Mulatu of Ethiopia

Artisti: Mulatu Astatke
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 3
Etichetta: Strut
Data di pubblicazione: 19 maggio 2017
  • EAN: 0730003312939
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Disponibile anche in altri formati:

€ 35,90

Venduto e spedito da IBS

36 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Descrizione

Questa ristampa definitiva viene realizzata in un triplo album gatefold che comprende il master stereo dell’album, un pre‐mix mono ed una selezione di outtakes dalle sessioni di registrazione che offrono all’ascoltatore un accesso privilegiato per comprendere il DNA dei processi di studio che hanno portato alla realizzazione di quest’album.
Strut presenta la prima ristampa ufficiale di un album che è un vero e proprio punto di riferimento per la musica Africana, “Mulatu Of Ethiopia” di Mulatu Astatke del 1972. Registrato a New York, l’album fu concepito al tempo in cui Mulatu aveva iniziato a padroneggiare la delicata fusione di stili atta a creare quello che è stato poi definito l’Ethio Jazz. “Lasciai l’Inghilterra per l’America e studiai al college di Berklee a Boston. Imparai gli aspetti tecnici del jazz e guadagnai una buona comprensione di diverse tipologie musicali. È dove ho acquisito i miei rudimenti. Berklee mi ha dato veramente una scossa.” Viaggiando regolarmente verso la grande mela per suonare e vedere concerti, Astatke incontrò il produttore Gil Snapper. L’incontro portò ad una serie di album sull’etichetta di Snapper, Worthy, tra cui i due volumi di “Afro Latin Soul” che segnarono la nascita di un nuovo suono ‐ come Snapper scriveva entusiasticamente sulle note di copertina – Mulatu ha preso le antiche scale tonali dell’Asia e dell’Africa e le ha tessute in qualcosa di unico ed emozionante: una miscela di tre culture, Etiope, Portoricana ed Americana. A questo punto Astatke cominciò a raffinare ulteriormente il suo suono, infondendo elementi della cultura funk americana e, tornando a lavorare nello studio di downtown Manhattan con Snapper ed alcuni dei migliori session man jazz e latin della città, “Mulatu Of Ethiopia” inizio a prendere forma. “Provammo per 3‐4 settimane – ricorda Astatke – occorse un bel po’ di tempo prima che i musicisti avessero il giusto feeling con la musica”. L’album risultante rappresenta il primo documento completamente formato del tipico sound Ethio jazz di Astatke e comprende molti brani che vengono suonati regolarmente nei suoi show ancora oggi come ‘Kulunmanqueleshi’, ‘Dewel’ e ‘Kasalefku‐Hulu’, oltre al groover omonimo ‘Mulatu’.