Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita

Marie Kondo

Traduttore: F. Di Berardino
Editore: Vallardi A.
Collana: Sakura
Anno edizione: 2014
Pagine: 247 p., Rilegato
  • EAN: 9788867315192

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Religione e spiritualità - Buddismo - Buddismo Zen

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,82

€ 13,90

Risparmi € 2,08 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    C.L.

    31/03/2017 23:49:16

    Un libro che si può riassumere in questo modo: non continuate a comprare cose che non vi necessitano solo perché vi piacciono, per poi avere la casa piena di cianfrusaglie. Non abbiate paura di gettarle via e non compratene di nuove. Fine. Va considerato che l'autrice vive in Giappone, dove lo spazio è un problema inestinguibile - nella media dei casi le nostre abitazioni sono un po' più grandi - e che, a quanto ho avuto modo di sospettare, la brava Marie è una compratrice compulsiva. Il suo consiglio (che ho riassunto poco sopra) poteva essere descritto e motivato in due pagine, non serviva un libro intero in cui tra l'altro si ripete più volte. Certo, dà consigli sul'organizzazione dello spazio degni di un astronauta, ma non credo che il libro valga davvero la spesa e la lettura. Io l'ho visto più come un tentativo di auto terapia e risoluzione di un proprio problema, più che un libro per gli altri. Della parte in cui ci esorta a ringraziare le nostre scarpe per averci portato in giro tutto il giorno, poi, preferisco non parlare...

  • User Icon

    ala

    23/08/2016 13:50:27

    riassunto 1.buttare non solo quello che non ci serve (concetto troppo vago), ma quello che per noi non significa nulla; 2.mettere le cose in verticale e non in orizzontale, ogni qual volta possibile. Ovviamente non è la Bibbia e neppure la Divina Commedia, si tratta di trarre qualche insegnamento utile che sia possibile applicare nelle nostre vite. Ricordandoci che il primo è il consiglio più importante, e che se siamo stati in tanti a leggere questo libro è colpa di una società consumistica che ci abbindola con sconti, offerte e mode.

  • User Icon

    bruna

    10/02/2016 14:53:41

    Ho dato 2 per non essere irrispettosa verso l'autrice di questo libro! ma è normale che non si debba essere degli accumulatori seriali ma nemmeno vivere con una casa dove non c'è vita! dove un libro in più ,ah oddio non è possibile ,dobbiamo liberarcene subito.Mi spiace perché mi è stato regalato ,ma forse non farò faticaanzi senza forse aliberarmene!!!!!! viva il disordine!!!!!!!!!

  • User Icon

    Sergio27

    23/11/2015 12:49:39

    Ho scoperto evidentemente in ritardo questo manuale - visto il numero di commenti già presenti - ma decisamente mi è servito. Ho trovato un metodo per riporre le cose e per mantenere l'ordine. Cosa non da poco, visto che vivo da solo e devo sbrigarmela con la mia sola organizzazione...

  • User Icon

    anto anto

    30/09/2015 17:23:13

    Difetto principale: essere ripetitivo e a tratti maniacale nei concetti. Ma con il giusto approccio mentale è sicuramente d'aiuto, bisogna entrarci psicologicamente: è come con la dieta si fa con la testa, non con la bocca. Dà un sacco di buoni suggerimenti, io ho cominciato con l'abbigliamento, borse e scarpe. La collocazione in verticale dei capi (come il cassetto di un archivio con le cartelle verticali dentro)è proprio ottima. Aprire i cassetti e vedere tutto in una sola volta, magliette, maglioni, canotte, intimo è un bel colpo d'occhio E ricordate: "buttare" non è inteso come gettare nella pattumiera, ma liberare le nostre case, basta infilare i sacchi nel contenitori della Caritas o darli a qualche associazione. "Se i nostri vestiti non ci rendono più felici, possono farlo con altri"!!!!! Insomma dategli la giusta importanza.

  • User Icon

    Gina Neri

    24/09/2015 20:55:14

    Pessimo acquisto! L autrice non fa altro che ripetere dalla prima all ultima pagina di sbarazzarci delle cose che non utilizziamo dai vestiti che non indossiamo piu ai libri che abbiamo gia letto:e c'era bisogno che ci scrivesse un libro per capire che se buttiamo via tutto vivremo sempre nell ordine totale?... . Certo non restera'piu niente da dover sistemare!!!

  • User Icon

    silvia

    19/07/2015 22:46:51

    Fare posto al nuovo eliminando le stratificazioni emotive è solo uno dei temi trattati, si parla anche del rispetto per gli oggetti e di ciò che a essi ci lega, in maniera quasi animista e meno superficiale di quanto ci si possa aspettare da un manuale. Sembra piuttosto di trovarsi di fronte un trattato di estetica e percezione visiva: il rapporto con lo spazio, con i materiali, con i colori, ha un ruolo importante che affonda le radici nella tradizione culturale e religiosa giapponese. A proposito di leggerezza, l'autrice suggerisce di disegnare, o su carta, o in aria, di fronte al nostro sguardo, una linea diagonale, ascendente e una discendente, monitorare la nostra sensazione e disporre gli abiti nell'armadio di conseguenza. Interessante anche il paragrafo sul "rumore visivo" del packaging, quando viene aperta un'anta della dispensa o dell'armadio: "Quelli che a prima vista sembravano normalissimi contenitori erano in realtà ricoperti di informazioni inutili. Le parole invadono il vostro campo visivo, e il cervello le tratta come se fossero informazioni da catalogare, nella mente riecheggiano come un boato, come se qualcuno vi sussurrasse qualcosa costantemente all'orecchio. Le parole diventano rumore e galleggiano nell'aria come flebili interferenze. Strappate gli involucri di plastica indesiderati da deodoranti e detersivi. Eliminando quell'eccesso di informazione scritta che non vi ispira alcuna emozione, potete creare in tutta la casa un'atmosfera di calma e serenità. La differenza che fa questo particolare è talmente sorprendente che sarebbe un peccato non provarci." Coraggiosa ed energica, l'autrice non teme di apparire maniacale, talvolta sfacciatamente assurda, la sua forza risiede proprio in questo, del resto, se si è acquistato un testo del genere, ci avverte, si è disposti a portare avanti un cambiamento, insomma quando l'allievo è pronto il maestro compare...

  • User Icon

    Cristiana

    21/06/2015 21:25:46

    Partiamo dai punti fermi : l'autrice sostiene che in una casa "normale" 30 libri ben scelti sono anche troppi e tutti gli alti vanno buttati, letteralmente! Ciò vi dovrebbe far capire se è il libro fa per voi. Nel mio caso la risposta è probabilmente no: io avrei diverse migliaia di libri da buttare e non ci penso nemmeno....Eppure no, qualche consiglio, meno eccentrico, potreste anche trovarcelo....

  • User Icon

    antonella

    31/05/2015 18:17:44

    Ho comprato il libro pensando forse sperando che fosse un manuale di buone prassi per imparare ad avere la casa ordinata e pulita. In effetti lo è anche ma non nel senso che mi aspettavo ed è questa la vera rivelazione! Infatti la scrittrice, ordinata di professione, ti invita a riflettere circa l'inutilità di molte cose che abbiamo nelle nostre case di cui non riusciamo a liberarci. Il vero atto innovativo, rivoluzionario sta nella capacità di separarcene definitivamente. Come? Semplicemente buttandole dopo aver ringraziato gli oggetti del servizio che ci hanno reso. Al momento sono rimasta perplessa ma poi ho elaborato questo elementare ma profondo concetto e ho cominciato a fare "piazza pulita"di molti oggetti stratificati negli armadi e nei cassetti sentendomi effettivamente "liberata". L'eccesso di cose ingombra le nostre case ma anche noi stessi, non ci lascia spazio per accogliere dentro di noi il "nuovo" ma soprattutto l'essenziale. Per me è stata una vera scoperta e spunto di riflessione, una meditazione catartica. A volte le nevrosi danno grandi risultati....è il caso, secondo me, di Marie Kondo che traendo spunto da questi aspetti un po' maniacali è riuscita a suggerire grandi insegnamenti.

  • User Icon

    Raffaella

    18/05/2015 11:30:38

    Mah. Sono una disordinata cronica, questo è da chiarire subito... e ho acquistato il libro sperando non dico in un miracolo ma almeno in spunti interessanti. La signora kondo ha scritto un bel libercolo (stucchevole, ripetitivo fino alla nausea) in cui offre indicazioni di riordino impensabili ed inattuabili per un occidentale medio. Probabilmente repetita juvant... di sicuro hanno giovato alle sue tasche. Parafraserei un Fantozzi d'annata per chiudere con la celeberrima citazione circa la "corazzata Potëmkin"

  • User Icon

    Lidia

    05/05/2015 12:56:30

    Sicuramente è un tema originale e quando ci si trova davanti questo libro, è impossibile non leggerlo. Lo stile è un pò stucchevole e i concetti sono ripetuti più e più volte, tuttavia alla fine è utile, perchè nella vita è bello viaggiare leggeri! Ma come si fa a ad arrotolare i vestiti in verticale?

  • User Icon

    elena.bazz

    27/04/2015 21:15:09

    Io e il mio compagno siamo solo due delle tante persone che dopo aver letto questo libro hanno iniziato a risistemare e riorganizzare spazi, armadi e cassetti e...abbiamo fatto ordine una volta per tutte! Un libro di straordinaria utilità. Addio disordine! Addio accumulo selvaggio di cose francamente inutili o che non trasmettono più alcuna emozione

  • User Icon

    paola

    12/04/2015 20:51:40

    ottimo libro, incomparabile maestra nel riorganizzare tutto,dai vestiti al libri ai documeti, veramente magnifico, cosa d'altri tempi!!

  • User Icon

    margheritari

    07/04/2015 14:24:56

    libro piacevolissimo, pieno di spunti interessanti. Consiglio di acquistarlo e leggerlo solo a chi ha veramente voglia di confrontarsi con se stesso. Come sempre chi scrive dà una sua personale interpretazione della realtà nessuno possiede la verità assoluta. Ho apprezzato la grande umiltà dell'autrice e la sua totale assenza di giudizio nei confronti dei suoi studenti/clienti. Personalmente mi ha aiutato molto e lo regalerò a persone che credo ne potranno beneficiare. Il massimo insegnamento secondo me è: non perdere tempo a riordinare ma vivi la vita al meglio e secondo le tue regole circondato da bellezza e armonia.

  • User Icon

    Mimi

    30/03/2015 10:23:15

    Non aspettatevi miracoli leggendo questo libro,la vostra casa non si riordinerà mioracolosament da sola! Ci sono due cose da tenere a mente leggendolo: primo, la cultura giapponese è completaemnte differente dalla nostra e di conseguenza anche il modo di riordinare lo è; secondo Kondo-san ha sfruttato una sua personale paranoia per far soldi e questo lo trovo ammirevole, potrebbe essere una buona terapia! Comunque alcune idee sono interessanti (riordinare per categorie, per esempio), ma non le perdonerò mai e poi mai l'dea di gettare i libri (darli ad una biblioteca, ad istituzioni carcerarie, dopolavoro. etc non viene minimamente considerato) e di pensare che le persone che li rileggono non siano normali. Io rileggo i miei libri, anche non per lavoro... sono pazza???

  • User Icon

    Rossella

    21/03/2015 06:55:07

    Il libro mi è piaciuto, è chiaro, ben scritto, di piacevole lettura, e in buona parte applicabile nella realtà. Avrei però fatto un disegno per far capire come piegare i capi in verticale. Per me è stato di aiuto nel spronarmi a mettere mano al riordino del guardaroba e non solo. Al principio guida " tieni quello che ti dà emozione" non avrei mai e poi mai pensato. Offre un approccio un po' diverso dal solito sull'argomento.

  • User Icon

    Sabrina

    18/03/2015 13:08:28

    Onestamente trovo l'autrice "leggermente" paranoica. Ma alcuni spunti sono stati interessanti. Ad esempio la parte riguardante i libri. Ho sempre pensato che non sarei mai riuscita a separami da un libro, ma col suo approccio (tenere solo quelli che ancora ci regalano una emozione) ho fatto un esperimento: di tutti i 17 libri presenti su una mensola della mia libreria, solo 5 mi davano ancora una emozione. Questo mi ha fatto riflettere.

  • User Icon

    MissBates

    16/03/2015 17:49:54

    ho letto questo libro solo perché ne ho sentito parlare in radio. Non mi sarebbe mai e poi mai venuto in mente di scegliere di leggere un libro sul riordino. Invece devo ricredermi e diversi spunti e consigli gli ho giá messi in pratica e ne sono entusiasta. Altri concetti descritti sono un pó esagerati e maniacali. Quindi consigliato ai disordinati, soprattutto a quelli che accumulano un sacco di cose e devono imparare a buttare via, ma non solo...si puó sempre migliorare.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione