Editore: Il Mulino
Collana: Farsi un'idea
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 26 agosto 2010
Pagine: 137 p., Brossura
  • EAN: 9788815138927
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,33

€ 9,80

Risparmi € 1,47 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Giuseppe Bertola è uno degli economisti italiani contemporanei più importanti e noti all'estero. In questo libro si occupa, in termini sintetici, di uno dei principali temi della scienza economica (probabilmente il principale): il mercato. L'analisi proposta nel libro è fortemente radicata nella letteratura economica e presenta, così, alcuni aspetti tecnici, ma rimane semplice e comprensibile anche a chi affronta per la prima volta queste tematiche. Le note tecniche sono, d'altra parte, inevitabili; trascurandole non si potrebbe capire la reale natura della riflessione economica (basata sul rapporto tra costi e benefici). Il mercato è considerato dagli economisti più ortodossi una soluzione reale a ogni problema e, allo stesso tempo, un modello ideale al quale tendere. Bertola non è radicale come molti studiosi anglosassoni ed evidenzia, così, i vari problemi del mercato, oltre ai suoi vantaggi. Il libero scambio permette il migliore uso delle informazioni e stimola tutti all'efficienza. Non è, però, sempre in grado di funzionare adeguatamente e sono perciò necessari interventi pubblici di sostegno e accompagnamento, anche solo quando ragioni etiche impongono di evitare scambi (relativi, ad esempio, al proprio corpo). Il libro risponde anche ad alcune curiosità: è veramente assurdo che camion pieni d'acqua minerale si incrocino sull'autostrada, inquinando, per trasportare un bene identico da una parte all'altra del paese? Forse non lo è. L'alternativa, infatti, permetterebbe a ciascun produttore di avere un monopolio locale, con la possibilità di fissare prezzi più elevati. Il libro è utile anche per chi insegna economia: ci sono molti spunti utili per la didattica, insieme a riflessioni che vanno oltre le nozioni dei manuali di base. Marco Novarese