Il monastero delle ombre perdute

Marcello Simoni

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 27 febbraio 2018
Pagine: 336 p., Brossura
  • EAN: 9788806228699

27° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Gialli storici

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,91
Descrizione

Catacombe, idoli dall'aspetto sconvolgente, donne bellissime e dalle parentele ingombranti. In un Seicento quanto mai gotico, l'inquisitore Girolamo Svampa è chiamato a indagare su un mistero che scuote i vertici del potere papale.

Roma, giugno 1625. La giovane Leonora Baroni entra con uno spasimante nelle catacombe di Domitilla, ma qui s'imbatte nel cadavere di un uomo e, con uguale orrore, in una donna dalla faccia di capra. Due giorni dopo l'inquisitore fra' Girolamo Svampa, in esilio in Toscana, riceve la visita di padre Francesco Capiferro, segretario dell'Indice, che ha l'incarico di riportarlo nell'Urbe per far luce sul delitto. Nominato commissarius nonostante l'opposizione di Gabriele da Saluzzo, suo storico nemico, lo Svampa, aiutato dal fedele Cagnolo Alfieri, inizia l'inchiesta prendendo contatti con la famiglia di Leonora, e subito comprende che il terreno su cui dovrà muoversi è parecchio scivoloso. Questa, infatti, è figlia di Adriana Basile, celebre cantante e sorella del grande scrittore napoletano Giambattista, che a causa di una fiaba finisce con l'essere pericolosamente coinvolto nella vicenda. A complicare le cose, il «circolo delle donne cantanti» raccolto intorno a Adriana e la sorella di quest'ultima, Margherita, un personaggio enigmatico, dai molteplici talenti, che per lo Svampa sembra nutrire un interesse particolare. MARCELLO SIMONI (Comacchio, 1975) è stato archeologo e bibliotecario. Con Il mercante di libri maledetti (2011), il suo romanzo d'esordio, è rimasto per oltre un anno in testa alle classifiche e ha vinto il 60° Premio Bancarella. Un successo confermato da La biblioteca perduta dell'alchimista, Il labirinto ai confini del mondo, L'isola dei monaci senza nome, La cattedrale dei morti, L'abbazia dei cento peccati, L'abbazia dei cento delitti, L'abbazia dei cento inganni e L'eredità dell'abate nero. Per Einaudi Stile Libero ha pubblicato Il marchio dell'inquisitore, dove compare per la prima volta il personaggio di Girolamo Svampa. È tradotto in venti Paesi. «Lo Svampa si avvicinò con passi leggeri e si chinò su padre Capiferro per controllarne il respiro. Non gli era mai capitato di osservarlo cosí da vicino e per la prima volta fece caso alla sua fronte nobile, ben distesa, e al naso aquilino. Raramente si soffermava sui tratti fisici delle persone e ancor piú di rado ne conservava memoria. A quel genere di particolari, fin troppo comuni e ripetitivi, ne preferiva di piú astratti, derivati dalle sensazioni e dai contesti legati alla gente con cui aveva a che fare. Come se ogni singolo individuo si riducesse a una nebulosa di pensieri, colori e odori che di tanto in tanto entravano in collisione con lui, costringendolo a prenderne atto. Si rialzò e ripiegò verso l'uscita. Per il momento, il suo piano di vendetta doveva attendere. Tanto valeva occuparsi del caso per cui era stato richiamato a Roma».

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Albife

    17/08/2018 15:11:31

    Attirata dalla campagna promozionale avevo letto anni addietro la sua opera prima, il bestseller Il mercante di libri maledetti ed ero rimasta delusa. Ora ho voluto riprovare con un Simoni già prolifico e acclamato. Ho trovato un romanzo che è una serie di brevi scene racchiuse in micro capitoli, una trama che definirei carina ma che non mi ha mai sorpreso nemmeno in quelli che avrebbero dovuto essere i colpi di scena. Ho trovato personaggi che mi sembrano caricature più che persone del Seicento, poco verosimili così come la storia stessa che di storico ha gli abiti dei protagonisti e qualche scorcio della vecchia Roma. In queste pagine non ho colto segni di vita vera, di realismo storico, ma parti recitate in modo teatrale e con una certa enfasi, adattabili come passepartout ad altri luoghi e ad altre epoche, unite da spunti che l’autore sa cogliere negli antichi libri che consulta durante ricerche in cui è esperto. Sono felice per i successi italiani ed internazionali di Simoni e gli auguro ogni bene ma per me il giallo storico è altra cosa.

  • User Icon

    uerreit

    15/07/2018 09:35:18

    Come sempre Simoni ti accompagna nel piacere di leggere. Storia e fantasia ottimo mix.

  • User Icon

    andreapi57

    08/05/2018 09:42:45

    E' sempre piacevole leggere i libri di Marcello Simoni. Consigliato a chi è interessato ai romanzi gialli in ambientazioni medievali.

  • User Icon

    Carlo

    28/04/2018 10:53:00

    Questa nuova prova di Simoni è la conferma di un grande scrittore. Il libro si legge benissimo ed è ricco di termini e particolari che stimolano il lettore alla ricerca oltre che alla lettura. Consiglio, a chi non ha ancora letto altre opere, la trilogia del mercante di libri maledetti.

  • User Icon

    BA

    24/04/2018 20:26:57

    Ottimo libro. Molto intrigante, come tutti gli altri romanzi dell'autore.

  • User Icon

    sailorlinux

    10/04/2018 18:04:06

    Romanzo storico piacevole e avvincente :-)

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    22/03/2018 07:12:26

    Mi è scappato il dito.... Barocco non Rinascimentale. Chiedo venia!

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    22/03/2018 05:52:21

    Marcello Simoni è un maestro nel ricreare le atmosfere, in questo caso rinascimentali romane. Il romanzo è scorrevole, accattivante ed intrigante. Consigliatissimo

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione