Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Lupara nera. La guerra segreta alla democrazia in Italia (1943-1947) - Giuseppe Casarrubea,Mario Josè Cereghino - copertina

Lupara nera. La guerra segreta alla democrazia in Italia (1943-1947)

Giuseppe Casarrubea,Mario Josè Cereghino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 luglio 2009
Pagine: 490 p., Brossura
  • EAN: 9788845262548
Salvato in 22 liste dei desideri

€ 15,09

Venduto e spedito da Emozioni Media Store

Solo una copia disponibile

+ 5,75 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 15,09 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Grazie al ritrovamento recente di migliaia di documenti inediti negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, gli autori ricostruiscono gli avvenimenti che vedono i nazifascisti impegnati nel tessere in Italia una fitta rete di spionaggio e di sabotaggio (la "Rete Invasione" ideata da Himmler e Schellenberg) già all'inizio del '43. Vi sono implicati, a macchia di leopardo, formazioni militari e paramilitari, sia nella Rsi sia nell'Italia liberata, destinate a operare ben oltre il 25 aprile 1945. A partire dal 1944 l'intelligence angloamericana avvia contatti sotterranei con organizzazioni ed elementi salotini: l'obiettivo è bloccare la nascente democrazia italiana che ha tra i suoi capisaldi il Comitato di liberazione nazionale (Cln). A questo processo partecipano in modo attivo Eugenio Pacelli (Pio XII) e i suoi più stretti collaboratori, tutti interessati a imprimere alla storia d'Italia una svolta autoritaria e atlantista. Vaticano e Stati Uniti creano un modello complesso governato da componenti clericali e conservatrici. Ai livelli intermedi troviamo le mafie meridionali, gli ex monarchici, i neofascisti ed elementi di spicco della criminalità comune.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    demos2020

    30/01/2020 10:11:24

    Ho appreso il titolo di questo testo dalla lettura del libro di Carlo Palermo, "La Bestia", indicato come un testo chiave per spiegare le consistenze connaturate tra certi organismi occulti e storicamente legate a eventi sociali. In effetti Casarrubea uno degli autori di Lupara Nera, riesce a non affaticare il lettore con parole prive di senso, anzi lo rende testimone storico di legami e di vicende che potrebbero spiegare certe verità sepolte tra i misteri irrisolti d'Italia. Il legame del passato con questo presente, ci aiuta a comprendere che per certi organismi occulti, la guerra non è ancora terminata, in un balenare di eventi depistatori che sembrano non avere fine.

  • User Icon

    Enrico 94

    14/05/2019 22:33:07

    Un resoconto di ciò che le ingerenze dei servizi segreti, delle massonerie, dei fascisti, le mafie, la politica, il Vaticano, in un intreccio guidato dagli USA, fecere alle sorti della politica italiana e agli italiani, pur di tenere lontano il Partito Comunista e il Partito Socialista dai governi. Un libro che mette a nudo le violenze, le falsità e la connivenza degli americani coi peggiori criminali fascisti e mafiosi, connivenze atte a controllare l'Italia e i cittadini (anche con stragi pilotate), al fine di avere una colonia e di impedire l'ascesa dei due maggiori partiti di sinistra in Italia, in particolar modo il Partito Comunista. Assolutamente da leggere, soprattutto per farci riflettere sulla libertà e su quello che l'Italia poteva diventare se il golpe Borghese del 1970 fosse andato a buon fine.

Note legali