La matematica è politica - Chiara Valerio - ebook

La matematica è politica

Chiara Valerio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 219,59 KB
Pagine della versione a stampa: 112 p.
  • EAN: 9788858434512
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La matematica rivista come prassi politica, e non solo come teoria, è un formidabile esercizio di democrazia: come la democrazia si fonda su un sistema di regole, crea comunità e lavora sulle relazioni. Come la democrazia, la matematica amplia ma non nega. Studiando matematica si capiscono molte cose sulla verità. Per esempio che le verità sono partecipate e pertanto i principî di autorità non esistono; che le verità sono tutte assolute ma tutte transitorie perché dipendono dall'insieme di definizione e dalle condizioni al contorno. Svolgere un problema matematico è un esercizio di democrazia perché chi non accetta l'errore e non si esercita nell'intenzione di capire il mondo non riesce né a cambiarlo né a governarlo. Chiara Valerio tesse in un pamphlet polemico un parallelo tra matematica e democrazia, due aree che non subiscono la dittatura dell'urgenza.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marina Parmegiani

    05/10/2020 12:03:44

    Geniale. Non esistono altri aggettivi. Scoprire un nuovo punto di vista da cui guardare alla realtà è sempre esaltante. Questo libro vi aiuta a farlo.

  • User Icon

    Cristiana

    04/10/2020 14:30:25

    Inizialmente ero un poco infastidita dall'approccio del libro e mi sono trovata spesso in contrasto con alcune affermazioni "tecniche" sulla matematica, mi sembrava che più che della matematica l'autrice stesse parlando della scienza moderna. Ma poi mi sono arresa alla necessità di semplificazione e tutto ho perdonato a questo testo chiaro e profondo e probabilmente neppure troppo semplice per chi di matematica non si intenda un pochino. La Matematica come studio delle relazioni: in questo la somiglianza e l'affinità, direi genetica, con la politica. E poi la necessità in entrambi i casi di procedere con caparbietà e fiducia senza temere l'errore che, come in tutte le cose difficili, non solo è in agguato ma connaturato, e, spesso, quando poi viene scoperto, è stimolo e motore di nuovi successi e traguardi. Di qui la necessità di scegliere il rispetto delle regole e (non o, si badi bene) il bisogno cogente delle rivoluzioni: leggere per credere! Come avviene per la matematica gli esempi illuminano di chiara luce le tesi proposte, mentre la narrazione in parallelo della vita dell'autrice e del cambiare, con gli anni, delle proprie convinzioni e punti di vista fa diventare le pagine del breve saggio non solo più credibili, ma snellisce il racconto e lo rende stimolante e avvincente a tutte le età. Forse un libro non proprio per tutti, ma adatto a chi ama pensare ed essere sfidato nel campo delle idee, insomma molto meglio di un Sudoku. Discorso di sottofondo a cui sono molto sensibile: la necessità della scuola per illuminare un'esistenza. Chi ha avuto la fortuna di provare la veridicità di questo fatto non potrà che commuoversene ancora una volta.

  • User Icon

    luciano

    15/09/2020 08:52:56

    Un piccolo libro ma ricco di contenuti su cui riflettere. L'autrice scrive: "La democrazia è complessa. La dittatura è più semplice. Uno comanda, tutti gli altri eseguono. La dittatura non è matematica, non si evolve e non si interpreta...Non ha altra conseguenza, altra implicazione che l'obbedienza. Non ha altra ipotesi che il principio di autorità. La democrazia è matematica, si basa su un sistema di regole condivise, continuamente negoziabili e continuamente verificabili".

  • Chiara Valerio Cover

    Chiara Valerio è scrittrice, traduttrice e collabora con programmi televisivi e radiofonici. È nata a Scauri (in provincia di Latina) nel 1978, ha conseguito un dottorato in matematica all'Università Federico II di Napoli e vive a Roma. Ha scritto romanzi e racconti, tra cui: A complicare le cose (Robin 2007), La gioia piccola d'esser quasi salvi (nottetempo 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza 2010). Ha tradotto Flush di Virginia Woolf (nottetempo 2012). Almanacco del giorno prima (2014) è il primo romanzo pubblicato per Einaudi. Per la stessa casa editrice pubblica Storia umana della matematica (2016). È redattore di «Nuovi Argomenti», scrive per «l'Unità», la «Domenica» del «Sole 24 Ore» e «Glamour».... Approfondisci
Note legali