Maria Walewska

Conquest

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Conquest
Paese: Stati Uniti
Anno: 1937
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

Napoleone Bonaparte incontra a Varsavia la contessa Maria Walewska che lo supplica di concedere al popolo polacco l'indipendenza. La donna infatuata dell'imperatore abbandona il marito per seguirlo con la speranza di ottenere quello che desidera. Napoleone acconsente che la donna gli stia accanto nelle sue imprese. Dopo la disfatta di Lipsia, Maria va a trovarlo con il figlio avuto da lui sull'isola d'Elba dove e confinato con l'intenzione di convincerlo a rinunciare alla vita politica.
3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Patrizia

    14/01/2020 17:16:32

    L'autentico pregio di questa versione dvd è il recupero dello splendido doppiaggio d'epoca di Tina Lattanzi ed Emilio Cigoli, voci ineguagliabili della CDC. Il film non ha ovviamente un particolare valore storico e non è neanche tra i migliori della "divina" ma la possibilità di riascoltare le voci del passato vale l'acquisto. L'ottimo restauro esalta luci ed ombre del bianco e nero e la comprensione dell'audio è ottima ma, neo frequente purtroppo nelle riedizioni della A & R, la cronica mancanza di sottotitoli non permette di usufruire in pieno della versione originale.

  • User Icon

    Bruno

    23/03/2014 11:47:24

    Storia d'amore fra la contessa polacca Maria Walewska e Napoleone, così come già descritto nella nota del catalogo IBS. Film USA del 1937(titolo "Conquest"). Dramma storico-sentimentale che si avvale di due grandi star dell'epoca. Ho rivisto il film, che già conoscevo, ammirato e sorpreso, ancora una volta, della splendida edizione dell'editore A&R, che qui si avvale del doppiaggio originale, dove primeggia il talento interpretativo e l'impareggiabile voce di Tina Lattanzi. Voglio sperare nella riedizione degli altri due famosi film di Greta Garbo: "La Regina Cristina" e "Margherita Gauthier", con i quali il sopra menzionato Editore possa regalarci, oltreché la perfezione tecnica dell'immagine restaurata, i doppiaggi originali, che so molto attesi dagli appassionati.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 107 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: foto; trailers
  • Greta Garbo Cover

    "Nome d'arte di G. Loyise Gustafsson, attrice svedese. Misteriosa, altera, distante. Un fascino suadente e insieme enigmatico, tale da irretire qualunque figura maschile le reciti al fianco. Subito dopo aver recitato in Germania in L'ammaliatrice (1925) di G.W. Pabst, sbarca a Hollywood in compagnia di M. Stiller, maestro del cinema svedese che l'ha allevata artisticamente, forgiata e diretta in I cavalieri di Ekebù (conosciuto anche come La leggenda di Gösta Berling, 1924). Quando Stiller cerca di imporla ai produttori hollywoodiani i primi passi sono difficili, ma dopo un paio di film è già «Greta la divina». Il suo primo film da protagonista è La tentatrice (1927), diretto da F. Niblo. Subito dopo è la volta di La carne e il diavolo (1927) di C. Brown. Sono ritratti di una donna capace... Approfondisci
  • Charles Boyer Cover

    Attore francese. Dopo studi classici e filosofici alla Sorbona, a partire dagli anni '20 riscuote molto successo sulle scene parigine. La fama lo attende però a Hollywood, soprattutto in ruoli di raffinato seduttore latino che gli danno tanta popolarità da convincerlo a prendere la cittadinanza statunitense nel 1942. Fra i suoi successi: Mondi privati (1935) di G. La Cava al fianco di C. Colbert, Gli amanti (1941) di R. Stevenson e Angoscia (1944) di G. Cukor, in cui interpreta il diabolico marito di I. Bergman, che vuole farla impazzire per impossessarsi delle sue ricchezze. È anche uno dei pochi misurati Napoleoni del grande schermo, accanto a G. Garbo in Maria Walewska (1937) di C. Brown. Lavora fino agli anni '70, quando una profonda crisi esistenziale lo porta a un tragico suicidio. Approfondisci
Note legali