La neve se ne frega

Luciano Ligabue

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Feltrinelli
Collana: I canguri
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 6 settembre 2004
Pagine: 234 p., Brossura
  • EAN: 9788807701566

€ 7,56

€ 14,00

Punti Premium: 14

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il mondo è pulito. Le risorse rispettate. I bisogni soddisfatti. Un soffice rigore governa l'esistenza. Tutto secondo i diritti e i doveri del Piano Vidor. Siamo in un altrove temporale e nel migliore dei mondi possibili, sia pur a fronte di un controllo totale. Il Piano Vidor ha a cuore il benessere e la felicità delle coppie e infatti DiFo e Natura sono felici, secondo programma. Lavorano, fanno l'amore, frequentano amici, si lasciano intrattenere dalle forme di spettacolo consentite. Ma questo tempo, apparentemente così simile al nostro, è segnato da una profonda alterazione socio-biologica che ha a che fare con il mistero del nascere, del venire al mondo. I protagonisti sono destinati a imbattersi in quel mistero...
3,96
di 5
Totale 90
5
44
4
23
3
6
2
9
1
8
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesca

    22/11/2011 17:49:44

    Sicuramente un libro scorrevole, ma la trama non è un granché. Ligabue scrive come scrive le sue canzoni, i pensieri sul cielo, su dio, sulla pazienza e l'amore sono costanti. Mi è piaciuta l'ambientazione fantasiosa nel futuro, il carattere del protagonista DiFo (che penso un po' tutti avremo immaginato come Liga!). Insomma carino, ma non lascia nulla dopo averlo letto. Sono poi evidenti le influenze di altri autori, già alla terza riga mi è venuto in mente Benjamin Button.

  • User Icon

    mary

    24/08/2009 17:17:18

    Mi hanno regalato questo libro per il mio onomastico...si è rivelato una piacevole sorpresa. Se non me lo avessero regalato, non lo avrei mai comprato di mia iniziativa. Bella la storia e i temi che essa rappresenta. Grande Liga!!!

  • User Icon

    sandrolife

    25/06/2008 21:56:26

    Premetto che non sono un gran fan di Ligabue, ma alcune canzoni mi piacciono molto e anche Radiofreccia lo ricordo davvero con piacere.Questo libro usa un linguaggio proprio di Ligabue, e più di qualche volta sembra proprio di sentire la sua voce che narra...e non sempre è piacevole, perchè credo che chi legge debba dare voce a i personaggi. Poi l'ho trovato un pò breve...nel senso che nessun personaggio è ben caratterizzato. Infine il modo di parlare in prima persona lo trovo un pò ....come dire...egoista!! Però ho messo 4 su 5...perchè vale la pena leggerlo !!!

  • User Icon

    Dany91

    21/06/2008 18:51:06

    Un gran bel libro capace di far riflettere. Poi scritto in un modo facilmente comprensibile anche se la storia di questo libro è proiettata in un mondo non certo perfetto vista l'assenza di possibilità di poter scegliere come vivere la propria vita. La cosa più bella sta nel fatto che l'autore descrive nei minimi particolari e con un metodo molto esplicito l'amore che prova per la sua donna. Veramente ben fatto!!

  • User Icon

    Stefano

    25/03/2008 17:07:31

    Sono un Fan di Ligabue... Ho letto questo libro tutto d'un fiato... Trama, pensieri, parole, modo di scrivere tutto "Ligabuiano" L'amore espresso da Ligabue è qualcosa di bello e dimenticato. E poi..grande rievocazione di ricordi. Io chiamavo la mia ex-ragazza "Bimba" Solo un'ultima cosa: MITICO!

  • User Icon

    I lOvE lIgA91

    30/12/2007 23:07:40

    La neve se ne frega è a mio parere uno dei tanti passi che LIGA ha mosso verso verso i "DIVERSI"...verso coloro cioè che credono in tutto quello ke oggi è ormai morto... l'amore ke liga decanta in questo libro è un amore puro, semplice,vero...quell'amore in cui poki credono ancora...

  • User Icon

    federika

    12/06/2007 13:25:13

    Questo libro mi è piaciuto molto, mi ha fatto capire tante kose,mi ha fatto crescere per la morale fantastika!!mi ha fatto piangere..!penso sia 1 dei libri più belli ke abbia mai letto anzi forse il più bello!..Ligabue è davvero 1 genio tutto quello ke fa gli riesce alla perfezione!..non avrò molta esperienza cm lettrice dato ke ho solo 16 anni ma mi sento in dovere di dire ke è un libro davv STUPENDO!..lo consoglio di leggere..(se nn l'avete letto nn sapete ke vi perdete)..Ciao

  • User Icon

    bexbex

    23/12/2006 15:40:02

    io sono una fan di liga...e per fan intendo che so tutto di lui,lo seguo in tour e gli lancio biancheria intima. Ma leggo anche molto e tra le centinaia di libri che ho letto...bè,questo è il mio preferito!!!mi ha fatta sognare,anche per il modo in cui si rivolge alla compagna chiamandola:bimba.E' una bellissima storia d'amore,una storia sul significato di essere genitori.Anche in questo campo Luciano ha superato se stesso

  • User Icon

    miss kiss

    21/10/2006 10:14:15

    devo ammettere che anche se non lo apprezzo come cantante il libro di Ligabue mi ha piacevolmente sorpresa... sono stat costretta a leggerlo da un mio amico fan scatenato, però non l'ho letto malvolentieri... bella la trama, scritto in modo scorrevole carino... non certo un capolavoro, però apprezzabile...

  • User Icon

    ka

    07/05/2006 13:27:03

    ho letto questo libro tante volte... mi sorprendo sempre della capacità di Liga di tradurre le emozioni in parole. La sua poesia è dolce e immediata, arriva dritta nel cuore..

  • User Icon

    Vanina

    19/09/2005 14:18:57

    Sicuramente Liga si è ispirato a qualcosa di già scritto (Da George Orwell ad Aldus Huxley, da Ira Levin a Francesco Piccolo), ma non è questo che importa, ma quello che è stato messo dentro a questi schemi già utilizzati! La storia è la tipica poesia delle sue canzoni. La perfezione non esiste, ma l'uomo, che non smette mai di cercarla, a volte ci si può avvicinare, e l'amore è la chiave di tutto. Gran bel libro, Liga!

  • User Icon

    Elena

    14/09/2005 15:41:19

    Devo essere sincera, ho sempre apprezzato il Liga come cantautore, e il motivo del mio acquisto è stata senza dubbio la curiosità, mista anche ad un po' di scetticismo..e invece mi sono ricreduta!l'inizio l'ho trovato un po' ostico, soprattutto per cercare di capire le regole che contraddistinguono il Piano Vidor, luogo in cui è ambientata la vicenda, ma poi leggendo mi sono trovata davanti ad una storia semplice e allo stesso tempo splendida, che vuole sottolineare la bellezza di un amore puro, quello tra Sogno e Natura. lo consiglio vivamente, lo si legge in pochissimo, e nn scoraggiatevi all'inizio!!

  • User Icon

    hellies15

    05/09/2005 16:20:38

    Una mia amica me lo ha consigliato dicendomi che era un libro fantastico. Io, gran fun di LIgabue, come potevo rifiutare??Me lo ha prestato e in due giorni me lo sono divorato(anch eperchè nn è lunghissimo). M ha sorpreso il Liga, con un linguaggio molto particolare e una storia che all'inizio t lascia un pò di sasso ma man mano che entri nella trama t incuriosiscie ed appassiona. Ottimo il finale e lo consiglio a tutti anche perchè t fa ragionare su molti aspetti e secondo me fa anche capire che la perfezione nn esiste, e nonostante continueremo a cercarla nn la troveremo mai.

  • User Icon

    Gil

    31/08/2005 11:52:49

    Premessa: da dieci anni seguo Ligabue come cantautore, sceneggiatore, regista e scrittore. In alcuni dei suoi momenti, come quando ho visto per la prima volta Dazeroadieci, l'ho anche criticato, sarà che quando ami molto una persona, tendi a vedere sempre "oltre". Ho comprato questo romanzo esclusivamente perchè scritto da Liga, sarei un'ipocrita se dicessi il contrario, e l'ho letto in una serata. Bene, credo che questo libro nella sua immensa semplicità ed ingenuità, sia uno dei più belli che ho mai letto. Senza pretesa di essere il libro del secolo, magari in alcuni tratti anche un po' banale, io leggendolo ho provato la sensazione di leggerlo con gli occhi di un bambino e all'ultima pagina (Vado solo ad aspettarti per la prossima vita) ho versato una lacrimuccia. In alcuni passaggi forse si pretende un po' troppo dal lettore e a volte si fatica a seguire il filo e a prestare la dovuta attenzione ad ogni parola, ma se cosi non fosse, sarebbe stato scritto da qualcun altro. Lo consiglio veramente a tutti quelli che come me conoscono e amano Ligabue e la sua arte, perchè credo che in questo romanzo ci sia molto di lui, chi si aspetta un capolavoro della narrativa magari rimarrà deluso, ma chi conosce Liga saprà trovarci momenti di rara tenerezza. PS Capisco che è molto semplice criticare un cantautore che decide di fare anche dell'altro, è semplice e molto superficiale, a tutti quelli che hanno scritto le idiozie che ho letto tra i commenti chiedo: se l'avesse scritto qualcun altro avreste mosso le stesse critiche? Spiattellare frasi del tipo "L'hai scritto veramente tu?" mi sembra davvero insensato. Il libri può piacere o non piacere senza dubbio, ma chi ha detto una frase simile, evidentemente Ligabue non sa neanche chi sia e cosa abbia fatto durante la propria vita artistica altrimenti non avrebbe dubbi sulla paternità di questa storia. Ci vediamo il 10 settembre ...

  • User Icon

    laura-VR-

    30/08/2005 11:07:21

    Credo che con questo libro si possa capire il vero senso della vita!! Libro stupendo!

  • User Icon

    Miky

    22/06/2005 11:07:06

    Luciano non delude mai..e mai lo farà! Nè come musicista, nè come regista e nè come scrittore! E' un grande...non è stato un libro affatto noioso e scontato...mi è piaciuto tanto...soprattutto la sua fantasia...una bella storia d'amore..Bravo Liga!!!

  • User Icon

    *Elena*

    20/06/2005 17:12:38

    Queste poche righe vogliono essere solo un grazie...anzi...un GRANDE grazie a DiFo e Natura che ci ricordano con la loro storia quanto sia bello amare. Amare con semplicità cogliendo ciò che la vita porta con sè e decide di donarci, amare fregandosene di tutti gli schemi precostituiti proprio come fa la neve che permette di parlare "...senza di loro..."; amare, amare e amare nonostante tutto................. GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    Arwen

    03/06/2005 13:19:12

    "Stato delle cose":Il Liga mi ha sempre incantato con le sue canzoni,sempre così piene di sentimenti.Due giorni fa ho dato un esame universitario di letteratura italiana consistente in un saggio breve proprio su questo libro...posso solo dire che è riuscito a farmi dare un esame con gioia:ho provato un profondo piacere non solo nel leggerlo ma anche nello scrivere di questa storia che mi ha completamente assorbita(l'ho letto tutto di un fiato in mezza giornata)!!!!Solo un grande come lui poteva riuscirci!!!!"Commento":Gustatevelo!!!!

  • User Icon

    Federico

    27/05/2005 19:20:05

    Questa che ho letto è una bella storia, non si può certo dire che sia una storia scorrevolissima e facile, comunque apprezzo l'impegno del Liga. A me non sarebbe mai venuta in mente.

  • User Icon

    Melissa

    15/05/2005 14:19:18

    Al contrario di altri, il mio commento è positivo...la lettura scorre...è vero che ha preso ispirazione da orwell e benni ma ha comunque uno stile tutto suo!

Vedi tutte le 90 recensioni cliente

Un mondo al contrario in cui si nasce già vecchi e la vita consiste nel ringiovanire a poco a poco fino a diventare bambini ed incoscienti. Un mondo in cui non c'è posto per l'imprevisto: tutto è programmato, nessun cambiamento, nessun incidente di percorso, nessuno può morire prima che sia giunta la sua ora. è questo lo scenario del nuovo libro di Luciano Ligabue, il primo romanzo del musicista di Correggio che si è già cimentato nella scrittura con un'antologia di racconti intitolata Fuori e dentro il borgo. Il romanzo è ambientato in un futuro fantascientifico, ma nelle intenzioni dell'autore non nasce come un libro di genere bensì come una storia dedicata a valori senza tempo: l'amore, la vita, il desiderio di procreazione. Sullo sfondo il futuro è l'essenza di una realtà perfetta, e dunque immaginaria, in cui le condizioni di vita sono create in vista di un'unica esigenza: la felicità. I due protagonisti, DiFo e Natura incarnano alla perfezione il Piano Vidor, artefice del sistema in vigore sul pianeta Terra dal 2095. Sono una coppia senza difetti unita artificialmente dalla "nascita", da settantanove anni lui, da ottantuno lei: innamorati, hanno entrambi un lavoro che li soddisfa, una casa comoda e tecnologica, un mezzo di trasporto a motore e uno aereo, godono di una salute perfetta e frequentano amici affettuosi. La loro esistenza trascorre nell'accettazione di ciò che è stato loro assegnato; persino la dieta alimentare, l'abbigliamento, le opere d'arte e i film visti sull'olovisore domestico sono stabiliti dal programma centrale, una sorta di Grande Fratello orwelliano, che tramite microcamere piazzate ovunque controlla ogni momento, anche i più intimi, della vita di ogni individuo. Questo sistema perfetto, ideato appositamente per esiliare l'incertezza, il dolore, la difficoltà, nasconde però una falla: un'imprevedibile rivalsa della natura e del sentimento fa sì che i due scoprano di essere in grado di procreare. La supina accettazione viene vinta da una sorta di nostalgia biologica che minaccia l'ordine prestabilito...
La neve se ne frega è una riuscita creazione fantastica, che trae vigore da un'ambientazione originale e immaginaria, ma soprattutto dai valori profondamente reali e senza tempo che celebra. Il sentimento d'amore e il desiderio di perpetuare la vita sono i motori di una storia appassionante e non priva di tensione e mistero, che stimola fino all'ultimo la curiosità dei lettori. è infine una dichiarazione d'amore nei confronti di un mondo e di un'umanità non certo perfetta, ma autentica e vibrante di sentimento, divisa tra successi e sconfitte, serenità e preoccupazioni, gioie e dolori.

  • Luciano Ligabue Cover

    Luciano Ligabue, nato a Correggio il 13 marzo 1960, canta dal 1987 le canzoni che compone. Ha pubblicato la raccolta di racconti Fuori e dentro il borgo (1997, Premio Elsa Morante), il romanzo La neve se ne frega (2004), la raccolta di poesie Lettere d'amore nel frigo (2006) e un'altra raccolta di racconti, Il rumore dei baci a vuoto (2012), e l'anno successivo La vita non è in rima (per quello che ne so). Intervista sulle parole e i testi. Ha scritto e diretto due film: Radiofreccia (1998, tratto da Fuori e dentro il borgo) e Da zero a dieci (2002). Nel 2004 l'Università di Teramo gli ha conferito la laurea honoris causa. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali