donna per un bambino mai nato si incontrano e si sovrappongono, a dirci che talvolta verità e colpa, amore ed egoismo possono costituire la faccia della stessa medaglia; a ricordarci che i sentimenti possono cambiare secondo il punto di osservazione: sulla costa, in riva al mare, o dall’alto della torre di un faro gli stessi eventi acquistano un significato diverso. L’autrice australiana ci rivela dunque quanto sia labile il confine che separa errore e giustizia e quanto sia facile confondersi. Un libro straordinario che, con un tocco delicato e leggero, mette in scena la forza dell’amore materno ma anche le fragilità umane, luce e ombre prodotte dalla medesima luce.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Iginio Petrussa

    27/08/2016 18.09.51

    Naturalmente concordo con il giudizio positivo unanime. Vorrei sottolineare la qualità superiore della traduzione italiana. Consiglio questo libro agli adolescenti non solo come stimolo alla riflessione su un dilemma morale, ma anche come esempio di scrittura. Attendiamo il prossimo romanzo dell'autrice.

  • User Icon

    simona79

    09/09/2015 20.04.36

    Finito ora di leggere...divorato...vi dico solo che ho pianto leggendolo...mi sono commossa piu volte..libro emozionante..ambientazione suggestiva..descritta nei particolari xche davvero mi sembrava a me stessa di essere sull isola a respirarne gli odori..ti affezioni ai personaggi...a Tom..il migliore per me..storia originale..a me e piaciuto moltissimo..non e il solito libro d'amore..ha 20 marce in piu...in conclusione..il romanzo piu bello che abbia mai letto

  • User Icon

    Marta

    11/02/2015 17.17.29

    Un libro meraviglioso e pieno di amore. Leggere questo libro non è solo leggere un romanzo qualcunque... non ci si trova magari la suspance degli avvenimenti ma ci si trovano così tanti sputi di riflessione e meditazione che tutto il resto passa in secondo piano. Cosa vuol dire amare? Qual è il limite tra amore e possesso? Qual è il limite tra la libertà di una persona e quella di un'altra? Davvero consigliato!

  • User Icon

    Rosita

    03/01/2015 14.55.27

    Romanzo avvincente, trama e ambientazione originali, finale non scontato; fra i migliori che ho letto ultimamente.

  • User Icon

    Nadia lorenzi

    04/11/2014 19.45.37

    Veramente bello , malinconico e struggente. Ho provato simpatia per Isabell,anche se ha sbagliato non la biasimo.

  • User Icon

    sonia

    24/07/2014 19.17.48

    Ho appena finito di leggere un libro che mi è entrato nell'anima. Bellissimo, consigliatissimo. Una storia per niente banale e noiosa al contrario avvincente e dal finale inaspettato. L'amore e il perdono hanno trionfato.

  • User Icon

    Nicole

    06/06/2014 18.21.45

    Questo romanzo mi ha catturata a poco a poco,anche se non condivido l'opinione di chi l'ha trovato noioso e lento nella prima parte.E' vero che la seconda è più avvincente ma ho trovato bello e interessante tutto il libro,non solo l'ultima metà.La storia davvero originale,appassionante,induce il lettore a farsi delle domande...una presa di coscienza su un tema controverso come può essere quello della maternità.Inoltre l'autrice ci lascia con il fiato sospeso sino alla fine.

  • User Icon

    Ylenia

    22/04/2014 17.21.12

    Una barca alla deriva con il corpo di un uomo e una neonata incredibilmente viva, una giovane coppia prostrata da gravidanze non portate a termine. I loro destini si incrociano per non slegarsi mai più. Un libro destinato a scuotere le coscienze, a far prendere posizione al lettore, perchè è impossibile leggerlo senza mai pensare "cosa avrei fatto io se...". A mio avviso non è eccellente nella narrazione nè nello scorrimento della trama, ma la sua profondità è tale che non si può non premiarlo.

  • User Icon

    evelyn

    09/03/2014 05.29.19

    mi aggiungo a chi ha assegnato a questo libro il massimo del punteggio. stupendo, l'ho riposto fra i miei libri migliori. Ci sono senz'altro dei passaggi in cui la narrazione è un po' lenta, ma nel complesso libro decisamente commovente e che personalmente consiglierei. Tocca con tatto e semplicità temi di forte impatto emotivo come l'adozione e l'aborto.

  • User Icon

    Stefania

    19/01/2014 21.53.34

    Struggente.. dopo la prima metà il ritmo di narrazione si sblocca, bellissimo!

  • User Icon

    dani70

    09/11/2013 14.26.40

    Questo romanzo è una bellissima storia d'amore, molto commovente. Sicuramente fa riflettere su ciò che è giusto o sbagliato, ma secondo me la decisione del protagonista Tom è stata quella giusta, estremamente dolorosa ma giusta. Complimenti alla scrittrice australiana per il suo primo romanzo!

  • User Icon

    silvana

    16/09/2013 12.18.16

    Ritmo lentissimo,non si sblocca se non dopo la prima meta'...monotono sulla descrizione del pensiero dei personaggi...troppo noioso.

  • User Icon

    Vico Terzi

    26/08/2013 11.59.52

    "La luce sugli oceani" ha sicuramente diversi pregi. Innanzitutto l'originalità della vicenda narrata. In secondo luogo il fatto di indurre il lettore se non altro a interrogarsi, senza paternalismi o prese di posizione, sull'eterno dilemma del "giusto" o "sbagliato", che non sono mai degli assoluti, quanto piuttosto gli estremi di uno spettro con infinite tonalità di grigio nel mezzo. E poi la narrazione equilibrata e la scrittura piacevole. Personalmente preferisco libri più brevi e considero che le quasi 400 pagine avrebbero potuto essere tranquillamente 200 o anche solo 150, senza nulla togliere né alla vicenda né alla narrazione. La stessa autrice ammette una prima stesura come racconto lungo, sviluppato - io direi piuttosto "diluito" - in seguito come romanzo. Tuttavia una volta superata l'inerzia iniziale, ti induce a continuare se non altro "per vedere come va a finire". È un libro che si può sicuramente leggere senza rischiare di restare delusi.

  • User Icon

    samantha

    01/08/2013 13.25.59

    un bellissimo romanzo letterario, avvincente e piano di amore per questa bambina che trovano in riva all'oceano. molto semplice da leggere e anche con qualche punta di suspance. alla fine ti commuove moltissimo, anche se avrei preferito che la bambina rimanesse con i genitori adottivi. mi ha coivolto dall'inizio alla fine!!!! peccato della fine ...!!!! da leggere comunque ve lo consiglio !!

  • User Icon

    Isabella

    17/07/2013 14.59.39

    Intenso e drammatico. Ottima la descrizione di stati d'animo e di sofferenze nate da scelte non sempre giuste.

  • User Icon

    M.G.

    10/07/2013 15.19.18

    Semplicemente stupendo. Forse , in alcuni punti in cui l'autrice si dilunga sul funzionamento del faro, può essere leggermente pesante ma son brevi passaggi.Si legge tutto d'un fiato e ti lascia dentro l'amore per i luoghi e per i personaggi.

  • User Icon

    Serena Belli

    11/06/2013 13.29.23

    Sono sempre diffidente quando un libro viene reclamizzato troppo e anche quando lo leggono proprio tutti. In realtà si tratta di un bel romanzo (senza essere un capolavoro letterario), che parla di perdita, di amore materno e coniugale, di onestà e, perchè no, ci racconta anche come funziona un faro (interessanti queste digressioni). La storia è avvincente e verso la fine stai in pena, perchè vorresti sapere come finirà, pur sapendo che, comunque vada, qualcuno ne soffrirà terribilmente. Quindi bella storia, con una trama originale e curiosa, suspance e finale che, comunque, commuove e soddisfa. Per questi motivi do il massimo anche se, certamente, non si tratta di una scrittrice eccelsa.

  • User Icon

    Enzo D'Andrea

    15/05/2013 12.05.29

    Bel libro, scritto con mano sapiente che in alcuni punti (sarà anche merito dell'editing, non lo nego) raggiunge vette di lirismo e capacità descrittiva propria delle grandi firme. Un racconto lungo, travagliato, triste e consapevole della fallacità dell'animo umano, con sviluppi traboccanti umanità e dolcezza. Personaggi spesso memorabili, esaltati nella loro forza da una scrittura mai fine a sè stessa. Il finale è dolce-amaro, ma in fondo così è la vita.

  • User Icon

    farfallina

    07/04/2013 12.48.59

    la storia coinvolge emotivamente. La vedrei bene per la trama di un film, e non nascondo che il finale mi ha commosso. A parte l'inizio un pò noioso, poi tutto fila lisco, la scrittura è semplice e la psicologia dei personaggi è descritta molto bene; ho pensato che nonostante viviamo in un'era supertecnologica, queste storie di sentimento prendono sempre, xchè è l'Anima dell'essere umano che si svela al lettore. Io non saprei giudicare cosa sia stato giusto o cosa sia stato sbagliato nelle scelte dei personaggi però mi è venuto da pensare che il vero amore , l'amore con la A maiuscola, è quello filiale, gli altri amori, al confronto, sono soltanto--sebbene anche loro importanti -- lievi sfumature. Ed è giusto anche che per avere un futuro è necessario rinunciare alla speranza di cambiare il passato, come ha scritto nel finale la scrittrice. Consigliato.

  • User Icon

    Martina

    24/03/2013 16.34.49

    Ben scritto e molto coinvolgente, nonostante la storia triste. Devo dire però che sono rimasta delusa dal finale.

Vedi tutte le 104 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione