Mal di pietre (DVD)

Mal de pierres

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Mal de pierres
Regia: Nicole Garcia
Paese: Francia
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,99 €)

Un appassionante mélo ispirato al romanzo di Milena Agus

Gabrielle viene da un paesino del sud della Francia, in un'epoca in cui il suo desiderio di trovare il vero amore è considerato scandaloso. I genitori la obbligano a sposare José, un onesto e amorevole contadino spagnolo. Un giorno, Garbrielle si reca sulle Alpi per curare i suoi calcoli renali, e lì incontra André, un affascinante reduce rimasto ferito durante la guerra d'Indocina, che risveglia in lei una passione sopita. Questa volta è determinata a seguire i suoi sogni.

Un'opera che evita il rischio del Mélo entrando nell'intimo dei personaggi e portando la storia a un livello superiore

Trama
Anni Cinquanta. Gabrielle vive in un piccolo paese nel sud della Francia. Vedendola presa da passioni che ritengono sconvenienti i genitori la fanno sposare con José, un gentile e onesto contadino spagnolo, sperando che questo la induca a comportarsi come si vorrebbe. Quando però si ritrova affetta da calcoli renali e viene inviata in una casa di cura sulle Alpi incontra un ufficiale che ha combattuto in Indocina e se ne innamora. Da quel momento il suo pensiero e i suoi sentimenti sono rivolti solo a lui. Saranno le situazioni della vita a decidere cosa ne sarà del suo desiderio.

  • Produzione: Good Films , 2017
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 116 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Italiano (Dolby Digital 5.1);Originale (Dolby Digital 2.0);Originale (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1 16:9
  • Area2
  • Nicole Garcia Cover

    "Attrice, regista e sceneggiatrice francese. Dopo essersi cimentata con il teatro, approda al cinema in film dimenticabili (Calma ragazzi, oggi mi sposo, 1968, di J. Girault); ma presto si costruisce l'immagine di un'eroina fredda e passionale allo stesso tempo. Dimostra di trovarsi a suo agio in film per il vasto pubblico (come Morti sospette, 1978, di J. Deray) così come in pellicole d'autore (Mon oncle d'Amérique - Mio zio d'America, 1980, di A. Resnais). Sostiene uno dei suoi ruoli più forti nel film di guerra L'honneur du capitaine (L'onore del capitano, 1982) di P. Schoendoerffer interpretando Patricia Caron, moglie di un soldato sotto processo. Debutta da regista nel 1990 con Un week-end su due; nel 1998 vince il premio César per la miglior regia con Place Vendôme, nel 2001 dirige D.... Approfondisci
  • Marion Cotillard Cover

    Attrice francese. Figlia d’arte, s’impone giovanissima nel successo popolare di Taxxi (1998) di G. Pirès, confermandosi nei due successivi sequel (2000 e 2003, entrambi per la regia di G. Krawczyk). Fisico minuto, tratti infantili nel viso deliziosamente imbronciato, un sex appeal quieto che esplode improvviso, è perfetta nell’epica amorosa dall’infanzia alla vecchiaia di Amami se hai coraggio (2003) di Y. Samuell. Anche Hollywood si accorge di lei e le affida figure femminili sospese tra lo stereotipo e l’originalità in Big Fish (2003) di T. Burton e in Un’ottima annata - A Good Year (2006) di R. Scott. Il ruolo di E. Piaf, nel biopic La vie en rose (2007) di O. Dahan, in cui dà prova di grande talento mimetico, le guadagna un enorme successo di critica (coronato, tra gli altri, dall’Oscar... Approfondisci
  • Louis Garrel Cover

    "Attore francese. Figlio d’arte, fin da bambino compare nei film sperimentali del padre, Philippe G. Cresciuto, reincarna nel corpo e nel volto la bellezza irregolare e selvatica tipica di molta Nouvelle vague, quasi un Antoine Doinel dei giorni nostri (non a caso il suo padrino è J.-P. Léaud). È del tutto a suo agio nel ’68 parigino di The Dreamers (2003) di B. Bertolucci, nel ruolo che lo impone all’attenzione internazionale, e nell’analoga Parigi di Gli amanti regolari (2005) del padre Philippe, che gli vale il César come miglior promessa maschile. Il regista C. Honoré ne fa il proprio attore feticcio: in Ma mère (2004) intrattiene uno scabroso rapporto ai limiti dell’incesto con la madre (I. Huppert); in Dans Paris (Dentro Parigi, 2006) è, dei due, il fratello solare e intraprendente,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali