Recensioni Non ti faccio niente

  • User Icon
    15/05/2020 08:08:22

    Che stile Paola Barbato! Un thriller che ti lascia col fiato sospeso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/05/2020 15:50:14

    Uno dei miei gialli preferiti. Quella della Barbato è una scrittura nuova, leggera che ti attrae,ti incuriosisce e non ti lascia fino all'ultima pagina. Una trama ben costruita, personaggi che si intrecciano tra loro in modo mai banale. Assolutamente consigliato!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 15:42:55

    Partito da un'accattivante e convincente idea, quella di un gruppo di bambini rapiti ma riconsegnati salvi e dei loro figli uccisi molti anni dopo, il libro si perde presto. Nessun personaggio con cui identificarsi, un colpevole svelato troppo presto che smorza il giallo a favore della parte thriller (riusciranno i buoni a salvarsi?). Mah... Ottime premesse, un po' deludente lo svolgimento. Tuttavia credo valga la pena dare una seconda possibilità alla scrittrice, forse non è il suo più riuscito...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/03/2020 15:45:05

    Di questo thriller premio sicuramente la trama originale e anche il fatto che pur trattando un argomento difficile anche solo da concettualizzare come l'uccisione di bambini, non indugia in particolari raccapriccianti, privilegiando l'aspetto psicologico dei personaggi. La lunga galleria di personaggi e storie apparentemente slegate tra loro finisce però per renderlo un po' ripetitivo nella prima parte, affievolendo quindi la spinta a proseguire nella lettura. La trama prende vigore, con conseguente aumento della suspance, solo da metà circa in avanti. Anche il finale mi è piaciuto, per me però un thriller degno di nota deve essere un "page turner" dall'inizio alla fine, per questo motivo do un voto medio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/10/2019 16:48:37

    Un giallo caotico; troppe le storie che si sono volute intrecciare appesantendo inutilmente la trama, rendendola, tra l’altro, inverosimile. Da salvare solo l’ultima parte del libro: troppo poco

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 20:24:57

    Libro bellissimo e teso. Trama ben costruita, personaggi sfaccettati e a tutto tondo. E' un libro che fa paura, che terrorizza perché insiste sulle paure e i sensi di colpa di noi genitori. Noi, sempre in multitasking, presenti ma assenti, con l'agenda sempre piena e la testa spesso altrove. Noi che almeno una volta abbiamo perso di vista nostro figlio al parco chiamandolo e sgolandoci come ossessi pensando al peggio. Noi, che abbiamo problemi di concentrazione, di impegno, di attenzione. E’ un viaggio nel dolore, quello che ti fa fare Paola Barbato. Un viaggio nel dolore e nelle spirali oscure nelle quali questo dolore può trascinare ognuno di noi. Fa male questo libro perché non consola, mai nemmeno una volta. Fa male perché siamo noi: noi con le nostre paure, le nostre fragilità, i nostri incubi, i nostri spazi oscuri nell’anima, che possono restare lì, nell’ombra, o prendere il sopravvento e trasformarci in mostri senza più niente da perdere, nemmeno più la sanità mentale. Fa male ma è bellissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/08/2019 12:27:48

    Un thriller noir. Un rapitore di bambini che ha l’intento di salvarli, di dare una lezione ai genitori inadeguati, troppo indaffarati o disattenti. Anni dopo aver smesso Vincenzo deve uscire allo scoperto: qualcuno sta uccidendo i figli di tutti i bambini che lui ha rapito. Verrà aiutato da alcuni di essi, ormai adulti e che, accomunati dall’esperienza vissuta e spronati dagli omicidi, si sentono “fratelli” e vogliono proteggersi. Si arriverà a scoprire chi e perché e si rimarrà con l’amaro in bocca... Mi sono piaciuti i molti personaggi, le loro storie e come si intersecano le loro vite. Unico dubbio gli inquirenti che conducono le indagini: sembrano marginali e sempre fuori pista. Compensano però alcune figure femminili forti, indipendenti e lucide. Brava l’autrice che ha costruito una storia che aiuta a interrogarsi e ad attenuare la tendenza comune di vedere tutto in bianco o nero e buono o cattivo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/06/2019 10:16:36

    Noioso... l'idea è quella di un libro caotico e inutilmente carico di dettagli poco rilevanti, scritto di getto, accumulando colpi di scena improbabili per incuriosire il lettore. Operazione riuscita: il lettore è incuriosito a leggere altri libri, di bel altro spessore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/05/2019 20:21:50

    Scoprii con questo libro Paola Barbato. Un thriller che ti cattura e ti porta con sé in ogni pagina. Ti travolge nel suo essere scritto talmente bene da non riuscire a non guardarsi le spalle almeno una volta.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/01/2019 17:08:18

    Libro eccezionale, ti prende da subito e non molla mai la presa fino alla fine. Crea dipendenza, ti instilla ansia e terrore, un viaggio nella paura per le sorti dei bambini rapiti e che ti fa parteggiare per un criminale che comunque nella sua mente distorta lo fa a fin di bene. Complimenti all'autrice per questa storia da brividi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2018 09:30:02

    Emozionante, coinvolgente, inquietante, romantico e agghiacciante: questo libro è tutto questo, tutto insieme, grazie alla meravigliosa scrittura dell'autrice.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/09/2018 14:23:48

    Autrice che non delude mai. Il problema è sempre lo stesso: i suoi personaggi -quelli femminili poi!- e il suo stile di narrazione creano davvero dipendenza!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/07/2018 15:57:10

    Da amante dei thriller forse mi aspettavo molto di più. La suspense c'è solo se si oltrepassa la metà. Storia inverosimile, alcuni pezzi sono noiosi tanto da farti decidere di prenderti una pausa. Le tre stelle sono dovute al fatto che poi, sorpassando la metà, si è ripreso ed effettivamente ti prende. Mi dispiace perché di questo libro e dell'autrice si è sentito parlare molto, ma sono rimasta delusa.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/02/2018 08:40:34

    Troppo. Troppe pagine, troppo improbabile, troppi personaggi, troppi avvenimenti che all'inizio hanno creato suspense e curiosità ma che andando avanti l'hanno solo appesantivo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/12/2017 13:59:26

    bellissimo libri. Grande pathos per questa romanzo che ti tiene sempre sulle corde, dove aspetti sempre un nuovo colpo di scena. Scrittura piacevole e scorrevole, non vedi l'ora di terminarlo per conoscere tutta la storia. da leggere

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/11/2017 14:17:57

    Questo libro è un thriller perchè c'è un rapitore da cercare che forse è anche un assassino, ma è anche un romanzo d'amore. L'amore di una donna forte per un uomo debole. E l'amore di una madre per una figlia. La lettura scorre veloce ed è difficile smettere. Dopo un centinaio di pagine pensavo di aver capito e in parte era così, ma non del tutto perchè questo libro è una storia nella storia e per riuscire a capire si deve arrivare alla fine. Davvero bello. Complimenti all'autrice a cui perdono le ultime righe del libro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/08/2017 09:48:10

    Ingredienti: un rapitore pacifico di bambini trascurati negli anni ’80-’90, un serial killer che uccide i figli di quei rapiti nel 2015, una paperella di gomma come trait d’union tra i due casi, un’indagine tortuosa tra traumi infantili, sensi di colpa, e voglia di giustizia-vendetta. Consigliato: a chi da bambino non ha avuto paura dell’uomo nero, a chi non ha la forza di “uccidere un usignolo”.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/08/2017 22:12:18

    Trama poco credibile con una storia dall inizio alla fine contorta su se stessa. Scrittura confuse tango che so fatica da un capitolo all altro seguire I salti temporali della scrittrice. Quindi si perde facilmente il filo se non si legge costantemente. Frasi intervallate da espressioni da fumetto che stonano all interno della narrazione come sono inappropriate innumerevoli parolacce che poteva risparmiarsi, non danno pathos al libro.... Finale scontato non appena si capisce I assassino. Tra l altro per essere un thriller singolare il fatto che l indagine della polizia sia piu che altro inesistente....

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/08/2017 19:21:41

    Questo libro non mi ha convinto. Parte molto bene ma ci sono troppi personaggi, troppi nomi e storie da ricordare che se uno per un giorno non ha tempo di leggere deve tornare indietro per ricordare. Fin troppo contorto, ho fatto fatica a finirlo, comunque do 3 stelle per la storia originale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/07/2017 11:04:42

    L'ho letto tutto d'un fiato in tre giorni. Storia originale, avvincente, che ti tiene col fiato sospeso fino all'ultimo. È uno di quei libri che quando finisce ti dispiace. Non avevo letto niente della Barbato prima d'ora, sicuramente recupererò presto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/07/2017 18:49:58

    Ho scoperto Paola Barbato con Mani nude, che mi aveva conquistato immediatamente e violentemente.... Non ho provato le stesse sensazioni viscerali per questo bel thriller ma l'ho letto d'un fiato con molto piacere. Personaggi molto ben delineati, sopratutto psicologicamente e quando grazie alle loro esperienze passate scopriamo il perchè delle loro azioni cattive o buone che siano; ma in fin dei conti cosa è bene e cosa è male? E' veramente tutto bianco o nero o è tutto grigio? Ai lettori la sentenza. Appassionante. Grazie a scrittrici come Paola Barbato sto rivalutando i romanzi made in Italy.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/07/2017 15:04:05

    La Barbato mi è sempre piaciuta molto, acquisto i suoi libri senza nemmeno leggere la trama e così è stato soprattutto questa volta visto che non pubblicava da tempo. L'autrice scrive divinamente, usa delle espressioni che incantano; la trama è davvero originale: l'idea di "rapire" i bambini infelici per far aprire gli occhi ai genitori che li danno per scontati è dolcissima. Ma, ad un certo punto, tutta la vicenda diventa troppo inverosimile, si complica e lascia l'impressione che la Barbato abbia messo delle pezze perchè la storia non la convinceva abbastanza. Comunque, un buon libro: avrei preferito un finale più sciolto, ma è stata una bella lettura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2017 14:56:02

    Paola Barbato non delude neppure stavolta. La tensione sapientemente creata ti rende partecipe, crea un legame col protagonista e quasi subito ci si rende consapevoli che nessuno è realmente al sicuro e che il confine tra buono e cattivo è davvero sottile. I protagonisti "legano" al romanzo ed è difficilissimo lasciarli, anche solo per un paio d'ore. Tensione alta, ben oltre l'ultimo colpo di scena, dell'ultima pagina.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2017 08:12:44

    Libro da leggere tutto in un fiato, coinvolgente e intrigante, da non perdere insieme a tutti gli altri scritti dalla fantastica autrice

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/07/2017 13:37:08

    dopo parecchio tempo, torna Paola Barbato con il suo ultimo trhiller, tutto all'italiana; devo dire che la storia, molto particolare e avvicente, risulta quasi essere 1 novita' nel panorama giallo / thriller, pero'...siamo lontani dai tempi di BILICO e il FILO ROSSO....... si, siamo ancora lontani....... forza Paola...!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/06/2017 13:46:03

    Mi ha rapito, i piani narrativi temporali e la trama hanno un tocco di grande padronanza sia tecnica che creativa. Bravi Piemme a pubblicare cose anche "dure", con un registro coraggioso! Credo siano gli unici a farlo nel genere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/06/2017 19:38:49

    Tra il 1982 e il 1998 trentadue bambini vengono rapiti in varie località italiane. Vengono tutti rilasciati pochi giorni dopo, incolumi, anzi felici di essere stati in compagnia di quel signore gentile che li ha fatti giocare e divertire, facendoli sentire finalmente considerati e amati. Sì, perchè quei bambini sembrano essere stati scelti proprio a causa della loro infanzia infelice, abbandonati a se stessi da genitori troppo distratti, incapaci di donare loro l'affetto e la protezione di cui tutti i bambini avrebbero costantemente bisogno. Vent'anni dopo i figli di quei ragazzini vengono a loro volta rapiti (dalla stessa persona? Da un copycat?), ma questa volta non per essere "salvati", ma per essere uccisi. E saranno proprio alcuni di quei primi rapiti a mettersi sulle tracce dell'assassino, con la paura e la speranza di ritrovarsi faccia a faccia con chi tanto tempo prima aveva cambiato le loro vite. Al suo quarto romanzo Paola Barbato si conferma una delle voci più interessanti ed originali nel panorama del thriller italiano, un'autrice in grado di costruire storie mai banali, sempre sul filo di una verosimiglianza che si nutre delle ossessioni più torbide dell'animo umano e sulle conseguenze del loro concretizzarsi nella vita di tutti i giorni. Se in "Bilico" aveva inventato il cortocircuito di un'assassina che indaga su se stessa, in "Mani nude" ci aveva fatto entrare nel mondo dei combattimenti clandestini all'ultimo sangue e degli snuff movies e ne "Il filo rosso" ci aveva mostrato cosa può succedere ad un uomo qualsiasi la cui sete di giustizia venga alimentata da una mente malvagia, in questo ultimo, ipnotico romanzo ci pone di fronte ad una serie di scelte morali che ci porteranno a dubitare della cattiveria dei cattivi e della bontà dei buoni, fino al drammatico finale in cui gli uni e gli altri troveranno, a loro modo, la pace.

    Leggi di più Riduci