La mafia uccide solo d'estate

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,99

€ 9,99

Risparmi € 2,00 (20%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Crescere e amare nella Palermo della mafia. Un racconto lungo vent'anni attraverso gli occhi di un bambino, Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c'è ancora spazio per la passione e il sorriso. Arturo tenta di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari e che vede come una principessa. Sullo sfondo scorrono e si susseguono gli episodi di cronaca accaduti in Sicilia tra gli anni '70 e '90.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianmarco

    23/09/2018 08:52:07

    FIlm di qualche anno fa, forse passato un pò in sordina ma che ora è ritornato in auge dopo la serie tv. FIlm che racconta la "banale" storia d'amore di un ragazzino in una palermo dove all'ordine del giorno c'erano vicende di stragi, di uccisioni, di vigliaccate da parte di persone che chiamarle uomini è un insulto al genere umano. Meravigliosa storia che con leggerezza cerca di far aprire gli occhi alle persone, di far comprendere cosa è stato e cosa succede tutt'ora e quali sono i veri eroi, quali sono i sacrifici che i semplici cittadini devono sopportare quotidianamente. Veramente consigliato. FIlm secondo me da far vedere in ogni scuola, perchè queste storie dovrebbero essere studiate e i veri eroi della nostra nazione, i vari CHINNICI, BORIS GIULIANO, PIO LA TORRE, CARLO ALBERTO DALLA CHIESA dovrebbero essere conosciuti da tutti come paladini della verità e della giustizia che hanno rinunciato alla propria vita in nome di questi ideali.

  • User Icon

    Paolo

    18/09/2018 13:57:08

    Ho visto il film con notevole ritardo rispetto all'uscita al cinema su consiglio di un amico e devo dire che è stata una piacevole sorpresa. Conoscevo PIF come iena ma non immaginavo fosse in grado di raccontare fatti delicati come quelli di mafia con uno stile insolito e originale ripercorrendo la "stagione delle stragi" attraverso gli occhi di un ragazzino comunque non in grado, data l'età, di comprendere appieno ciò che si sta verificando intorno a lui. Veramente bravo PIF anche nel lasciar intendere le responsabilità dei politici dell'epoca senza però appesantire la trama bensì avvalendosi di allusioni e battute dal sapore amaro. Consigliato!!!

  • User Icon

    FAbio De Rosa

    20/11/2014 13:59:36

    Bel film, duro ma pieno di passione. Speravo in un capolavoro, non lo e', ma vale la pena vederlo, aiuta a capire

  • User Icon

    Thorin

    26/10/2014 12:56:53

    Miglior film italiano degli ultimi anni, divertente, originale e profondo altro che La Grande Bellezza. Davvero una bella sorpresa.

  • User Icon

    Cristiana

    11/05/2014 09:39:14

    Racconta le stragi di mafia come se fosse una favola per bambini. Meglio che niente? mah?!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Il film trova la sua rilevanza in quello che racconta e la sua forza in come lo racconta e come rappresenta la mafia senza indulgenze celebrative

Trama
Arturo ha pochi anni e un segreto romantico che condivide con Rocco Chinnici, giudice e vicino di Flora, la bambina che gli ha incendiato il cuore. Nato a Palermo, Arturo è stato concepito il giorno in cui Totò Riina, Bernardo Provenzano, Calogero Bagarella e altri due uomini della famiglia Badalamenti, uccisero Michele Cavataio vestiti da militari della Guardia di Finanza. Da quel momento e da che si ricordi la sua vita, spesa a Palermo, è stata allacciata alla Mafia e segnata dai suoi efferati delitti. Cresciuto in una famiglia passiva, in una città 'muta' e tra cittadini incuranti dei crimini che abbattono i suoi eroi in guerra contro la Mafia, Arturo prova da solo a produrre un profilo e un senso a quegli uomini contro e gentili che gli offrono un iris alla ricotta (il commissario Boris Giuliano) o gli concedono un'intervista (il Generale Dalla Chiesa). L'unico che proprio non riesce a incontrare, ma di cui ritaglia e colleziona foto dai giornali, è il premier Giulio Andreotti, che da una trasmissione televisiva gli impartisce un'ideale lezione sentimentale da applicare al cuore della piccola Flora. Gli anni passano, la Mafia cresce in arroganza e crudeltà e i paladini della giustizia vengono falciati, sparati, esplosi. Soltanto Arturo rimane uguale a se stesso, ossequiante e 'svenduto' in una televisione locale e nella campagna elettorale di Salvo Lima. Ma la morte di Giovanni Falcone e quella di Paolo Borsellino lo risveglieranno da un sonno atavico e dentro una città finalmente cosciente.

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2014
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici; dietro le quinte (making of); scene inedite in lingua originale; trailers