Categorie

Jedediah Berry

Traduttore: O. Giumelli
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2009
Pagine: 283 p. , Brossura
  • EAN: 9788845924385

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    michele

    15/05/2014 23.03.50

    Libro nel libro, sogno nel sogno... Mi sento ragionevolmente sicuro nell'affermare di non averci capito granché, eppure è stata una lettura divertente. Non ho potuto fare a meno di immaginare l'impiegato-detective con le fattezze di Sam Lowry, lo stralunato protagonista di Brazil: chi ha apprezzato quel film potrà leggere con gusto il Manuale di investigazione.

  • User Icon

    Anna

    29/09/2013 18.29.32

    Spunto originale e ambizioso. L'intreccio narrativo e lo sviluppo, onirico e surreale, colmo di citazioni più o meno esplicite, risulta piuttosto faticoso da seguire. Idea sorprendentemente simile a un recente film di Nolan...

  • User Icon

    luciano.comida

    04/10/2010 10.54.07

    Me ne aveva parlato bene gente di cui mi fido e così l'ho comprato. Ieri sera ho cominciato a leggerlo. Per un po' il gioco romanzesco (pioggia di citazioni fatte da un autore sempre avanti rispetto al lettore che avanza su un terreno liquido e mutevole, onirico-parodistico) mi ha molto stuzzicato e mi pareva promettentissimo. Ma dopo una settantina di pagine mi sono stufato, travolto da eccessi di cerebralità e freddezza compositiva. Per usare due riferimenti: italocalvinismo (autore che non amo per nulla. Anzi) e timburtonismo (regista che non amo per nulla. Anzi).

  • User Icon

    Franko

    16/05/2010 21.40.48

    BelloBello...!!! Delicato, onirico, mai banale.. E poi Unwin (il protagonista) ed Emily sono dei pesonaggi meravigliosi: il sognatore meticoloso e il suo sonnolento braccio destro..

  • User Icon

    Federico

    11/02/2010 15.06.48

    Uno dei libri più belli che abbia mai letto. Finalmente! La storia è strana e - per questo - affascinante, con personaggi stravaganti che rimangono in mente anche terminata la lettura. La trama...diciamo così...è per sognatori. Per chi ha (molta) fantasia, creatività. Non ci sono, infatti, riferimenti: né storici né geografici. Il mondo descritto è il proprio: quello che ci passa per la mente, attraverso le minuziose descrizioni dell'Autore (che dimostra il suo talento narrativo).

  • User Icon

    fabio j.

    29/01/2010 23.47.39

    Romanzo strano, ma piacevole. Il protagonista si muove in un mondo onirico in cui non si hanno molti punti di riferimento. L'autore spiega lo stretto indispensabile e a volte il lettore si perde un po'. Ma si vede il talento del narratore.

  • User Icon

    Carlo

    08/01/2010 16.57.11

    E' decisamente un libro fuori dal comune, per chi ama il surrealismo e le contaminazioni del postmoderno. Immaginate un giallo scritto da Kafka e Chandler, Terry Gilliam e Tim Burton con un pizzico di fantascienza anni '40 e un po' di Freud. In più fatelo con umorismo e eccovi il manuale. Forse non troverete le grandi emozioni, ma qualche bel momento lo passerete.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione