Categorie

Ildefonso Falcones

Traduttore: N. Di Girolamo
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2010
Pagine: 911 p., Brossura
  • EAN: 9788830428980
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 7,56

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    piepalmi

    09/07/2015 09.29.46

    Romanzo storico su avvenimenti che almeno in Italia si conoscono poco. Descrizioni di avvenimenti di massa di notevole spessore, sembra di vivere alcune scene. Il protagonista è ben ritratto nelle sue angosce. Ciò nonostante il romanzo manca di fluidità. Sembra si salti di palo in frasca molto spesso. La narrazione è molto discontinua con creazione di situazioni personali dei protagonisti molto elaborate, troppo cerebrali.

  • User Icon

    Iryna

    28/06/2015 15.25.56

    Sono d'accordo con chi dice che 200- 300 pagine in meno potevano rendere il romanzo molto piu' bello. La storia e' interessante ma e' stata esageratamente dilungata. Mi spiace non dare il massimo, ma troppe vicende inutili e le descrizioni noiose, che appesantiscono il libro.

  • User Icon

    Sergio

    12/01/2015 21.11.21

    Sono passati 200 anni da 'La cattedrale del mare', e tutto è cambiato. L'amore è diventato odio feroce che arriva al massacro, ed è la guerra di religione. Un romanzo che non si distigue dalla Storia e che, comunque lascia una sensibile traccia di sentimenti. Un altro grande libro di Falcones, che guida lungo le pagine senza dubbi né retropensieri: la storia è lì. Tante pagine ma ,quando pensi di deporre il libro, senti la voce: continua a leggere, continua a leggere, contin.......

  • User Icon

    roberto

    09/01/2015 12.45.28

    ahi ahi, dopo il notevole "la cattedrale del mare", falcones purtroppo non riesce qa ripetersi. Punti positivi: la storia di per sè è interessante ed esplora una vicenda di cui penso in generale tutti sappiamo poco; l'ambientazione è splendida e ben trasposta; alcuni personaggi sono azzeccati, in particolare il protagonista, che è combattuto e complesso come si conviene a una persona reale. Punti negativi: la lunghezza, ma con una precisazione: in sè la lunghezza non è un problema, anzi in alcuni casi è funzionale ad un'opera veramente coinvolgente e olistica (penso a ken follett o anche a schatzing col suo monumentale ma eccezionale "limit"). Il problema qui è che sembra che l'autore abbia scritto questo romanzo senza una idea precisa della trama, aggiungendo situazioni, personaggi e sottotrame continuamente, senza un'impalcatura chiara. Non amo romanzi in cui appaiono personaggi decisivi (Rafaela) a tre quarti, come un deus ex machina, sembra una forzatura per far virare la storia verso una direzione smarrita. Manca inoltre il respiro epico de "la cattedrale", sostituito da beghe familiari di livello basso e ripetute continuamente, innestate da un manicheismo esasperato sia sui personaggi che sulle religioni in generale. Infine non ci sono grandi colpi di scena, se non quello delle scelta finale di hernando, e alcune situazioni sono quasi paradossali (sfighe colossali poi bilanciate da improvvisi colpi di pura fortuna, matrimoni combinati da ragazzetti...). In generale purtroppo devo sconsigliare il romanzo e reindirizzare tutti a "la cattedrale del mare"

  • User Icon

    Francesca Dei

    30/09/2014 15.15.05

    Dire che è bello è dire poco! ! Uno dei migliori libri della mia vita MERAVIGLIOSO

  • User Icon

    Pifoyde

    01/08/2014 15.46.23

    Libro impegnativo da leggere non solo per le oltre 900 pagine, ma lo spessore dei personaggi nonché la dettagliata descrizione storica, in aggiunta al fatto che mai lo stesso volume risulti noioso lo rendono consigliabile, anche se non per tutti. Le ultime cento pagine sono particolarmente drammatiche, però il finale... Quanti crimini in nome della religione, soprattutto di quella cattolica, l'umanità non ha ancora imparato, ahime.

  • User Icon

    gianni

    28/05/2014 14.38.18

    Libro meraviglioso...... ero li con hernando e fatima a combattere, falcones mi era già piaciuto con la cattedrale del mare ma con la mano di fatima mi ha entusiasmato!!!! Da leggere assolutamente :-) ottimo !!

  • User Icon

    Sara

    16/05/2014 18.35.55

    Ho deciso di leggere "La Mano de Fatima" perché ho tovato "La Catedral del Mar" un libro molto interessante (che è diventato uno dei miei libri preferiti). Sfortunatamente non posso dire lo stesso di questo romanzo. Molto interessanti i fatti storici svolti in queste pagine, soprattutto il tema dei Libri Plumbei, ma onestamente troppo lungo e pesante. Peccato perché il tema e l'idea erano super!

  • User Icon

    ELENA

    10/02/2014 10.59.50

    Questo è il primo libro che leggo di Falcones e sarà anche l'ultimo, noioso, pesante inutilmente lungo, sono pienamente d'accordo con chi dice che 200, 300 pagine in meno avrebbero solo giovato al romanzo, l' autore si dilunga in particolari, in descrizioni che sfiniscono il lettore e non aggiungono nulla alla trama, peccato perchè l'argomento era veramente interessante e di solito amo i romanzi a sfondo storico, ho letto grandi classici della letteratura anche piuttosto lunghi e impegnativi che mi hanno appassionata mille volte di più.

  • User Icon

    Mario

    13/11/2013 22.33.56

    Lo ammetto, l'ho comprato perché l'ebook era in offerta e perchè mi attirano sempre i romanzi di questo tipo. In realtà non pensavo di trovarmi a leggere un trattato di storia spagnola stile Ken Follett ne "I pilastri della terra". La storia e i luoghi che tratta Falcones in questo libro erano per me completamente sconosciuti, per cui man mano che lo leggevo andavo poi ad approfondire la parte reale della vicenda. Rispetto allo stile di Follett lo trovo un po' più lezioso e preciso fino alla pignoleria su certi particolari. L'ho letto relativamente in fretta, nonostante le 843 pagine, ma, tranne gli ultimi capitoli, non mi sono mai ritrovato con la "necessità" di leggerlo in ogni momento libero della giornata. Probabilmente andrò poi a leggermi anche "La cattedrale del mare". Comunque un ottimo romanzo che poteva durare almeno 200 pagine in meno senza perderci nulla...

  • User Icon

    Griz

    08/09/2013 11.01.40

    Stupendo! Se siete stati in Andalusia non potete non leggere questo libro! Ci sono stati momenti in cui mi sono trovato a sperare che il romanzo non finisse mai per non dover "uscire" dalla sua storia! La lotta tra cristiani e moriscos, nell'andalusia del 500 non poteva essere descritta in maniera migliore! E' il primo libro di Falcones che leggo e mi è piaciuto moltissimo, leggerò sicuramente altro di questo bravo autore.

  • User Icon

    Mariflo

    27/08/2013 22.31.25

    Se il libro fosse terminato dopo 600 pagine circa, avrei dato in giudizio migliore. Nonostante il libro sia scritto molto bene e affronti un capitolo della storia davvero ricco di spunti, la sua durata lo rende, alla fine, faticoso e pesante. La parte relativa ai libri plumbei e al vangelo di Barnaba, è troppo lunga e priva di particolare interesse. La storia dei protagonisti, infine, finisce con l'essere davvero inverosimile, sebbene in un romanzo ci si possa concedere anche questo.

  • User Icon

    Michele

    26/01/2013 13.21.24

    Questo libro è meraviglioso per gli amanti del genere. Un libro storico, ma anche un romanzo che sa tessere sapientemente storia e significati. Mi ha fatto percepire la tragedia di quella generazione e soprattutto la sofferenza dei piccoli cristiani e morisco che fossero. Credo che la dedica finale riassuma il significato più profondo: "in onore di tutti i bambini che hanno sofferto e purtroppo ancora soffrono le conseguenze di un mondo di cui non sappiamo risolvere i problemi". Non negando le difficoltà e le contraddizioni che la vita riserva sempre comunica una parola di speranza.

  • User Icon

    Marco T.

    11/01/2013 16.56.13

    Trovo inutile fare paragoni con "La cattedrale del mare" che è un capolavoro difficilmente eguagliabile. "La mano di Fatima" per me è comunque un romanzo eccellente. Se posso dire la mia: se un romanzo fa schifo più è corto meglio è. Se è magnifico come questo vorrei non finisse mai.

  • User Icon

    Ange

    10/12/2012 19.12.42

    Non bello quanto La cattedrale del mare, ma comunque degno di essere letto. Ci si appassiona presto ai personaggi e alla storia, scritto molto bene. L'unico neo, forse, è l'eccessiva lunghezza.

  • User Icon

    Ale

    11/07/2012 19.00.58

    Molto bello. Ho fatto un pò fatica all'inizio per tutti i nomi arabi, ma poi l'ho letto a colpi di 100 pagine al giorno. Bello la contrapposizione moriscos cristiani, nella quale si specchia tutta la storia dei personaggi. Sicuramente consiglio la lettura.

  • User Icon

    annamaria

    22/02/2012 15.54.53

    L'ho trovato scritto con una dovizia di particolari che non risultano affatto pedanti..anzi ti fa venire voglia di visitare quei luoghi e le cattedrali, la storia è avvincente ed è in bellissimo spunto di riflessione su una questione molto importante come quella delle religioni.

  • User Icon

    dino dibiase

    18/01/2012 13.24.00

    Ancora una volta Falcones riesce a coinvolgermi del tutto.All'inizio il libro si basa molto su descrizioni di luoghi e personaggi e man mano che lo si legge cresce l'aspetto emotivo e umano di questi ultimi.

  • User Icon

    Roberta

    05/01/2012 17.25.16

    Questa storia è molto più impegnativa rispetto a "La cattedrale del mare"... In alcuni tratti è veramente pesante.. tra ingiustizie, stupri e massacri è difficile non farsi prendere dalla disperazione! Una frase ripetuta più volte nel libro racchiude un po' la sua atmosfera: "La vita è un cammino faticoso perché la morte è una lunga attesa." Lo consiglio? Solo a lettori coraggiosi!!

  • User Icon

    debora

    05/12/2011 14.05.09

    Libro meraviglioso, sicuramente un pò lento negli accenni storici comunque necessari per dare un quadro della condizione storica. Personaggi indimenticabili, una storia ricca di emozioni e sentimenti.

Vedi tutte le 89 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione