Categorie

Dario Crapanzano

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2016
Pagine: 210 p. , Rilegato

29 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

  • EAN: 9788804664260


Torna, con una nuova storia del commissariato di Porta Venezia, Dario Crapanzano, maestro indiscusso del noir, e insuperato cantore della Milano che fu.

La Gemma l’è una gran bela tosa: ha una faccia stupenda, capelli neri lunghi fino alle spalle, con un fisico che nemmeno la Silvana Pampanini, sa, quell’attrice di “Bellezze in bicicletta” e “47 morto che parla” che è stata anche Miss Italia. Le è sempre piaciuto mettersi in mostra, fin da ragazzina, e se c’è da fare la civetta è sempre in prima fila… anche se ha un fidanzato, che non so proprio come fa a sopportarla.

Milano, nel 1953, è la vita che rinasce. È il fermento, è l’euforia, è la spensieratezza della gente che popola le vie. Milano è un garzone che sfreccia in bicicletta, è un tram che sferraglia per le strade, è uno studente che si prepara ad affrontare una nuova giornata di scuola. Milano sono gli spazzacamini con il viso sporco di fuliggine, sono gli sciustrè che vendono carbone, sono gli umbrelè che riparano gli ombrelli rotti. E sono le massaie che corrono dall’arrotino per far affilare i loro coltelli.

Ma Milano è anche una giovane donna uccisa a colpi di martello. Una bella infermiera trovata morta una soleggiata mattina di primavera. Senza contanti nel borsellino e senza la sua collana di perle al collo, quella collana che indossava sempre, quando usciva. E Milano diventa il mistero.
Risolverlo sarà compito del commissario Mario Arrigoni e della sua squadra. Sono molte le piste che dovranno seguire e le persone che incroceranno nel corso dell’indagine. Ci saranno la portinaia pettegola e il primario donnaiolo, il fidanzato tassista e la migliore amica finalista a Miss Italia, il vecchio pittore scapolo e l’amante misterioso. E poi una scuola di tango gestita da due coniugi argentini, i difficili rapporti con la famiglia, un’agenda scomparsa. Farsi strada tra tutti gli indizi non sarà facile. Ma la capacità di Arrigoni di cogliere i particolari che a molti possono passare inosservati lo condurrà verso la soluzione del caso, sconcertante e inaspettata.

Dario Crapanzano, ancora una volta, trasporta i lettori nelle atmosfere noir della Milano del Dopoguerra, dove il linguaggio si tinge di sfumature dialettali, e mestieri ormai scomparsi da tempo ritornano in vita. Dove ogni descrizione è un viaggio indietro nel tempo, e ogni passo una nuova scoperta.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiktaalik

    25/09/2016 16.25.15

    Una bella lettura,scorrevole,chi avesse tempo potrebbe finirla prima di sera.Non un giallo deduttivo,infatti il particolare accennato in seconda di copertina non riguarda un dettaglio dello scenario o degli interrogatori,ma comunque una storia appassionante.

  • User Icon

    chiara

    20/09/2016 11.13.14

    Bello come tutti i libri di Crapanzano che lo hanno preceduto. Descrive una Milano che io ricordo benissimo con tanta nostalgia. Inoltre la figura del Commissario Arrigoni è descritta talmente bene che sei quasi sicuro di averlo conosciuto di persona. Da legge assolutamente.

Scrivi una recensione