Miti e storia dell'Italia unita - copertina

Miti e storia dell'Italia unita

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Mulino
Collana: Prismi
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 22 ottobre 1999
Pagine: 232 p.
  • EAN: 9788815072597
LIBRO USATO € 7,81

€ 7,81

€ 14,46
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dal mito mazziniano della "terza Roma" sino alla recentissima idea del riformismo di Togliatti, passando per il brigantaggio e l'irredentismo, il consenso al fascismo e il regime DC, la programmazione e la Costituzione, la Resistenza e i misteri del caso Moro, gli autori analizzano i miti-chiave dell'Italia unita, quelli che hanno avuto o hanno un'importanza nelle vicende politiche dell'Italia. Per Giovanni Belardelli, Luciano Cafagna, Ernesto Galli della Loggia e Giovanni Sabbatucci, autori del volume, il repertorio di questi miti rappresenta un'occasione per illustrare alcuni elementi peculiari del nostro passato, non ultimo il particolare ruolo svolto dagli intellettuali nella costruzione delle rappresentazioni collettive.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Quello che il lettore ha tra le mani non è un libro di storia nel senso usuale del termine: non ricostruisce cioè avvenimenti specifici della storia dell'Italia unita, ma intende descrivere e analizzare, invece, in che modo e perché intorno ad alcuni di tali avvenimenti si sono formate rappresentazioni sostanzialmente mitiche, o che comunque poco avevano a che vedere con il reale svolgimento dei fatti". Queste le prime righe dell'introduzione. Appare subito evidente come il libro si sia potuto trovare al centro di un largo dibattito alla sua uscita. L'intento degli autori di smascherare i falsi miti e mettere a nudo le imprecisioni tramandate dalla cultura della sinistra (sempre dall'introduzione: "... è nell'ambito della sinistra, e quasi soltanto della sinistra, che sono stati elaborati dopo il 1945 modelli 'forti' di interpretazione storica, nonché di lettura degli avvenimenti chiave"), è stato subito accolto polemicamente, anche se concorde è il giudizio positivo sul tentativo di ricercare la verità storica. Il libro è senz'altro di grande interesse e ha già stimolato un dibattito storico utile alla migliore comprensione del nostro passato prossimo e del presente.

Note legali