Maria Addolorata - Il pianto di San Pietro - CD Audio di Giuseppe Sammartini

Maria Addolorata - Il pianto di San Pietro

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Giuseppe Sammartini
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
  • EAN: 0747313243129

Secondo CD Naxos che presenta in prima assoluta della Cantate di Sammartini. Come quello già pubblicato con "Il Pianto degli angeli della pace" (NAX 557432), vede come protagonista il direttore milanese Daniele Ferrari con il suo gruppo. Eseguite in San Fedele a Milano nel 1751 queste altre due Cantate sono largamente dominate da una tipica melodiosità e virtuosità italiana, con una scrittura orchestrale ricca di temi che si intessono con armonie audaci.

Disco 1
1
Maria addolorata - introduzione (sinfonia)
2
Recitativo i: figlio, ah figlio ove sei?
3
Aria di cleofe: almen potesse chiudere
4
Recitativo ii: forse cleofe credi
5
Aria di giovanni: rupe in mar, se irato frema
6
Recitativo iii: cleofe, giovanni, ah voi...
7
Aria della beata vergine: il caro suo pegno
8
Recitativo iv: l'uomo, te stessa, e 'l ciel madre rimira
9
Coro finale: col magnanimo consiglio
10
Il pianto di san pietro - introduzione (sinfonia)
11
Recitativo i: potessi, almen col sangue
12
Aria di giacomo: n'empie d'orrore
13
Recitativo ii: o voi felici nel dolore!
14
Aria di pietro: porto il rimorso al fianco
15
Recitativo iii: infelice! che ascolto?
16
Aria di giovanni: da tenebroso velo
17
Recitativo iv: dunque giova sperar?
18
Coro finale: perchi buon dio t'involi?
  • Giuseppe Sammartini Cover

    Compositore. Fratello maggiore di Giovanni Battista S. Fu membro dell'orchestra del teatro ducale milanese; nel 1727 si stabilì a Londra, come oboista nel King's Theatre, allora diretto da Händel. Negli ultimi anni fu direttore della musica da camera presso il principe di Galles. Importante innovatore della musica strumentale, operò nel settore della sonata e del concerto secondo i moduli dell'ultimo periodo barocco, già superando il basso continuo. Fra le sue raccolte spiccano quelle dei Concerti grossi op. 5 (1747) e delle Ouvertures e grandi concerti, op. 7-8 (1752), op. 10 (1756) e op. 11 (1756). I concerti per clavicembalo o organo dell'op. 9 (1754) e quelli postumi (1790) sono di evidente impronta händeliana. Approfondisci
Note legali