Miracolo a Sant'Anna

(Miracle at St. Anna)

Titolo originale: Miracle at St. Anna
Regia: Spike Lee
Paese: Stati Uniti; Italia
Anno: 2008
Supporto: DVD

56° nella classifica Bestseller di IBS Film - Drammatico - Guerra

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,99

€ 7,99

Risparmi € 1,00 (13%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Davide

    12/11/2013 12:57:04

    Più che un film a tesi io ci vedrei una favola corale su sfondo bellico, che riprende un modello caro a tanta letteratura e a tanto cinema ( anche italiano, penso a Rossellini ) e in cui Lee non rinuncia ad inserire i propri temi cari. Certo, a notevoli meriti nella cura dell'ambientazione ( vengono riprodotti persino i tipici e invero assai scomodi gerli toscani ) si contrappongono assurdità sorprendenti ( contadini analfabeti che parlano perfetto inglese ??? ) . Cast non eccellente ma convinto, discutibile il finale.

  • User Icon

    Renato68

    12/09/2013 15:51:03

    Mah! Questa è stata la mia opinione dopo avere terminato la visione del film. Si tratta infatti di uno di quei film che appena visti non sai se ti sono piaciuti oppure no. Indubbiamente le scene di guerra sono ottime e alcuni momenti sono commuoventi. Ma la storia non regge e il finale è censurabile. Forse mi aspettavo troppo, ma ora che sono passati alcuni giorni dalla visione posso affermare che il giudizio complessivo è sicuramente negativo.

  • User Icon

    Oblomov71

    26/04/2011 12:32:50

    Al di là di qualche sbavatura tecnica e stilistica, e di un cast, come detto, non del tutto all'altezza, colpisce l'acume e l'abilità critica con cui un regista americano relativamente giovane sia riuscito a fotografare le terribili pagine del dopo 8 settembre, frutto di un'evidente approfondita documentazione sul complesso e controverso periodo della Resistenza. Qualche ingenuità, qualche passaggio prolisso, ed un finale un pò troppo melodrammatico, ma nel complesso un elogio al coraggio di Spike Lee, che seppure non perfettamente a suo agio in uno scenario del genere, riesce a firmare un buon film.

  • User Icon

    luca68

    05/01/2010 19:04:41

    Avevo snobbato questo film quando uscì nelle sale, in quanto avevo erroneamente ritenuto Spike Lee il regista "sbagliato" per raccontare una storia del genere, poi , visto per caso su Sky, mi sono dovuto ricredere. Bella storia, bei personaggi, emotivamente molto coinvolgente. Gli attori di colore sono tutti sconosciuti, quindi è normale che la recitazione sia un poco dilettantesca, ma questo rende il film ancora più credibile: inserire un Denzel Washington avrebbe sicuramente attratto più pubblico, ma avrebbe portato lo spettatore a concentrarsi non tanto sulla storia, ma su uno o due personaggi. Mi viene da sorridere leggendo i due commenti negativi di Cristiana e Daniele: ma avete visto lo stesso film? La prima sottolinea la falsificazione degli ambienti e il secondo invece parla di splendidi paesaggi toscani. E perchè mai il film sarebbe retorico? Perchè mostra americani buoni e cattivi, tedeschi buoni e cattivi, partigiani buoni e cattivi? E' retorica o ci mostra la realtà? Secondo me si tratta di un film altamente educativo, che potrebbe essere utile mostrare nelle scuole, soprattutto in un periodo di estrema intolleranza, da noi come negli Usa. Ciò detto, i gusti sono gusti... Per me, l'unico difetto è che il film è un pò troppo lungo: nella parte centrale ci sono almeno una decina di minuti inutili, che appesantiscono e annoiano un pò.

  • User Icon

    Andrea

    20/12/2009 10:42:23

    L'errore è voler criticare questo film come se fosse un saggio di storia. Non lo è. Le polemiche relative alla "falsificazione storica" non tengono conto che, con questo metro, tantissimi (tutti?) films osannati sarebbero da bruciare. Chi vuole un saggio legga un saggio, chi vuole un documentario veda un documentario. Mi rendo conto che la memoria vada difesa, ma non certo attaccando Spike Lee, considerando che gli attacchi veri arrivano da molte parti (vedi indegne proposte di legge che parificano partigiani e RSI). Spike Lee fa un fim nel quale S'anna c'è ma è un pretesto per entrare nel vivo della guerra nella gueraa, quella della discriminazione razziale negli USA. Il nemico peggiore erano i Nazisti, dice senza tentennamenti il regista, ma non erano soli. Tuttavia i soldati neri muoiono tutti in difesa di un paese lontano e nemico e sottomessi a comandanti razzisti di un paese razzista. In questi tempi di confusione a me il messaggio pare chiaro.

  • User Icon

    francy87

    20/06/2009 00:37:20

    Bellissimo film come al solito di spike lee.Una storia commovente che cerca di mettere del buono anche nell'orrore della guerra,non capisco chi critica sempre spike lee,ogni suo film tratta sempre di un tema scottante e importante e ogni suo opera almeno personalmente mi ha sempre fatto riflettere e credo sia questo l'importante. La recitazione non è fantastica,ma devo dire che parecchi attori credo fossero esordiente,tranne il cameo del grandissimo John Torturro;comunque nota di merito al regista che cerca sempre delle facce nuove in ogni suo film. Nota di merito per la fotografia e per come vengono messi in rilievo gli straordinari paesaggi toscani.

  • User Icon

    Cristiana

    07/06/2009 22:37:26

    Brutto ma brutto ma brutto. Un film a tesi e con una tesi così debole che la brutta sceneggiatura non riesce neppure a insinuare il dubbio che ci sia stato qualcosa di utile nella partecipazione dei soldati neri alla liberazione d'Italia. E la falsificazione dei fatti e degli ambienti è così pesante che addirittura non sembra neppure di essere in Italia. E poi è noiosissimo.

  • User Icon

    HULK

    05/05/2009 10:51:41

    Per raccontare la nostra storia, pare debbano intervenire sempre esperti stranieri. Il professor Paul Ginsburg ha raccontato la cronaca italiana dal dopoguerra ad oggi, in maniera magistrale. Parlo di cronaca, ripeto dal dopoguerra ad oggi, materia considerata dai nostri patrioti, ancora troppo 'Scottante' per essere storicizzata. Avendo 200 partiti, 3000 pecore dove ognuna vuol pensare con la propria testa ' Montanelli', otteniamo 2000000 versioni diverse. Il film è mediocre, come del resto il lbro dal quale è tratto, il voto è comunque alto per la stima ed il coraggio del regista

  • User Icon

    maurizio

    03/05/2009 20:18:37

    A me è piaciuto. Un film di guerra "alternativa" con un insolito gruppo di combattenti, stretti tra il nemico e i nemici interni, molto umani, a tratti poco guerrieri, a tratti macchine da guerra (con uno scontro finale alla John Wayne). Dall'altro lato nemici cattivi (ma non tutti i cattivi lo sono fino in fondo) civili e partigiani (anche qui non tutti in "bianco e nero"). Diciamo che stupisce come Spike Lee abbia deciso di affrontare questo insolito tema. Di certo se il suo approccio alla vicenda storica (che in Italia ha suscitato non poche polemiche) l'avesse tenuto un altro regista (meno politicamente "liberal") il film probabilmente non sarebbe neanche arrivato nelle nostre sale. Comunque, se il tema vi affascina e cercate un buon film (anche se l'alone misticheggiante e il finale zuccheroso possono ulteriormente stupire) non perdetevelo. Se siete dei fan del regista potreste rimanere alquanto perplessi.

  • User Icon

    massimo

    28/04/2009 20:58:09

    Insolito. Un mix tra Glory e Il partigiano Johnny girato da un regista non aduso a questi temi, in particolare con riferimento al finale (e i fan di Spike possono rimanere alquanto perplessi). Cast low-cost, alcune buone scene d'azione, un po' di buonismo razziale, qualche nota misticheggiante (ma altrimenti il titolo sarebbe sprecato). Alla fine ne esce un prodotto interessante se apprezzate il genere. Ma bisogna capire che genere è.

  • User Icon

    Giulia

    12/04/2009 19:32:03

    come un bellissimo film viene rovinato dal finale

  • User Icon

    marco

    09/04/2009 20:49:55

    Miracolo a s'antanna è un film eccezionale, con un ottima fotografia e specialmente tutto il cast!!!!

  • User Icon

    Daniele

    24/03/2009 16:43:02

    Retorico. Lento. Dialoghi banali. Recitazione approssimativa. Sembra quasi una fiction a basso budget. Senz'altro il peggior film di Spike Lee. Si salvano la fotografia e certi splendidi scorci toscani.

  • User Icon

    Vittorio

    16/03/2009 18:58:51

    Poderoso, commovente, forse unico. Occorreva Spike Lee per farci conoscere un triste pezzettino della nostra storia, occorrevano tanti attori neri per farci capire quanto bui sono stati quei moneti della nostra patria. Da vedere assolutamente.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2009
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 154 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "La storia, la memoria: Sant'Anna di Stazzema" - "12 Agosto 1944, Sant'Anna di Stazzema" - "12 Agosto 1944: l'eccidio"; scene inedite in lingua originale; foto; trailers