€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Nel gioco tra ciò che appare e ciò che è, Tornatore innesta un interessante intervento di teorizzazione

Trama
Una vicenda molto semplice, campeggiata dalla parabola umana di un uomo colto e solitario, non piu` giovane, la cui ritrosia nei confronti degli altri e` pari solo all'infallibile maniacalita` con cui esercita la professione di esperto d'arte e battitore d'aste. Chiamato ad occuparsi della dismissione del patrimonio artistico di un antico edificio, l'antiquario si ritrovera` al centro di una passione che cambiera` la sua grigia esistenza. Lo si potrebbe definire un film sull'arte intesa come sublimazione dell'amore, ma anche un film sull'amore inteso come frutto dell'arte.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    faffa

    23/03/2014 00:08:18

    Virgil Oldman è uno dei più bravi battitori d'asta.Ha alle spalle un'infanzia difficile durante la quale, però, riesce ad assorbire come una spugna l'arte del restauro, la passione per l'arte, l'amore per i ritratti delle donne più belle, affascinanti, romantiche di tutti i tempi ("amore" che condivide con il suo "collega"-pittore Billy che, però, non ritiene un artista da asta). Da questa sapiente arte del restauro che diventa il suo lavoro e la sua massima competenza, Oldman apprende anche che "IN OGNI FALSO SI NASCONDE SEMPRE QUALCOSA DI VERO". E lui, solo lui, è in grado di riconoscere quel motivo firma del falsario: quel motivo che rende originale un falso. Oldman è si esperto del mondo del restauro, ma non lo è del mondo reale, quello fatto di sentimenti, di amore, di amicizie. Si troverà, per lavoro, ad imbattersi in questo universo in un'età ormai troppo avanzata per riuscire a scorgere laddove i sentimenti diventano simulazione. Una giovane orfana vuole vendere all'asta i beni del suo palazzo e cerca specificatamente l'esperto Oldman. Un giovane appassionato di ingranaggi riesce a mettere insieme i pezzi di un automa risalente al '700 e che il suo vecchio amico Oldman trova, volta per volta, nel palazzo della giovane Claire, affetta da agorafobia. Oldman, lavorando, si fa carico di Claire e desidera guarirla, ma non sa come si corteggiano le donne reali perché "L' AMMIRAZIONE CHE PROVO PER LE DONNE E' PARI AL TIMORE CHE HO DI CONOSCERLE" e, ingranaggio dopo ingranaggio, chiede consiglio al suo amico meccanico. Oldman riuscirà a concludere il lavoro per Claire, ma ormai ...

  • User Icon

    Chicco

    27/07/2013 11:34:39

    forse un pochino lento ma molto, molto bello. Storia interessante e ottimi gli attori. Consigliato.

  • User Icon

    Ester

    11/05/2013 15:27:11

    Film ben strutturato, bravi gli attori nella recitazione, complesso e con una certa attrattiva per i personaggi coinvolti. In alcuni punti si può ipotizzare il finale ma un film ben fatto e da vedere.

  • User Icon

    Robertinho

    10/04/2013 17:46:35

    "In ogni falso si nasconde sempre qualcosa di autentico", questa frase è la chiave di volta dell'ultima opera di Tornatore. Opera ambiziosa e di qualità, quasi una tesi sui rapporti tra verità e contraffazione, tra realtà e simulazione. Così come il falsario, nel ricreare un'opera d'arte, cede all'impulso di personalizzare il lavoro che dovrebbe copiare con un segno, un dettaglio che gli appartiene e che rappresenta il suo marchio, anche l'attore, specularmente, riesce ad interpretare la realtà del suo personaggio, della sua finzione solo introducendo elementi di autenticità e rappresentazioni che sgorgano dalla sua "verità" più profonda. L'amore, come i sentimenti umani, non si sottrae a questa dinamica: è una corda tesa tra una realtà animica percepita come vera e immediata e la rappresentazione di un gioco che travalica le intenzioni dei giocatori, tra verità delle pulsioni e simulazione dettata dai ruoli e dalle circostanze. "La migliore offerta" sviluppa questa tematica in modo rigoroso e formalmente ineccepibile, a partire dalla vicenda di Virgil Oldman, sessantenne mercante e collezionista d'arte, uomo di successo misantropo ed arrogante e Claire, ragazza di 27 anni affetta da agorafobia, rinchiusa nella villa dei suoi genitori deceduti. Virgil viene incaricato dalla ragazza di effettuare una valutazione del patrimonio artistico contenuto nella mansione dei genitori. Ma l'operazione è resa difficile dalla patologia di Claire che si sottrae a un contatto diretto, suscitando in Virgil un interesse progressivamente crescente... Il film di Tornatore, al di là della linearità narrativa, è costruito su più piani che si assemblano in modo complesso, come i pezzi del meccanismo che Oldman incontra in alcune stanze della villa di Claire e che si rivelano come uno dei primi automi costruiti da un inventore geniale del '700. Particolarmente apprezzabile la performance di Rush nel ruolo di Oldman e l'impianto scenografico del film. Assolutamente da vedere!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Warner Home Video, 2013
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 124 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of)