Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e nel Nuovo Testamento - Erri De Luca,Gennaro Matino - copertina

Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e nel Nuovo Testamento

Erri De Luca,Gennaro Matino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Collana: Varia
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 18 ottobre 2004
Pagine: 78 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788807490323
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e ...

Erri De Luca,Gennaro Matino

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e nel Nuovo Testamento

Erri De Luca,Gennaro Matino

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Mestieri all'aria aperta. Pastori e pescatori nell'Antico e nel Nuovo Testamento

Erri De Luca,Gennaro Matino

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 8,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Così nell'Antico come nel Nuovo Testamento non ci sono interni: tutto si svolge fuori, all'aria aperta. Battaglie, amori, preghiere, sacrifici. Predicazioni, miracoli, morte e resurrezione. Anche il lavoro. Nell'Antico Testamento predomina il pastore. Nel Nuovo il pescatore. De Luca e Matino offrono la percezione ravvicinata di questo "spostamento" e di come i due mestieri rimandino alla valorizzazione delle risorse da cui dipende tuttora la qualità dell'esistenza umana: la terra e l'acqua.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    eli colombo

    15/02/2006 16:29:14

    Parole che scavano l'acqua e che raccolgono la terra. Pastore ospite della terra e pescatore ospite dell'acqua sono gli archetipi del nostro modo di vivere da ospiti il mondo. Essenzialità che dona forza e fortezza che conduce all'essenza.

  • User Icon

    Edvige Pignataro

    03/11/2004 09:01:53

    originale il binomio De Luca- Matino.L'uno linguista doc che arriva a cavare dalla parola il suo significato più recondito,l'altro che con la parola ti tocca il cuore.Nel pastore pescatore c,è proprio Matino ,attento che la pecorella non si smarrisca di nuovo e il pesciolino disorientato entri nella rete .Come al solito Matino pungola,provoca sostiene,coinvolge,ma sempre semina,stimolando la sequela con la forza dellAmore.

Mestieri antichi e sempre nuovi, rinvigoriti dalle stagioni dell'uomo e modificati dallo sviluppo tecnologico, ma utili a delineare un dialogo millenario fra terra e cielo, fra la precarietà dei destini e l'ambizione all'eternità. Le riflessioni d'argomento biblico di Erri De Luca non rappresentano certo una novità: l'uomo e lo scrittore si uniscono sovente in un lavoro meditativo che scava nelle Sacre scritture per definire le scelte dell'umanità in rapporto alla fede, per stabilire un confronto tra vecchio e nuovo che spesso diventa il segnale della malattia contemporanea, l'indifferenza. De Luca affronta i testi sacri, le parole bibliche, con un'umiltà quasi pellegrina, come da una distanza abissale in cui l'uomo d'oggi stenta a riequilibrare le sorti della creazione in funzione delle sue intenzioni assolute, eterne. Il discorso dello scrittore rientra quindi, quasi sempre, in una dimensione di lettura o timida interpretazione dei passi salienti del Vecchio e del Nuovo Testamento, evitando commenti troppo "terreni" che possano sminuirne le intenzioni. L'uomo si prostra dinanzi al Verbo, lo ascolta e lo assimila, ne cerca tracce in un presente troppo chiassoso e inquieto, ma tende – in qualche modo – a evidenziare l'attualità della Parola, a trovarne un senso compiuto anche nella babele dei destini planetari contemporanei.

Non c'è confronto neanche in questo caso, nell'omaggio che De Luca e Gennaro Matino – sacerdote napoletano – rivolgono ai mestieri del popolo di Dio contemplati nella Bibbia e nei Vangeli. Nessuno spunto narrativo, nessun commento, solo una constatazione a due riferita alla volontà umana di riflettersi nelle intenzioni divine omaggiando la fede col sudore della fronte. Il confronto, semmai, è marcato dal passaggio – quanto involontario non è dato saperlo – tra il mestiere della pastorizia e quello della pesca, che in qualche modo dividono Vecchio e Nuovo Testamento: Abele era un pastore, Pietro un pescatore. Entrambi sono a stretto contatto con la terra e l'acqua, che da sempre rappresentano il destino dell'uomo che si guadagna il pane con la fatica, anche se le parole divine non prevedevano forse i tempi cupi dello sfruttamento e dell'arricchimento ladronesco.

Ma questi sono i nostri tempi, dilatati in una dimensione di confronto iniquo tra forti e deboli, ricchi e reietti. Il discorso affrontato con pacatezza da De Luca e Matino, che si dividono equamente il compito tra il mestiere del pastore e quello del pastore-pescatore, è quello di un passaggio epocale – in termini terreni e divini – in cui i mestieri cambiano in funzione della vicinanza al Verbo. Il pastore diventa pescatore perché la volontà divina spinge l'uomo di fede e la sua preghiera solitaria a muoversi verso una più aperta disponibilità al confronto, alla parola diffusa tra le genti per attirare nella rete cristiana l'intero popolo degli uomini che abitano la terra. Mestieri all'aria aperta, dunque, destinati a stabilire un passaggio di consegne divine: Gesù gioca con l'acqua e ne fa battesimo, la sua voce diventa quella dei suoi discepoli che abbandonano il pascolo per affrontare le onde e superare gli oceani. L'uomo è solo, debole e indifeso, ma nel lavoro e nella fede trova una via di salvezza: i mestieri antichi sono quelli più giusti, sembrano suggerire gli autori-commentatori, perché destinati a ripetere all'infinito la volontà di Dio.

Una testimonianza, quella di De Luca, che si presenta come un umile atto di devota sottomissione; un'interpretazione, quella di Matino, che raccoglie le antiche velleità umane di avvicinarsi al cielo con la fatica e il sudore, perché – oggi più che mai – gli umili cercano nella fede una risposta adeguata alle ingiustizie del mondo e dei suoi abitanti più potenti e dannosi.

                                                                                                                          Sergio Pent

  • Erri De Luca Cover

    Diciottenne, vive in prima persona la stagione del '68 ed entra nel gruppo extraparlamentare Lotta Continua. Poi sceglie di esercitare diversi mestieri manuali in Africa, Francia, Italia: camionista, operaio, muratore. Studia da autodidatta l'ebraico e traduce alcuni libri della Bibbia. È opinionista de «il Manifesto».Ha pubblicato con Feltrinelli: Non ora, non qui (1989), Una nuvola come tappeto (1991), Aceto, arcobaleno (1992), In alto a sinistra (1994), Alzaia (1997), Tu, mio (1998), Tre cavalli (1999), Montedidio (2001), Il contrario di uno (2003), Mestieri all’aria aperta. Pastori e pescatori nell’Antico e nel Nuovo Testamento (con Gennaro Matino, 2004), Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo (2005), In nome della madre (2006), Almeno 5 (con Gennaro... Approfondisci
  • Gennaro Matino Cover

    Formato alla luce della svolta del Concilio Vaticano II e ordinato sacerdote nel 1981 dall'Arcivescovo di Napoli il Cardinale Corrado Ursi, deve la sua formazione spirituale a Giacomo Nardi e l'insegnamento pastorale a Luigi Pignatiello. Ha conseguito il dottorato in teologia e le lauree in pedagogia e filosofia. Insegna teologia pastorale presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale San Tommaso d'Aquino e Storia del cristianesimo presso l'università Suor Orsola Benincasa. Collabora con la cattedra di economia e gestione delle imprese tenendo seminari sull'etica d'impresa presso la Facoltà di Economia dell'Università degli studi di Napoli Federico II. Don Giovanni Matino è parroco nella sua città dal 1986 della parrocchia della SS.... Approfondisci
Note legali