Non dirlo. Il Vangelo di Marco

Sandro Veronesi

Editore: Bompiani
Collana: PasSaggi
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 21 maggio 2015
Pagine: 242 p., Brossura
  • EAN: 9788845278747
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02
Descrizione

"Non dirlo" è l'ordine che Gesù fa seguire a ogni miracolo che compie, la chiave del segreto di personalità che costituisce la trama della sua avventura terrena. Il Vangelo di Marco è il Vangelo d'azione, il primo, il più breve, il più imperscrutabile. Sandro Veronesi spreme fino all'ultima stilla il succo di questo testo e lo propone nella sua scintillante modernità. Scritto a Roma per i romani, il Vangelo di Marco è, nel racconto di Veronesi, una raffinata macchina da conversione, sintonizzata sull'immaginario dei suoi destinatari e per questo più simile ai film di Tarantino che ai testi con i quali gli altri evangelisti raccontano la stessa storia. È una miniera di scoperte sorprendenti, che riportano il Cristianesimo alla sua primitiva potenza componendo il ritratto di un enigmatico eroe solitario, il cui sacrificio ancora oggi rappresenta uno sconvolgente paradosso: che ci sia bisogno della morte di un innocente per potersi liberare del proprio nulla. Sandro Veronesi ha tratto da "Non dirlo" un monologo teatrale: proprio come il Vangelo stesso la sua destinazione è la comunicazione orale, "da bocca a orecchio, con la fondamentale messa in gioco del corpo e del contatto visivo tra autore e uditore".

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Loris

    03/11/2015 18:31:40

    Il testo proposto da Veronesi è destinato all'oralità del teatro, ma è apprezzabile anche in questa veste. Quel che serve è avere accanto il Vangelo di Marco e leggerlo in parallelo. Veronesi ovviamente non ha intenti teologici. La sua è l'analisi letteraria di un testo scritto per convertire i Romani, dove l'azione sembra prevalere sulla parola. In quest'ottica, si può comprendere la scelta di omettere l'infanzia di Gesù e il discorso della montagna, elementi 'forti' degli altri sinottici. Veronesi sceglie come filo principale il mistero della personalità di Gesù, la sua raccomandazione di segretezza ('non dirlo') rivolta a quanti vedono rivelata la sua natura prima del compimento della sua missione nella Passione. Sottolinea a più riprese l'inadeguatezza e i fraintendimenti dei discepoli, attraverso i quali Marco spinge il suo lettore a una fede più consapevole, capace di superare il dubbio generato dall'apparente debolezza di chi si consegna alla croce. Al netto di qualche riferimento cinematografico un po' forzato, Veronesi si conferma un ottimo narratore e offre uno sguardo particolare su un Vangelo che talvolta si dà per scontato o si recepisce solo per frammenti.

  • User Icon

    claudio

    15/07/2015 10:00:08

    Da un non credente delle belle pagine sul vangelo di Marco; secondo l'Autore il filo conduttore è il popolo romano a cui è stato indirizzato questo vangelo.

  • User Icon

    Claudio

    26/05/2015 08:50:51

    Ti immergi nel Vangelo di Marco con questo insolito libro di Sandro Veronesi. Ti lasci accompagnare nella storia del Vangelo scritto da Marco per i romani ed è come precisa Veronesi se ti immergessi in un film di Tarantino per la celerità delle scene e per la capacità del racconto. Per me ne è valsa proprio la pena e consiglio a chi vuole anche affrontare questa storia particolare raccontata con lo stile e la penna di uno scrittore amato. Consiglio di leggerlo e di riflettere nel tempo che abbiamo. Buona lettura .

Scrivi una recensione