Macerie Prime - Zerocalcare - ebook

Macerie Prime

Zerocalcare

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Bao Publishing
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 91,2 MB
Pagine della versione a stampa: 192 p.
  • EAN: 9788832730333

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Fumetti e graphic novels - Storie vere e non-fiction

Salvato in 11 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Macerie prime è una storia su cosa ci rende umani. Sulle cose che, per quanto siano messe a dura prova dalla vita, dobbiamo proteggere a ogni costo. Un libro in cui un cast corale e allargato rispetto al tipico narrare di Zerocalcare si confronta che le fragili realtà che, appena qualche anno prima, erano i loro sogni per il futuro. È una storia che è stata pensata per essere letta in due atti, e per questo non sarà mai pubblicata in un volume unico.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,81
di 5
Totale 36
5
30
4
5
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giulia479

    31/03/2020 21:29:30

    E' stato amore a prima pagina. Non c'è niente da fare, come fa riflettere e ridere a crepapelle Zerocalcare non ce n'è. Il suo essere romano, intelligente, irriverente e come la tocca piano con certi argomenti non ci sono eguali. Io ne comprerò uno dopo l'altro, senza sosta.

  • User Icon

    rosM

    25/10/2019 14:09:04

    Adoro Zerocalcare e ho letto tutto quanto ha pubblicato sino ad ora, proprio per questo, forse, questo suo libro non mi ha convinto fino in fondo: pur sempre impregnato del suo acuto sarcasmo e fitto di rimandi e spunti di riflessione intelligenti, sembra di leggere qualcosa di già detto da lui, di ripetuto, si ritrovano temi che definirei forse non di nuova maturità dopo Kobane calling: gli accolli, le mille chiamate, il senso di colpa del non riuscire a dire di no, e poi sembra anche voglia togliersi qualche sassolino dalla scarpa rispetto a esperienze passate che lo riguardano in quanto artista che deve esporsi e non sempre becca l'occasione giusta. Insomma, un testo un po' immaturo, ho la sensazione che basterebbe leggere i precedenti e farne a meno.

  • User Icon

    Julian

    23/09/2019 13:39:52

    Macerie prime parla di tutti noi. Chi non si è sentito almeno una volta sobbarcato dagli impegni e dalle chiamate di amici, parenti e colleghi volendo spegnere per sempre ogni apparecchio elettronico che ci rende rintracciabili? Zerocalcare, come solo lui sa fare, lo racconta portando alla riflessione, talvolta anche al riso. Magistrale come sempre. Esiste anche il seguito, con la conclusione della vicenda riguardante il fantomatico "bando".

  • User Icon

    Roberto Ferrilli

    22/09/2019 16:53:40

    Bello, bello, bello.... Mi é capitato per caso tra le mani e dopo averlo letto ho comprato tutti gli altri fumetti di Zerocalcare.

  • User Icon

    marycii

    22/09/2019 14:22:49

    Nelle prime pagine ho avuto difficoltà ad entrare nel mondo dell'autore e del libro. Subito dopo, mi sono immersa totalmente in questa graphic novel che non è altro che la rappresentazione concreta delle nostre paure. Il fatto di vederle lì, concretizzate in un'opera d'arte, ci dà una sensazione di sollievo data dal fatto che esse sono condivise da una intera generazione (anche più di una). Ho amato anche la capacità di ironizzare sui problemi della società moderna. Un'ottima lettura ed una felice scoperta.

  • User Icon

    Marco

    21/09/2019 15:56:09

    Zerocalcare in quest'opera racconta la storia di un'epoca, di una generazione. Chi nasce ed è vissuto negli anni '80 ed era avvezzo già alle pubblicazioni dell'autore, sicuramente riconosce ed apprezza le continue citazioni che egli compie all'interno delle sue vignette. Questo libro pero' non cita soltanto, ma raccoglie a piene mani il cuore di quella generazione e ne racconta la situazione contemporanea, lacerata, divisa, caduta in macerie. A dispetto dei personaggi di cui si parla, frutto di una precisa fascia storica, la graphic novel in questione non ha un pubblico predefinito, e puo' essere letta e apprezzata da chiunque, anche solo per rendersi conto della situazione odierna e vivere il racconto di uno che vive in prima persona quello che racconta.

  • User Icon

    Daniele

    21/09/2019 12:10:27

    Insieme al suo seguito (Macerie prime – sei mesi dopo) è l’opera che ho adorato di più di Zerocalcare. È un vero e proprio pugno allo stomaco, duro e vero, e rappresenta incredibilmente bene la natura dei rapporti tra le persone della mia età (tra i 25 e i 35 anni) che si ritrovano a fare i conti con le aspettative della società e degli individui, con i cambiamenti dovuti al raggiungimento dell’indipendenza o invece con la ricerca disperata di un’indipendenza

  • User Icon

    Anita

    20/09/2019 12:39:27

    Un capolavoro di Zerocalcare da leggere assolutamente

  • User Icon

    Emilio

    19/09/2019 19:18:41

    Zerocalcare ha la capacitá di farti commuovere e ridere quasi contemporaneamente. Questo libro tratta di ciò che ci rende umani e di quanto sia facile perderlo a causa delle vicende della vita. Lettura leggera e molto scorrevole, ti tiene incollato fino alla fine.

  • User Icon

    DP

    02/06/2019 19:47:48

    La crudezza della verità e le battute di spirito tipiche di Zero...la vita di tutti i giorni, i problemi tra amici o tra fidanzati, la precarietà del lavoro e tutti i problemi che con il tempo ci fanno perdere un pezzo di noi, si intrecciano e non smettono di far breccia nel cuore del lettore.

  • User Icon

    Pietro

    30/04/2019 12:24:28

    E per la prima volte prendo un'edizione variant di un fumetto. Come ho già detto iniziai a leggere zerocalcare con grande diffidenza ed invece dovetti ricredermi completamente, questo suo ultimo lavoro non è da meno, certo le tematiche sono di certo più leggere di kobane calling ma molto più vicine a noi, al nostro universo di vita, di preoccupazioni e di problemi...forse è proprio per questo che riesce a colpire più al cuore, a farti più male con alcune frasi ed alcuni pensieri pungenti e graffianti...molto intelligente anche la trama post-apocalittica che porta quella vena di mistero ad un racconto all'apparenza normale, ma che zerocalcare è bravissimo a rendere forte ed interessante ed ad attirarti a leggere il prossimo...a tra sei mesi, che saranno trascorsi in entrambi gli universi, reale e fumettistico! Da leggere davvero!

  • User Icon

    Pierfilippo Pierucci

    17/03/2019 11:00:30

    Bellissimo il titolo e anche il testo. Sono un fan di Zerocalcare che, libro dopo libro, continua ad affermarsi come uno dei migliori fumettisti e narratori italiani. Stile unico.

  • User Icon

    Consuelo

    23/02/2019 15:41:29

    Zerocalcare è una garanzia anche se devo ammettere che ho preferito altri lavori, resta comunque una opinione estremamente positiva.

  • User Icon

    Lorenzo7

    24/01/2019 16:45:47

    Romanzo comico-satirico sui trentenni di oggi.E' la prima opera di Zerocalcare che leggo e l'ho apprezzata molto.

  • User Icon

    Dublino80

    01/11/2018 15:18:34

    Lavoro bello intebso. Fotografa dubbi e paure di una generazione. Ironico e la parte i Julian Ross esilarante. Unico. Complimenti

  • User Icon

    Antonio

    21/09/2018 16:12:16

    In “Macerie prime” per la prima volta Zerocalcare non sfrutta unicamente il punto di vista del personaggio che lo rappresenta, ma entra anche nella mente degli altri protagonisti, i suoi migliori amici. Questi personaggi erano perlopiù già noti da altre storie di Zerocalcare, ma qui la loro psicologia e le loro storie diventano molto più centrali. In questo modo il fumettista rappresenta efficacemente le problematiche della sua generazione. Infatti la storia diventa corale, si moltiplicano le vicende e le situazioni tremendamente attuali che sono rappresentate. Gli amici del protagonista hanno tutti un lavoro precario, alcuni sono alle prese con la nascita di un figlio, altri hanno problemi di coppia perché non riescono a trovare la stabilità, altri sono estremamente frustrati per il lavoro che devono svolgere. Tutti, insomma, stanno attraversando un periodo di crisi, compreso Zerocalcare, che è oberato dal lavoro e decide di pensare di più a se stesso, trascurando così i suoi affetti… Una storia in cui tutti i giovani possono riconoscersi, che sfrutta immagini molto potenti. Parallelamente alla storia principale, infatti, è presentato un mondo post-apocalittico popolato da creature malvagie che costringono alla disumanizzazione. Una lettura consigliata a tutti, davvero matura, che forse segna una svolta nella produzione di Zerocalcare!

  • User Icon

    Antonio

    21/09/2018 15:58:07

    In “Macerie prime” per la prima volta Zerocalcare non sfrutta unicamente il punto di vista del personaggio che lo rappresenta, ma entra anche nella mente degli altri protagonisti, i suoi migliori amici. Questi personaggi erano perlopiù già noti da altre storie di Zerocalcare, ma qui la loro psicologia e le loro storie diventano molto più centrali. In questo modo il fumettista rappresenta efficacemente le problematiche della sua generazione. Infatti la storia diventa corale, si moltiplicano le vicende e le situazioni tremendamente attuali che sono rappresentate. Gli amici del protagonista hanno tutti un lavoro precario, alcuni sono alle prese con la nascita di un figlio, altri hanno problemi di coppia perché non riescono a trovare la stabilità, altri sono estremamente frustrati per il lavoro che devono svolgere. Tutti, insomma, stanno attraversando un periodo di crisi, compreso Zerocalcare, che è oberato dal lavoro e decide di pensare di più a se stesso, trascurando così i suoi affetti… Una storia in cui tutti i giovani possono riconoscersi, che sfrutta immagini molto potenti. Parallelamente alla storia principale, infatti, è presentato un mondo post-apocalittico popolato da creature malvagie che costringono alla disumanizzazione. Una lettura consigliata a tutti, davvero matura, che forse segna una svolta nella produzione di Zerocalcare!

  • User Icon

    Paola

    21/09/2018 13:09:00

    Prima parte della ultima opera di zero calcare. Come tutte le sue opere questo è uno spaccato della sua vita ma lo vedo come una forma di maturazione, sua e dei suoi amici. Una visione spesso schietta che tutti noi nel nostro quotidiano vediamo e questo per me è un plus che apprezzo. SI legge rapidamente e con scorrevolezza. Nella mia top 3 personale tra le opere di zero

  • User Icon

    Chris

    19/09/2018 21:04:19

    Zerocalcare non delude. Con questa sua nuova opera dimostra grande maturità e una profonda sensibilità per tematiche attuali. I suoi personaggi stanno crescendo insieme a lui, insieme a noi e insieme a questo mondo sempre più caotico di cui ormai rimangono soltanto macerie.

  • User Icon

    Enrico

    19/09/2018 14:30:50

    Zerocalcare si è nuovamente superato con questo fumetto. Un'opera matura, ricca di sensibilità ed emozioni verso i cambiamenti e la crescita che la vita ci mette davanti. Consiglio questo fumetto a tutti anche a chi per la prima volta si approccia a Zerocalcare e lo conosce poco, non vi deluderà.

Vedi tutte le 36 recensioni cliente
  • Zerocalcare Cover

    Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech, è un fumettista italiano. Realizza i suoi primi lavori appena dopo il le scuole superiori realizzando un racconto a fumetti delle giornate del G8 di Genova del 2001. Ha collaborato con il quotidiano «Liberazione» e con le riviste «Carta», «Repubblica XL» e «Internazionale». Del 2011 è il suo primo libro a fumetti, La profezia dell’armadillo, pubblicato prima da Edizioni Graficart e poi da Bao Publishing che continuerà a pubblicare i libri seguenti, come Un polpo alla gola (2012), Ogni maledetto lunedì su due (2013), Dodici (2013), Dimentica il mio nome (2014), L'elenco telefonico degli accolli (2015), Kobane calling (2016), Macerie prime (2016), La... Approfondisci
Note legali