La madre dello sposo

The Mating Season

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Mating Season
Paese: Stati Uniti
Anno: 1951
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,74

€ 12,99
(-25%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 11,89 €)

Val e Maggie sono freschi sposi, tanto freschi che Maggie non ha mai conosciuto sua suocera Ellen. Quando questa capita a casa dei piccioncini, per un equivoco la nuora crede che essa sia la nuova cuoca mandata dall'agenzia. Ellen sta al gioco e convince il figlio ad assecondarla convinta così di tenere meglio a bada il giovane Kalinger, figlio del datore di lavoro di Val nonché innamorato di Maggie. Ben presto la situazione degenera.
  • Produzione: A & R Productions, 2016
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 101 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area0
  • Contenuti: trailers; foto; manifesto originale
  • Mitchell Leisen Cover

    "Regista statunitense. Grande professionista, metodico e scrupoloso, comincia a lavorare a Hollywood come costumista per C.B. DeMille (Maschio e femmina, 1919), E. Lu­bitsch (Rosita, 1923), R. Walsh (Il ladro di Bagdad, 1924). Dalla fine degli anni '20 si dedica alla scenografia di alcune sontuose produzioni di DeMille, quali Il Re dei Re (1927), Madame Satan (1930), Il segno della croce (1932). Il suo innato senso dello stile è evidente anche nell'attività di regista. Comincia a dirigere nel 1933 e in ogni suo film si impegna per ottenere uno splendore formale che in alcuni casi compensa la debolezza del materiale assegnatogli. Mette in luce la sua abilità nella commedia tra la fine degli anni '30 e l'inizio dei '40, grazie alle sceneggiature di P. Sturges (Che bella vita, 1937; Ricorda quella... Approfondisci
  • Gene Tierney Cover

    "Attrice statunitense. Bellezza corvina, sensuale e misteriosa, esordisce in forma smagliante nell'atipico western di F. Lang Il vendicatore di Jess il bandito (1940). Già protagonista luminosa (Inferno nel deserto, 1941, di H. Hathaway) brilla di sinistra perversione sulle corde del kitsch (I misteri di Shanghai, 1941 di J. Von Sternberg), e si muove con leggerezza e fascino tra la commedia «faustiana» (Il cielo può attendere, 1943, di E. Lubitsch), e quella fantastica (Il fantasma e la signora Muir, 1947, di J.L. Mankiewicz). Intanto la consacrazione dell'Oscar nel noir più torbido (Vertigine, 1944, di O. Preminger) e l'interpretazione «patologica» di Femmina folle (1945) di J.M. Stahl, trovano un seguito per mano dello stesso Preminger (Il segreto di una donna, 1949; Sui marciapiedi, 1950)." Approfondisci
  • Miriam Hopkins Cover

    "Attrice statunitense. Minuta, aggraziata, dallo sguardo furbo e malizioso, incarna l'ideale femminile di leggerezza, ironia e astuzia celebrato dalle commedie sofisticate di E. Lubitsch, di cui è interprete d'elezione. Le sue performance frizzanti e allusive sono tra le più godibili degli anni '30 e denotano uno stile e un'eleganza non comuni. Ex ballerina, inizia a recitare in seguito a un infortunio a una caviglia, che la costringere a interrompere gli studi. Alla fine degli anni '20 è già una celebrità a Broadway. Nel 1930 viene scritturata dalla Paramount ed è protagonista, per la regia di E. Lubitsch, del sublime Mancia competente (1932), in cui impersona una ladra deliziosa e impudente; e di Partita a quattro (1933), dove è una affascinante bohémienne ribelle alle convenzioni sociali.... Approfondisci
Note legali