La metà di niente

Catherine Dunne

Traduttore: E. Kampmann
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2013
Pagine: 292 p., Brossura
  • EAN: 9788823503229
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Laura

    14/11/2016 11:47:08

    Ho riletto questo romanzo dopo vent'anni dalla sua uscita. E forse gli anni in più e l'esperienza me ne hanno fatto cogliere maggiormente l'essenza, al punto da trovare la storia di Rose emblematica. Rose è una donna dedita alla famiglia, al marito, ai figli. Tutto viene sempre prima di lei, delle sue esigenze, dei suoi bisogni, dei suoi sogni. Ma dopo vent'anni di matrimonio e di cura viene messa da parte senza nemmeno una spiegazione. Il romanzo ripercorre in parallelo la storia tra Rose e il marito Ben; alternando i flashback, con lo sgomento dell'abbandono, la fatica di dover tirare avanti, la scoperta di chi era veramente l'uomo a cui si è dedicata per tanti anni. Da questi cocci nasce però la Rose che può finalmente decidere di se stessa, che può scegliere senza dover dipendere dal consenso di qualcun altro. Aggrappata all'espressione preferita della madre: "Ogni giorno ha la sua pena. Quanto basta per arrivare a sera" (motto che mi era rimasto impresso già dalla prima lettura di tanti anni fa e che trovo azzeccatissimo), Rose combatte per riconquistare dignità ed emergere come persona. La sua forza nel rimettere insieme i pezzi della sua vita mi ha ricordato l'arte giapponese del Kintsugi, perché un vaso rotto può divenire ancora più bello di quanto già non fosse in origine. Rincuorante

  • User Icon

    Roberta

    18/07/2015 15:26:58

    Piu' che un romanzo, uno splendido diaro! Senza mai allontanarsi troppo dal presente, si alternano la nuova vita di Rose e le allusioni alla vita passata, ai suoi sogni e alle romantiche fantasie sull'amore e sul matrimonio. Tra lacrime, sofferenza, paure e sensi di colpa a trionfare e' la forza di una donna che riesce a guarire la propria anima e a ritrovare nuovi stimoli, nuova gioia di vivere e sorridere. L'ho adorato sin da subito e ho continuato a tifare per questa donna, moglie, mamma che, suo malgrado, si rende conto di essere stata per troppo tempo l'ombra del marito, dallo stesso considerata una persona priva di iniziativa e capacita'. E' la sua rivincita...e forse anch'io mi ci sono ritrovata! Immediato, forte e vero! Bellissimo!

  • User Icon

    Stefania

    24/08/2011 15:52:29

    mi e piaciuto moltissimo, mi sono immedesimata in Rose e l'ho letto tutto d'un fiato.

  • User Icon

    simonetta

    17/02/2010 23:46:38

    Un libro sulla rivincita delle donne, di tutte quelle - come me e come tante - che sono state disilluse dall'amore per un uomo che non ci ha meritate ed al quale abbiamo dedicato un "vita". La prosa è scorrevole, le situazioni realistiche e connotate da un umorismo che non tutte le donne italiane potrebbero condividere... Ma questa Rose ci affascina, ci fa sentire più forti e più consapevoli delle nostre capacità di reazione a situazioni drammatiche. Pur non essendo un capolavoro letterario, un libro che consiglio a tutte le donne che stanno affrontando situazioni difficili... vi farà un gran bene !

  • User Icon

    Valentina

    11/01/2010 11:42:16

    la storia è triste ma banale, la scrittura lascia a desiderare. unico spunto, forse, ma forse, il monito a non adagiarsi, a non dare nulla per scontato, a guardare sempre al di là delle immediate apparenze e delle abitudini. infinitamente meglio 'se stasera siamo qui': più poetico, più originale, più profondo.

  • User Icon

    LAURA

    02/09/2009 14:52:07

    “Ogni giorno ha la sua pena, basta riuscire ad arrivare fino a sera” Il romanzo è molto coinvolgente soprattutto grazie al modo di scrivere dell'autrice e, soprattutto di saper raccontare i fatti e le situazioni in modo quasi fotografico. Sembra di essere li e seguire la scena dal vivo. Da non perdere!!!

  • User Icon

    Brunella

    25/07/2009 15:46:59

    L'ho letto in un giorno, la scrittura è molto scorrevole. La storia, purtroppo, è quella che può accadere in migliaia di famiglie e Rose, la protagonista all'inizio con la mente "annebbiata" dal marito Ben, si rialza con dignità dal fallimento del suo matrimonio e ricomincia una nuova vita. Da consigliare!

  • User Icon

    monia

    08/10/2008 09:53:17

    Contrariamente alla quasi totalità dei commenti, ho trovato questo libro piuttosto noiosetto... Si lascia leggere, ma non lascia dentro un granchè..

  • User Icon

    antonella

    13/09/2008 10:45:56

    ho letto questo libro in un momento molto delicato della mia vita. Rose mi ha trasmesso la sua forza e la sua caparbietà e così ho imparato tanto da lei. Il libro è scritto in maniera scorrevole e diretta. é come su tu fossi in cucina con lei e il dolore di questa famiglia è il tuo. è stato un piacere scoprire questa autrice. consigliato vivemente.

  • User Icon

    guapa

    28/08/2007 14:29:13

    Scritto in modo scorrevole. questa è l'unica cosa che ho apprezzato in questo libro. La storia è patetica, la disperazione della protagonista, per quanto condivisibile, non riesce a coinvolgere il lettore. Mi ha ricordato molto I GIORNI DELL'ABBANDONO (a mio parere migliore, peraltro).

  • User Icon

    Roberta

    14/06/2007 20:02:50

    Ho finalmente trovato il "mio romanzo", quello capace di dare voce ai miei pensieri, per quello che ho passato dal momento in cui mio marito se ne andò, senza spiegazioni, lasciandomi da un momento all'altro con due bimbe, una di nove mesi e l'altra di cinque anni. Anche il modo in cui è strutturato rispecchia il mio vissuto: il presente, con continui flashback che riportano la mente indietro nel tempo, al "prima" che tutto ciò accadesse, mettendo così a posto dei tasselli mancanti dal puzzle della mia vita con lui, ai quali, prima che tutto ciò esplodesse all'improvviso, non avevo cercato nè trovato spiegazioni. Poi, tutto è diventato chiaro nell'inventario mentale da me fatto per giorni e giorni, per cercare di capire. Un cinque è troppo poco, per me. E' un romanzo che solo chi ha vissuto realmente nella vita questa esperienza, sulla propria pelle, può capirlo ed apprezzarlo. Per gli uomini con il cuore di pietra, sconsiglio vivamente di leggerlo. E' per noi donne. Vero, semplice, terribilmente autentico.

  • User Icon

    sophie

    25/01/2007 07:10:34

    Mi hanno regalato questo libro a Natale, l'ho finito ieri sera, ma se avessi avuto tempo, l'avrei letto tutto d'un fiato. Mi è piaciuto moltissimo: è il racconto di una vita vera, quello che succcede in migliaiai di case, che può aiutare, confortare, addirittura divertire in certe situazioni, le donne che si trovano nella condizione di Rose, la protagonista. Credo che a molte donne nella sua situazione abbia dato una spinta, il coraggio di andare avanti. Fa sorridere di sodisfazione la sua rivincita su quel marito insensibile ed egoista, io ho gioito con lei per le piccole vittorie quotidiane che i suoi immensi sforzi le danno. Ci catapulta in quella famiglia, nella sua casa, nella sua vita, come se diventassimo parte di quella storia. Mi è piaciuto moltissimo! Lo consiglio a tutte le donne che pensano di essere perdute quando vengono lasciare dall'uomo al quele hanno dedicato una vita intera. Io lo farei leggere anche agli uomini perchè, secondo me, nonostante la storia quasi tutta vista al femminile, non è un libro per sole donne.

  • User Icon

    Sara

    12/11/2006 14:58:13

    Un libro molto bello. All'inizio Rose fa rabbia:possibile che non veda che persona Ben è sempre stata?Possibile che lo debba sempre giustificare e annullare sè stessa?Ma il dolore le fa raggiungere la giusta consapevolezza di sè stessa, con fatica, giorno per giorno Rose inizia a "farcela". Riscopre il suo valore come donna e come madre, come amica e lavoratrice. I figli sono caratterizzati in modo magistrale, la rabbia di Damien e la sua crescita da ragazzo in "adulto", l'ostilità di Brian, che si sente tradito dal padre e la piccola Lisa, che non capisce bene ma, come tutti i bambini piccoli, si accorge di tutto. Fantastico! Da leggere!

  • User Icon

    Massimo

    28/08/2006 22:07:17

    Una storia che potrebbero raccontare migliaia di donne. Nulla di originale, quindi: un dramma che diventa routine, una pluriennale vita di coppia bruciata in venti secondi, tenori di vita che si ridimensionano, figli allo sbando, sensi di colpa a go-go e la solita grande forza delle donne che non affondano (quasi) mai. Il tutto servito con eleganza tutta femminile ed uno stile gradevole. Pur strizzando l’occhio di tanto in tanto alla letteratura d’appendice (con il cattivo di turno - il marito - contro la nostra eroina), l’autrice ci offre un prodotto onesto e decisamente godibile.

  • User Icon

    barbara

    02/07/2002 11:26:54

    Ho ricevuto questo libro in regalo tre anni fa e da allora non ho perso un romanzo della Dunne, che con il suo stile diretto, vero, emozionale, riesce a rendere in modo penetrante le sfumature dei personaggi, siano essi contemporanei come la straordinaria protagonista de "La metà di niente", che di un'altra epoca come quelli dell'ultimo "Una vita diversa". Mi sarebbe piaciuto diventare la sua traduttrice ufficiale. P.S. Complimenti per la scelta delle copertine.

  • User Icon

    Eva

    30/12/2001 13:21:58

    E' un libro bellissimo che dà ottimismo e voglia di vivere.Lo consiglio a tutte le donne che pensano di essere perdute quando vengono lasciare dal loro uomo...

  • User Icon

    Fabiola

    17/12/2001 21:58:24

    Una storia comune di questi tempi. La scrittura non è degna di particolare menzione.

  • User Icon

    silvia

    12/07/2001 15:09:08

    E un libro veramente molto commuovente e interessante consiglio a tutti di leggerlo x vedere il sacrificio che ha fatto quella donna x portare avanti una famiglia composta da 3 figli

  • User Icon

    marisa

    12/01/2001 21:46:37

    ho letto solo le prime due pagine ma credo che comunque sia un libro bellissimo e mi riprometto di leggerlo quanto prima

  • User Icon

    mirna

    03/01/2001 18:51:20

    Il libro è bellissimo; originale nella costruzione, notevole nella scrittura, indimenticabile per le emozioni che suscita, una figura di donna unica....

Vedi tutte le 20 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione