Mendel dei libri

Stefan Zweig

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Ada Vigliani
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 7 maggio 2008
Pagine: 53 p., Brossura
  • EAN: 9788845922749
Salvato in 94 liste dei desideri

€ 5,95

€ 7,00
(-15%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Mendel dei libri

Stefan Zweig

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Mendel dei libri

Stefan Zweig

€ 7,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Mendel dei libri

Stefan Zweig

€ 7,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La storia di un uomo che forse non ha letto tutti i libri, ma che tutti li conosce. Il sovrano di un mondo parallelo - un mondo di carta.
4,32
di 5
Totale 22
5
11
4
7
3
4
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Pietro

    19/09/2019 20:37:59

    Un breve racconto che piacerà soprattutto a chi è un lettore forte, perché il protagonista, Jacob Mendel, è un bibliotecario dal sapere incommensurabile, a cui tutti si rivolgono quando cercano testi introvabili. Tuttavia, la vita di Mendel sarà sconvolta dal secondo conflitto mondiale, e verrà trattato come un povero incapace che non riesce a vivere. Tutto il libro è una riflessione sull'importanza della memoria e del ricordo, ed è attraversato da un vago alone di tristezza e di malinconia, che non mi è dispiaciuto affatto.

  • User Icon

    Giulia

    03/06/2019 09:43:21

    Ho scoperto da poco la collana "biblioteca minima" e non essendo abituata a racconti brevi devo ancora capire come affrontarli, forse meglio rileggerlo.

  • User Icon

    Loris

    25/03/2019 10:38:31

    Nelle sue poche pagine, il racconto di Zweig racchiude diversi spunti interessanti. Nel prologo e nella presentazione di Mendel, prevale l’interesse per la psiche e per i meccanismi che regolano il funzionamento della memoria. Nella Vienna di Freud, la dedizione monotematica del singolare protagonista per i cataloghi di libri (a prescindere dal contenuto e dall’effettiva lettura degli stessi) si configura come una sorta di patologia ossessiva, una fuga dal reale, ma per il giovane scrittore Zweig è un’esempio illuminante di sublime e pura adesione al proprio ideale, un modo di eccellere al di fuori della mediocrità del quotidiano. Col procedere della narrazione, irrompe la Storia, con gli effetti devastanti della Grande Guerra. Zweig registra la dissoluzione dell’Austria felix cosmopolita, l’abuso del potere e la violenza cieca verso il piccolo ebreo russo, la corruzione morale di un tempo nuovo regolato dal denaro. Lo sguardo vivace e penetrante che Mendel esibiva allorchè si parlava di libri si spegne malinconicamente, l’ossessione diventa follia. La memoria torna protagonista: se il narratore, intellettuale borghese, negli anni ha ceduto all’oblio, l’anziana illetterata ha conservato il ricordo empatico di Mendel, ne ha custodito l’eredità, un libro che regala una nota finale di umorismo ad un racconto che si è fatto struggente.

  • User Icon

    squirrel

    08/03/2019 07:50:37

    Piccolo gioiello, come solo Zweig riesce a immaginare

  • User Icon

    Valeria

    04/02/2019 21:37:30

    Un racconto breve ma molto suggestivo. Una piacevole lettura per trascorrere un bel pomeriggio.

  • User Icon

    Concetta

    19/09/2018 08:11:14

    Un racconto breve ma delizioso, dolcissimo, delicatissimo, ricordo di essermi anche commossa. Ottima lettura per avvicinarsi ad uno scrittore tanto importante come Stefan Zweig, anche prolifici, partire da piccoli libricini come questo è sempre una buona idea per approcciare grandi autori.

  • User Icon

    Giulia

    19/09/2018 06:03:26

    Libro che si legge in quarto d'ora. Una vrra chicca che ogni amante dei libri dovrebbe leggere. Breve, ma riesce comunque a lasciarti quella sensazione di tristezza, appena finito. Mendel è un personaggio bellissimo, legato ai suoi libri che rimane nel suo mondo di carta e inchiostro fino alla fine.

  • User Icon

    Benedetta

    22/01/2018 10:21:39

    Un piccolo gioiellino che merita di stare negli scaffali di ogni libreria.

  • User Icon

    MD

    22/06/2017 06:51:10

    Ho letto con grande interesse BUCHMENDEL. Un libro tanto breve quanto concentrato. Il distillato di una vita. È uno sprofondare—con lo sguardo fra le sue pagine—nella figura del protagonista e nel suo mondo fatto di libri, “fatto di cellulosa”. Un modo di essere interiorizzato come in una ‘paranoia sublime’, tanto che M. vi si immerge come in un “altro universo”, “un mondo sovrastante il nostro mondo”. Per poi, posto di fronte alla cieca violenza del suo tempo, risvegliarsi; ma, va da sé, senza mai abbandonare del tutto quell’universo di sottile sapienza talmudica coltivato, “ruminato” per anni, e dunque, perseverando in un’efficace lontananza dalla barbarie della storia. La mirabile emozione che si ha aprendo un libro e ritrovando in esso un tempo sottratto al tempo, reso inattaccabile dalla caducità, ci fa pensare ai libri come un rifugio... che se non proteggono del tutto la persona, ci schiudono certo l’accesso alla sua spiritualità e memoria: “Perché il ricordo unisce sempre, e tanto più il ricordo nell’amore”. Quello della «stanza dei libri», e dei libri ‘cartacei’ come compagni di solitudine, è un argomento che a M. sta infinitamente a cuore. Poter tenere fra le mani un libro prezioso significava per M. quel che per altri è l’incontro con una donna. Quel momento erano le sue notti d’amor platonico. Soltanto il libro esercitava un potere su di lui, mai il denaro. «Era arrivato a Vienna per studiare da rabbino; ma ben presto aveva abbandonato quel severo Dio unico che era Yahveh per consacrarsi al rutilante e sfaccettato politeismo dei libri». «M., attraverso le sue lenti, immergeva lo sguardo nell’altro universo, quello dei libri, anch’esso in eterna rotazione e in un continuo rigenerarsi, in quel mondo sovrastante il nostro mondo». Voglio aggiungere che seguire i suoi bei discorsi è un po’ come—ispirandosi a Stefan Zweig—andare davvero in terra consacrata, al Caffè Gluck di Vienna da M., dall’informatissimo M., “una fonte di soddisfazione e appagamento”.

  • User Icon

    francesco v

    03/08/2015 09:32:38

    La scrittura di Zweig è come sempre equilibrata e profonda. Un racconto piacevole, ma parlare di capolavoro mi sembra eccessivo

  • User Icon

    Maurizio Nasi

    13/07/2015 06:48:39

    Il Mendel dei libri- che definirei il capolavoro indiscusso di Stefan Zweig- si ispira certamente a Sholem Yankev Abramowitsch, che significa in ebraico proprio "Mendel il venditore di libri", lo pseudonimo utilizzato dallo scrittore di letteratura yiddish Mendele Moicher Sforim.

  • User Icon

    spaggio

    25/10/2014 09:23:06

    Un racconto un poco al di sotto di altri scritti da questo grande creatore di gioielli letterari. Comunque sempre gratificante.

  • User Icon

    lina

    17/10/2012 01:50:21

    decisamente sopravvalutato. un po' per la brevità del racconto, un po' per la prevedibilità del suo sviluppo, questo libro non riesce a "toccare" il lettore più smaliziato.

  • User Icon

    lamberto

    17/03/2012 15:10:00

    ho letto questo libro spaventato dalla sua brevità. ma m'è piaciuto davvero tanto!!! la storia di una passione, o forse di una mania, ma io direi anche di un grande amore, quello per i libri!

  • User Icon

    Giuseppe

    24/08/2011 22:06:36

    Un piccolo "gioiello" di Zweig che vi resterà nel cuore!

  • User Icon

    Giulia

    10/11/2010 19:02:03

    Zweig non delude mai, veloce e profondo, come dovrebbero essere tutti i migliori libri.

  • User Icon

    stefano

    28/05/2010 09:05:19

    il personaggio di mendel alla lunga (pur nella brevità del racconto) diventa simpatico. Pur nelle sue poco probabili caratteristiche, accentuate in funzione della morale.

  • User Icon

    claudio

    21/05/2010 11:42:38

    Stupendo racconto di quel grande scrittore che fu Zweig. Mi ricorda molto una statuetta che ho comprato recentemente a Venezia, al Ghetto e che raffigura proprio un personaggio come Mendel, con le sue caratteristiche fisiche e quelli occhi piccoli dietro grandi lenti.

  • User Icon

    Giovanni B.

    15/09/2009 12:21:37

    semplice, breve, carino, commovente, ancor più per chi è <i>drogato</i> di libri :-)

  • User Icon

    canguro di mezzanotte

    03/09/2008 23:19:53

    come sempre, zweig si legge tutto d'un fiato, e poi ci si pensa a lungo... e poi lo si rilegge.

Vedi tutte le 22 recensioni cliente
  • Stefan Zweig Cover

    Nato il 28 novembre 1881 a Vienna, Zweig era figlio di un ricco industriale ebreo e per questo potè studiare con tutta libertà, seguendo i suoi gusti che lo portavano a interessarsi di letteratura, filosofia e storia.L'atmosfera cosmopolita della Vienna imperiale favorisce la sua curiosità del mondo, che si trasforma in una sorta di bulimia culturale. Come letterato esordisce con poemi in cui si percepisce l'influenza di Hofmannsthal e Rilke, di cui parla nella sua autobiografia Il mondo di ieri (Die Welt von gestern, 1942). Per Stefan Zweig "la letteratura non è la vita", ma "un mezzo di esaltazione della vita, un modo di cogliere il dramma in maniera più chiara e intelleggibile". La sua ambizione è dunque "dare alla mia esistenza l'ampiezza, la pienezza,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali