Un nido di terra per la donna cristallo

Margaret Gaiottina

Editore: Mamma
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 20 gennaio 2012
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788887303537
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Dorinda "Icy" Martini ovvero Dorinda "la fredda" è una trentenne affabile come un ghiacciolo. Icy sarebbe più adatta all'esercito che a una holding del lusso. Ondeggia a disagio su sandali vertiginosi al ricevimento di Steve Crossbow. Il miliardario festeggia l'acquisto di una mitica coppa dell'immortalità. Solo "manie" del vecchio, secondo Icy. Ma forse sbaglia perché per appropriarsene un rapinatore gigantesco e sinuoso spunta dal nulla e fa fuori come niente tre guardie armate. Peccato che il rapinatore, spinto da un istinto misterioso, esiti ad eliminare Icy e ci rimetta la pelle. È l'uomo che nella vita le ha dimostrato maggior generosità e Icy decide di andare al suo funerale. È così che magnetici occhi color tabacco emergeranno dal buio e Icy si troverà a scavare tombe e a fare sedute spiritiche. "Io te lo ha detto Icy, questo è grande casino", borbotta Anita, la sua amica russa, spiritista punk. E ha ragione, Icy. Quegli occhi color tabacco potrebbero perfino farti scoprire che non sei poi così fredda.

€ 8,33

€ 9,80

Risparmi € 1,47 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MissGabrielle

    20/05/2012 14:30:12

    Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro,visto che in verità la precedente esperienza con un altro libro di questa scrittrice mi aveva lasciata piuttosto insoddisfatta.Ma mi sono dovuta ricredere,tanto che questo libro seppur con qualche pecca qua e là,mi ha tenuta incollata alle sue pagine per due interi pomeriggi.Finalmente una storia senza vampiri?ma sempre con "non-morti" o come in questo caso "vaganti"ovvero persone morte che dopo un periodo di tre giorni in cui ci si ritrova nell'Ade(posto in cui tutti i morti vogliono tornare)ritornano indietro vive e vegete per permettere loro di completare un qualcosa che non erano riusciti a fare da vivi.Per uno stranissimo caso la protagonista di questa storia Dorinda(chiamata anche Icy),trentenne in gamba che tutti giudicano fredda e priva di sentimenti,con un divorzio piuttosto doloroso alle spalle, si ritrova ad una mostra dove è esposta la Coppa dell'Immortalità,e guarda caso proprio mentre Icy si trova a pochi passi dalla coppa un ladro si intrufola nella stanza cercando di rubarla.Purtroppo Icy viene messa in mezzo suo malgrado e il ladro proprio a causa sua per una distrazione viene ucciso.La nostra Icy non riesce a capire il perché di quel tentennamento del ladro.Lei si sente quasi in colpa tanto da andare perfino al funerale del ladro.Da qui in poi alla nostra Icy cominciano a succederne di cotte e di crude.Parteciperà ad una seduta spiritica con la sua amica Anita(presunta medium russa),incontrerà un uomo che le farà perdere la testa letteralmente di nome Byron Kuja.Non vorrei dire altro sulla trama salvo che la storia è veramente carina, anche se alcune cose non sempre le ho trovate chiare,infatti per ben due volte ho avuto la stranissima sensazione di aver saltato qualche scena.Mi è piaciuto molto il sentimento che nasce fra Icy e Byron.Inoltre ho trovato davvero simpatico il personaggio di Anita.A chi consiglio questo libro ? Ma naturalmente a chi ama i lieto fine e le storie d'amore che sembrano scritte

  • User Icon

    admiral

    07/04/2012 17:06:50

    Il libro è molto interessante e avvincente,nasconde una trama fantastica e surreale degna dei migliori autori del genere Horror,fluido e spedito si sente l'odore di una buona penna,ci si immerge in labirinti ed immagini, prima pensati poi amalgamati e studiati per produrre sentimenti allucinatori. E' certamente un libro,nel suo genere,amato o odiato, perchè specialmente agli addetti ai lavori,a chi scrive e legge libri...puo suscitare sentimenti di piacere,oppure di rivalsa,di amicizia o di intemperanza di amore per l'autore oppure di sconvolgenti epitepi di gelosia per non aver pensato una storia bella come questa.Vai avanti Gaiottina scrivi ancora non solo per me sessantacinquenne canuto e stanco ma per gli innumerevoli fans futuri.(chi mai semina,mai raccoglie)

  • User Icon

    GM

    05/04/2012 13:26:36

    Veramente carino questo romanzo, non troppo impegnativo (della serie non è Guerra e Pace) ma adattissimo per trascorrere un paio di giorni di divertente rilassatezza. Ovviamente c'è un protagonista maschile fighissimo, e , particolare non trascurabile, morto. Ebbene sì, Byorn è uno zombie, ma non uno zombie di quelli orrendi che fanno paura, bensì un marcantonio di tutto rispetto. Ed è morto per salvare da una rapina Dorinda Icy Martini, contabile di alto livello per una casa di moda milionaria. La cosa è sconvolgente per lei, specialmente se si considera che Icy è stata lasciata dal marito Arthur per una ragazzina avvenente ed è rimasta a mani vuote. L'amica russa spiritista Anita Demidova, l'aiuterà a sbrogliare la matassa e capire come fanno i morti a ritornare sulla terra.

  • User Icon

    F.S.

    05/04/2012 09:24:50

    Questo libro l'ho divorato, divertente davvero, una commedia brillante ricca di emozioni. Dorinda è una donna in carriera che è stata molto ferita dalla vita, lasciata dal marito fedifrago, si è rifugiata totalmente nel lavoro. Byron è un morto che non troverà pace fin quando non avrà terminato la sua missione, ovvero recuperare la coppa di Mnemosyne, la coppa dell'Immortalità. Ma ovviamente il percorso è difficoltoso e a complicare le cose ci si mette anche il commissario Gatto, un tipo alla Gioele Dix a cui sono state affidate le indagini degli omicidi che si sono accompagnati alla sparizione della famosa coppa. Lo consiglio a chi ama le storie d'amore con un pizzico di mistero.

  • User Icon

    Drusilla

    04/04/2012 19:38:03

    Il mondo della moda, gli spettri malvagi e l'ex marito bastardo. I gladiatori, creature tornate dal regno dei morti per finire un lavoro, e la vicina di casa russa, spiritista punk. Dorinda "Icy" non ha davvero di che annoiarsi. Questo libro mi ha entusiasmata. C'è la storia d'amore e l'avventura, con un tocco paranormal nuovo e riuscito.

  • User Icon

    Rowan

    03/04/2012 23:38:33

    Vi avverto, questo è un libro che faccio molta fatica a recensirvi, perché se da un certo lato mi è piaciuto lo stile della Gaiottina, che rende la storia non un capolavoro, ma almeno scorrevole, dall'altro ho trovato moltissime pecche non trascurabili. Quindi, vediamo di riuscire a dirvi qualcosa di concreto: lo stile dell'autrice non è male, è un tipo di scrittura abbastanza semplice, il problema è che, se questo pregio poteva rendere la lettura scorrevole, la trama glielo ha decisamente impedito. Ci troviamo infatti davanti ad una storia un po' noiosa, che procede con lentezza e senza incuriosire particolarmente il lettore. Dorinda, viene quasi sempre chiamata Icy, per via del suo carattere freddo e schivo, ma a me tanto fredda non è sembrata.. non dico che sia una donnicciola tutto zucchero e miele, ma non ho nemmeno trovato qualcosa che la rendesse degna di un nomignolo simile. Byron non mi ha fatto né caldo né freddo, il cattivo c'è ma non c'è, e l'amica di Dorinda è stata una spina nel fianco per tutte le 318 pagine. Anita, l'amica spiritista, è russa, e il lettore viene informato fin dall'inizio che la ragazza non ha mai imparato bene la lingua.. ma cavolo! Parla in modo tanto ridicolo ed irritante che più di una volta avrei lanciato il libro dalla finestra, con il rischio di uccidere qualche passante innocente. Mi rendo conto di essermi un po' incartata, scusatemi, ma ho davvero delle sensazioni contrastanti. Il libro non mi ha emozionato né incuriosito, è una lettura che una volta conclusa non ti lascia niente.. io ho chiuso il volume con un'antipatica domanda che mi ronzava in testa: Ma c'era davvero bisogno di scriverla, questa storia? Tuttavia non è un pessimo libro, ho letto di molto peggio.. come per Apocalypse Kebab, lo consiglio esclusivamente a chi già conosce e ama l'autrice.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione