Il mito dell'intelligenza ebraica

Sander L. Gilman

Traduttore: C. Spinoglio
Editore: UTET
Anno edizione: 2007
Pagine: VIII-211 p., Brossura
  • EAN: 9788802078717
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,00

€ 20,00

Risparmi € 10,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano bacchi

    28/10/2009 18:33:11

    Opera di rilevante interesse culturale per la utile individuazione degli elementi storici e sociali della intelligenza ebraica e dalla sua forma mentis razionalistica logicista e formalista, cioè legalitaria come volgarmente è definita in senso farisaico. La tendenza all'astrazione, l'assiomatizzazione della idea di legge e la fatale estraneità della forma mentis ebraica rispetto esperienze che non siano rigorosamente sociali, vale a dire il disinteresse della cultura giudaica per la natura e il romanticismo panteistico che vi si iscrive, avvicinano questa scuola di pensiero al protorazionalismo socratico e quindi alle origini del pensiero razionalistico occidentale.Razionalismo e logicismo e formalismo sono idee concomitanti e coincidenti e la fortuna che l'occidente ne abbia mutuato e scelto la gnoseologica fondamentale deve necessariamente ascriversi al genio ebraico ed a quello greco, perchè se nell'assiomatica euclidea abbiamo le basi del ragionamento scientifico in forma astratta matematica è con la teoria della legge sui fondamenti della sola Ragione che l'ebraismo delle origini e quello attuale (Cohen, Popper, Moritz Schlick, Mach)fonda la sua impareggiabile lectio magistralis alla civiltà. "Essere ebrei significa avere una intelligenza superiore definita dalla razionalità e dall'assenza di pregiudizi" ecco il culmine di questo saggio in cui la rivendicazione storica ma anche antropologica di un primato intellettuale si fa aperta orgogliosa e manifesta: la superintelligenza ebraica non è un mito e la puntuale dispersione o smitizzazione o razionalizzazione di tutte le teorie che in qualche modo non abbiano certi fondamenti nella Ragione è il sigillo della civilizzazione ebraica nel mondo che rende orgogiolsi di esserlo anche chi in tempi recenti ha dovuto nasconderne le prove e le origini per la invidia razzista e distruttrice di un avversario che intendeva battere con lo sterminio un rivale imbbattibile con la sola Ragione. Viva Israele.

Scrivi una recensione