Categorie

Oriana Fallaci

Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: XVI-428 p. , Rilegato

1 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Storia militare - Guerre successive alla Seconda Guerra Mondiale

  • EAN: 9788817038829

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nefelai

    17/01/2014 16.27.44

    Lo ritengo il libro più bello della Fallaci, un libro che dovrebbe essere letto da chiunque senta la necessità di risposte su ciò che è la guerra. Una giornalista vera, come non ce ne sono più. Che la si ami o la si odi la Fallaci rimane un personaggio da conoscere, da leggere. Non la si può criticare se non la si è letta...non la si può amare se non la si è letta. Che altro aggiungere?

  • User Icon

    Aldo Boggetti

    06/12/2013 10.42.26

    Un libro incredibile, di una potenza descrittiva che lascia annichiliti. E' la risposta scritta e vissuta alla domanda della sorellina Elisabetta (ma che è anche la domanda che quotidianamente ci poniamo tutti noi a volte senza saperlo). Reportage struggente, malinconico e disperato, che racconta senza prosopopea e scevro da esaltazioni di parte gli eroismi, piccoli o grandi o inconsapevoli che siano, di tutti i disgraziati partecipanti ad una guerra "politicamente" nata altrove, e per questo incomprensibile e maledetta. Ed anche gli orrori che ognuno, americano o vietnamita o neutrale, è costretto a vivere o ad osservare. Libro da leggere, immediatamente prima o immediatamente dopo, a quel capolavoro che è l'antologia filmata e raccontata, disperata e sconvolgente, che risponde al nome di "LETTERE DAL VIETNAM". Un film alla fine del quale, dopo il ricordo sofferente e struggente di una madre del figlio morto in Vietnam, ci si rende conto che quei racconti, quelle lettere, quelle testimonianze, potrebbero anche essere dette e scritte non solo in inglese, ma anche in arabo... tedesco... italiano... russo... cinese... vietnamita... spagnolo... in tutte le lingue del mondo. La sofferenza, la disperazione, il senso di solitudine, l'angoscia di chi attende, la paura di chi vive al fronte, sono uguali, sono le stesse. Uguali sono i sentimenti, la disperazione di una madre, l'ineluttabile comprensione da parte del figlio, qualunque figlio di qualunque schieramento, della fragilità del proprio destino. Un film ed un libro da leggere e vedere e da conservare entrambi. Ho letto tutti i libri di Oriana. Solo noi, solo l'Italia poteva permettersi di mettere in discussione, per una volgare questione politica, un monumento letterario e descrittivo di tale portata.

  • User Icon

    chiara

    01/11/2013 11.13.09

    Per me questo è uno dei suoi libri migliori, insieme a Lettera a un bambino mai nato..forse anche perchè sono interessata alla guerra del Vietnam, ma mi piace molto lei il modo in cui scrive..

  • User Icon

    ramona

    18/10/2013 09.51.39

    Oriana Fallaci, chi la ama non può non leggere niente e così sia.. tra le pagine del diario che scrive racconta con realismo e umanità il vietnam e il signoficato della guerra come nessuno..! un reportage di guerra, dove ne emerge una donna straordinaria capace di raccontare con inimitabile raffinatezza e chiarezza le persone che incontra, i luoghi che percorre. Non il suo libro migliore, ma un suo libro.. e Orianna va vissuta e letta per apprezzarla sempre di piu!

  • User Icon

    luca

    25/07/2012 23.07.48

    meraviglioso, forte, crudo reportage della guerra in Vietnam. Vero e proprio pugno nello stomaco, che spalanca gli occhi sull'orrore della guerra, la crudeltà degli esseri umani ma anche sull eroico comportamento di molti ragazzi di entrambi gli schieramenti, che combattevano senza conoscerne il motivo. Impressionante come il libro ti trascini dentro al conflitto, sembra davvero di essere a fianco ad Oriana. Strepitoso l'ultimo capitolo in messico. Ottimo

  • User Icon

    Serena

    10/05/2012 13.31.18

    Reportage sulla guerra in Vietnam di una giornalista in prima linea. Un inno alla vita in ogni pagina, anche ove si legge di atrocità e dolori.Emozionante, coinvolgente. Un capolavoro da leggere

  • User Icon

    maria

    21/02/2012 13.06.41

    Diario di guerra. Freddo,crudo,forte, vero. Il vietnam cosi' com'è stato. Un reportage giornaliero per capire tutta l'assurdita' della guerra e l'umanita' che nell'orrore, risplende. Un libro da leggere, ormai un classico.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione