Il manifesto del comunismo digitale - Michele Tripodi - ebook

Il manifesto del comunismo digitale

Michele Tripodi

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Editore: Cavinato Editore
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 293,69 KB
  • EAN: 9788869826467
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,99

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“IL MANIFESTO DEL COMUNISMO DIGITALE”, è un tentativo di valorizzare e mettere in luce l'attualità del marxismo in una veste nuova e avveniristica.
L’economia mondiale è retta da regole convenzionali, stabilite a piacimento dai potenti che accumulano denaro e manipolano i destini dell’umanità allo scopo dell’arricchimento di pochi.
Il sistema capitalistico tuttavia si rivela sempre più una bolla di sapone, dal funzionamento instabile e somigliante al meccanismo delle scatole cinesi.
La ricchezza ottenuta è spesso vacua e artefatta. Quella reale è invece concentrata nelle mani delle oligarchie finanziarie, detenuta alle spalle dei popoli e sulla miseria delle moltitudini. 
Ma, fortunatamente, la facilità delle comunicazioni attraverso la rete internet determinerà un sistema di relazioni sociali nuovo, che svilupperà una coscienza digitale rivoluzionaria tra i poveri e i bisognosi.
Le nuove avanguardie digitali  saranno protagoniste della rivoluzione che, stavolta, forse non si combatterà con le armi, conducendo inevitabilmente l’umanità verso una dimensione diversa, fondata sull’eguaglianza sostanziale, sulla pace e sulla solidarietà tra i popoli più deboli. 
Nel mondo di oggi e di domani, infatti, le nuove tecnologie informatiche, associate ai principi di trasparenza e di autogoverno strutturati sul protocollo Blockchain, soppianteranno la cosiddetta “democrazia per delega” che lascerà spazio alla partecipazione diretta di tutti gli individui alle decisioni comuni ed alle scelte politiche. Le piattaforme “collaborative” digitali e, dentro di esse, la “condivisione organizzata” saranno le basi di partenza per rifondare la società civile e ricostruire i rapporti umani e sociali, secondo principi di condivisione, di etica pubblica, di giustizia sociale, ovvero i valori collettivi propri del comunismo.


 
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    Robin

    12/06/2018 15:43:39

    Ho scaricato il formato digitale. Ma quello cartaceo? Devo dire che mi ha entusiasmato, soprattutto dove si parla della rivoluzione digitale dei poveri uniti nella rete dalle piattaforme. La cosa più innovativa sta nel fatto che il capitalismo tecnologico si può sconfiggere con i suoi stessi mezzi ed anche senza troppi sforzi. Bisogna unire le coscienze dei popoli e degli umili e lottare per cambiare il sistema economico mondiale. bel lavoro ;-)

Note legali