Max and Maurice

Max and Maurice

Wilhelm Busch

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Narcissus.me
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 13,86 MB
  • EAN: 9786050355789
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 0,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Max and Moritz (A Story of Seven Boyish Pranks)" (original: "Max und Moritz - Eine Bubengeschichte in sieben Streichen") is a German language illustrated story in verse. This highly inventive, blackly humorous tale, told entirely in rhymed couplets, was written and illustrated by Wilhelm Busch and published in 1865. It is among the early works of Busch, nevertheless it already features many substantial, effectually aesthetic and formal regularities, procedures and basic patterns of Busch's later works. Many familiar with comic strip history consider it to have been the direct inspiration for the "Katzenjammer Kids" and "Quick & Flupke". The German title satirizes the German custom of giving a subtitle to the name of dramas in the form of "Ein Drama in ... Akten" ("A Drama of ... acts"), which became dictums in colloquial usage for any event with an unpleasant or dramatic course, e.g. "Bundespräsidentenwahl - Drama in drei Akten" ("Federal presidential Elections - Drama in Three Acts").
  • Wilhelm Busch Cover

    (Wiedensahl, Hannover, 1832 - Mechtshausen, Harz, 1908) poeta satirico e caricaturista tedesco. Collaborò alla rivista «Fliegende Blätter» (Fogli volanti), creando e illustrando una serie di racconti umoristici in versi rimati che divennero popolarissimi: Max e Moritz (1865), storia di due monelli; Hans Huckebein (1870); La pia Elena (Die fromme Helene, 1870). Con i pochi tratti dei suoi disegni e l’arguzia dei suoi versi, molti dei quali sono passati nel linguaggio quotidiano, seppe mettere in evidenza, in situazioni spesso grottesche e a volte crudeli, gli aspetti più meschini dei costumi borghesi. Dietro la vena umoristica, B. nasconde un’amara concezione della realtà umana, che rivela l’influenza di Schopenhauer. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali