Categorie

Guido Blumir

Illustratore: S. Ziche
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Pagine: 258 p. , ill.
  • EAN: 9788806160791

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Claudio

    15/07/2015 19.52.58

    Una ricostruzione seria ed efficace dell'assurda criminalizzazione della mariujana avvenuta negli USA nei primi decenni del 900. cosa da sottolineare, l'autore, il sociologo Guido Blumir ha partecipato alla scrittura di "Amore tossico". ormai epico film del maestro Claudio Caligari da poco scomparso.Gloria sulla sua opera.

  • User Icon

    Nicola

    16/06/2014 17.13.29

    E' un libro stupendo, io l'ho inserito nella tesina di maturità. E' molto chiaro e esaustivo, ci fa capire come si sono svolti i fatti negli anni 30 e quante cavolate ci vuole far credere un governo. lo consiglio a tutti

  • User Icon

    gigi

    12/02/2005 14.14.46

    ragazzi apriamo gli occhi! ConFini Zero! questo libro fa capire tantissime cose... il proibizionismo ha sempre fallito, e sta fallendo anche adesso! il libro è bellissimo, scritto molto bene, consigliato a tutti.

  • User Icon

    Maurizio Crispi

    23/01/2003 18.36.41

    Einaudi ha lanciato nelle librerie con grande tempestività questo nuovo testo del sociologo Guido Blumir: un testo decisamente nuovo per le nuove generazioni perché offre una carrellata di informazioni sulla storia del proibizionismo applicato alla cannabis dagli esordi negli Stati Uniti sino alle più recenti vicissitudini di casa nostra, ma che, nello stesso tempo, per i meno giovani si pone come un’arguta rivisitazione, a tratti divertente, interessante sempre, aggiornata sino ai giorni nostri dal momento che una serie di notizie erano già contenute nei precedenti volumi scritti da Blumir nel corso del suo ormai pluridecennale lavoro di ricerca e di riflessione e della sua intensa attività pubblicistica di denuncia e di profondo impegno civile, mai capziosa e sempre rigorosamente documentata. Quanti appartengono alla stessa mia generazione non possono non ricordare il libro di denuncia La droga e il sistema, scritto a quattro mani con Marisa Rusconi, dove si raccontano molteplici storie di “ingiustizia” proibizionista di cui uno dei casi più clamorosi fu quello del barcone sul Tevere (l’episodio del “droga-boat”) e dalle campagne scandalistiche “anti-droga”, ma in realtà profondamente“anti-giovani”, portate avanti da diversi quotidiani italiani tra i quali “il Tempo” di Roma? Oppure, come non ricordare il volume Eroina in cui Blumir mostrava come la storia della repressione violenta antimarihuana si fosse intrecciata con l’invasione dell’Italia da parte della droga “pesante” e dei suoi trafficanti? E ancora, come dimenticare il libello Con la scusa della droga, antecedente di alcuni anni, capace di provocare tuttora nei lettori che avessero la ventura di reperirne una copia autentici fremiti di indignazione di fronte alle numerose, gravissime, ingiustizie provocate dal nostrano zelo antiproibizionista negli anni caldi 1965-1975 (si veda ad esempio il caso Berger, tra l’altro ripreso nel recente volume)?

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione