Recensioni Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah

  • User Icon
    13/05/2019 14:59:10

    Toccante testimonianza

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/03/2019 06:50:31

    Tatiana e Andra Bucci sono due testimoni della Shoà, nate a Fiume nel 1937 e nel 1939. La loro famiglia materna, i Perlow, si era stabilita nella città istriana in seguito alle persecuzioni contro gli Ebrei in Russia. A Fiume le bimbe vivevano con la nonna, la madre Mira, e gli zii e il cugino in una casa dove non sono mai mancati cura e amore, mentre il padre e lo zio erano per mare. Nel marzo del 1944 in seguito a una delazione i componenti della famiglia furono arrestati, portati alla Risiera di San Sabba e di qui mandati ad Auschwitz. Inizia per le due bambine la realtà del campo di concentramento: all'arrivo l'amatissima nonna Rosa e la zia Sonia vengono immediatamente mandate alla camera a gas. Le bimbe sono risparmiate forse perché scambiate per gemelle, e quindi avrebbero potuto essere utili al dottor Mengele per gli esperimenti che svolgeva su cavie umane. Separate dalla madre, le due bambine stanno nella baracca dei bambini insieme con il cuginetto Sergio De Simone, che con un infame trucco "Chi vuole rivedere la mamma faccia un passo avanti" verrà ingannato, utilizzato come cavia per esperimenti medici e infine impiccato nelle cantine della scuola Bullenhuser Damm insieme ad altre piccole vittime, 20 in tutto. Sfuggendo alla sorveglianza, la madre Mira visita le sue bambine, facendo loro ripetere i loro nomi, temendo per il futuro. Alla liberazione del campo, Tatiana e Andra vengono inviate a Praga in un orfanotrofio, imparano il ceco e frequentano la scuola, ma non hanno ricordi positivi di quel periodo. Successivamente vengono mandate in Inghilterra, in una magnifica struttura per bambini sopravvissuti come loro, dove finalmente riprendono a vivere, circondate dalle cure di persone amorevoli. La madre, che non ha mai smesso di cercarle, infine le ritrova e riesce a riportarle in Italia, ma nel frattempo le piccole, che parlano tre lingue, hanno dimenticato l'Italiano. Il ritorno alla vita nel dopoguerra non è sempre facile, ma alla fine Tatiana e Andra

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 09:29:27

    Questo libro è davvero molto bello! Ho trovato molto interessante la storia di queste bambine, sopravvissute alla shoah e terribilmente provate... leggendo il libro ho provato delle sensazioni davvero forti, come se a tratti mi trovassi al posto loro. Non si può dimenticare tutto ciò che è successo per colpa della cattiveria umana... lo consiglio vivamente a tutti, per non dimenticare questo terribile olocausto e documentarsi meglio su ciò che è accaduto...

    Leggi di più Riduci