Nessuna cortesia all'uscita

Massimo Carlotto

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 802,35 KB
  • EAN: 9788866320791
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questo romanzo di Massimo Carlotto (Il terzo della serie dell'Alligatore) racconta dall'interno le trasformazioni del panorama criminale del nostro paese, i mezzi e le strategie dei soggetti di questa battaglia sanguinosa che si svolge sotto i nostri occhi. Si parla della mafia del Brenta, della mafia russa, della nuova criminalità albanese, dell'uso spregiudicato dei criminali pentiti da parte della magistratura. L'Alligatore è entrato nel mondo degli investigatori e della giustizia dalla porta di servizio (la galera). Usa mezzi illegali, lavora assieme a un contrabbandiere piuttosto violento e a un reduce (però sempre in gamba) della controinformazione degli anni Settanta. Ma il suo obiettivo resta sempre alto: la giustizia.
4
di 5
Totale 7
5
2
4
3
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    angelo

    06/12/2014 13:39:08

    Ingredienti: un detective dal cuore buono ma dai modi bruschi, un incarico da paciere tra loschi criminali, un groviglio di affari sporchi della mafia del Brenta, una scia di morti come risultato dell'azione. Consigliato: a chi crede nel potere inquinante dei soldi tra politica, economia e criminalità, a chi nega ogni trattativa tra stato e mafie.

  • User Icon

    Francesco Cutrì

    14/09/2012 01:01:46

    Uno dei più bei libri di Carlotto . Si parla della mafia del Brenta , della sua nascita , del potere detenuto per lungo tempo e ramificato in varie attività lecite ed illecite e del suo declino . Nel Veneto opulento e pacioso , la criminalità italiana lascia il posto alla mafia albanese , a quella russa , ai nigeriani che , attraverso lotte sanguinose , si andranno a dividere il territorio e le attività di competenza . A questa che è storia del nostro Paese s'intrecciano le vicende dell'alligatore e dei suoi compagni , direttamente coinvolti nelle vicende relative agli ultimi colpi di coda della mafia del Brenta . Un libro che descrive una pagina della storia italina , senza mezzi termini e senza adulcorazioni . Un Carlotto grintoso e senza peli sulla lingua .

  • User Icon

    Vicky Vale

    30/06/2007 10:15:14

    Un romanzo lucido e incalzante di stampo cronachistico. Non è paragonabile ai grandi maestri del noir anche perchè Carlotto non ha la padronanza linguistica di altri scrittori, ma il suo background socioculturale gli permette di rendere interessante tutto ciò che racconta.

  • User Icon

    Nicola

    19/11/2005 16:37:53

    La terza avventura dell'alligatore è sicuramente all'altezza delle due precedenti anche se stavolta Carlotto attinge a piene mani dalla cronaca,visto che il personaggio di Tristano Castelli è un pò l'alter ego del boss Felice Maniero..O sbaglio?

  • User Icon

    Leilani Klonk

    28/12/2004 10:44:33

    Questo è il primo romanzo che leggo di questo autore e ho grosse difficoltà a capire tutte queste recensioni entusiastiche. Probabilmente sono io che non riesco ad entusiasmarmi. La storia è si incalzante ma anche noiosa. I protagonisti - paladini della Giustizia che uccidono per vendetta, con la verità in tasca, si permettono di dare continuamente alti giudizi morali sugli altri protagonisti (dagli avvocati e dai malavitosi), risultando piuttosto ridicoli. Un libro senza infamia e senza lode.

  • User Icon

    francesco

    14/06/2004 10:59:57

    grande alligatore, anche se deve stare attento al bandito milanese rossini, che a lungo andare finirà per togliergli spazio. romanzo scritto con la consueta lucidità, con ritmo incalzante, con aggiunta la disperazione della vendetta. e poi il titolo: efficace, forte, profondo. indovinatissimo. che dire? carlotto è proprio il nostro numero uno!

  • User Icon

    Claudio Sanna

    30/03/2004 22:45:31

    Bellissimo, per me il miglior Carlotto ed uno dei più intriganti noir degli ultimi tempi. Carlotto, padovano, conosce molto bene la mafia del Brenta e ne traccia un quadro incredibile ed estremamente verosimile. La sua conoscenza delle regole e delle faccende della malavita rende questo romanzo molto simile ad un libro di cronaca.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Massimo Carlotto Cover

    Nel 1976, giovane universitario e militante di Lotta Continua, scopre casualmente a Padova il cadavere senza vita di Margherita Magello, colpita da 59 coltellate, e viene accusato dalla polizia dell’omicidio dopo essersi recato volontariamente a testimoniare.Dopo il processo d’appello e prima della sentenza fugge all’estero e si dà alla latitanza, trasferendosi poi in Messico e iscrivendosi all’Università. Viene catturato e riportato in Italia, sino alla grazia che il Presidente della Repubblica gli accorda nel 1993, grazie anche al favore dell'opinione pubblica. Massimo Carlotto, libero, diventa scrittore. Esordisce nel 1995 (scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi) con il romanzo-reportage Il fuggiasco, pubblicato da e/o e ispirato alla sua... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali