Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Non hai mai capito niente. La trilogia delle erbacce

  • User Icon
    21/09/2019 19:22:21

    I racconti di questo primo volume della Trilogia delle Erbacce sono scritti con uno stile estremamente asciutto e dicono parecchio sull'animo umano. Alcune storie che l'autore racconta ho fatto fatica a digerirle, ma non certo perché scritte male, anzi. Freccero tratta alcuni temi comuni, anche in un certo modo scomodi ma tremendamente attuali. Lo fa ponendo i personaggi nella condizione di guardare la situazione critica in cui si trovano, voluta o subita, con un distacco lucido che non può lasciarti indifferente. Ne consegue un'abilità nel raccontare di sentimenti mai banale, misurata al contesto, mai sopra o sotto le righe, equilibrata nei dialoghi e nei silenzi dei personaggi. Il primo racconto mi ha lasciato di sasso. Mi è sembrato assurdo che il racconto si concludesse in un determinato momento della trama. Il secondo mi ha dato la conferma che osservavo il racconto solo dal punto di vista narrativo (mio errore). Non avevo compreso subito l'intento dell'autore. Cambiato il registro di lettura ho ricominciato dall'inizio e, racconto per racconto, ti rendi conto dell'approccio e dell'intento di Freccero e ti cali immediatamente nelle prospettive dei personaggi. A quel punto capisci che ciò che pensavi mancasse, il finale delle storie, non hanno alcun senso che esista perché ciò che l'autore ti fa vedere è un frammento ben chiaro, una finestra che mostra ciò che conta, sulla storia dei personaggi. Il resto della lettura, tra più alti che bassi per gusti personali, fila via senza intoppi. Bello. Soddisfatto oltre le mie aspettative!

    Leggi di più Riduci