Traduttore: G. Amitrano
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: XX-379 p., Brossura
  • EAN: 9788806216467

12° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paola

    07/09/2017 13:22:16

    Peccato. Poteva essere un bel romanzo, visti gli ingredienti (poesia, introspezione, perle di saggezza, maestria nel saper rendere le situazioni). Ma l'autore ha voluto strafare: troppe morti, troppo sesso, troppi particolari orridi, troppi discorsi senza né capo né coda. Il risultato è indigesto (il troppo stroppia).

  • User Icon

    Serena

    02/09/2017 16:57:52

    Come scriveva qualcuno prima di me, anch'io ho trovato le scene di sesso più che gratuite, insensate. La quantità di morti in questo libro è a dir poco inverosimile, ad un certo punto mi sentivo male anche solo a leggere, non so come sono arrivata alla fine . I dialoghi sono molto banali - a parte qualche perla di saggezza buttata lì a caso -, alcune scene davvero ripetitive - i bar, le sigarette, la masturbazione, tanto per menzionarne alcune -. Metto due stelle soltanto perché la morte di Naoko, stranamente, ridà un senso a tutta la storia, e perché immagino che la narrazione debba essere calata nel suo contesto storico e geografico per essere capita meglio: gli anni '60 sono anni "delicati", di rivoluzione e di stravolgimento dei valori, e il Giappone si sa essere uno dei paesi col tasso di suicidi più alto al mondo. Nel complesso è una delusione, mi aspettavo molto di più da come ne parlano tutti!

  • User Icon

    Il Libro!

    13/07/2017 19:12:34

    Quando tutti mi dicevano che un libro potesse cambiare la vita di qualcuno non ci credevo, finchè non ho letto questto libro. Pieno di vita (e morte), pieno di scelte (e non scelte). A volte troppo carico, lo stile non è particolarmente pesante, forse qualche descrizione in eccesso,ma deve essere assolutamente letto, almeno una volta nella vita!

  • User Icon

    Alessandro

    16/06/2017 10:15:29

    Inutile dire che questo, come gran parte dei romanzi di Murakami, è uno dei libri più belli e interessanti della letteratura contemporanea giapponese. Le vicende di Toru Watanabe sono affascinanti, riflessive e si adattano a un pubblico giovane adulto. Norvegian Wood è di certo - come spiega l'autore stesso nella nota a questa edizione - il libro più "reale" che Murakami abbia scritto; un libro che non si connette a quell'atmosfera onirica caratteristica di altri suoi romanzi come 1Q84, Kafka sulla spiaggia, eccetera. Consigliato a chi ama questo autore, ma anche a chi voglia, semplicemente, un bel libro da leggere.

  • User Icon

    silvia

    08/05/2017 17:00:56

    Malinconiche esperienze adolescenziali, tristi come l'omonima canzone dei Beatles, è come andarsi a rileggere i momenti bui dal diario delle superiori. Nel tono e negli argomenti sembra a tratti voler riecheggiare "La montagna incantata", ma temo di non aver saputo cogliere il senso di questo romanzo volutamente piatto e francamente non saprei a cosa appigliarmi per commentarlo. Forse è un monito a non prescindere dal nostro passato, o magari viene apprezzato solo da chi ha avuto una giovinezza spensierata, mentre chi all'epoca era lugubre e tormentato ora detesta questo romanzo?

  • User Icon

    ampa

    06/05/2017 08:00:20

    Verità, sincerità, forza dolcezza ma soprattutto sofferenza, questo libro mi è rimasto dentro. Il tocco geniale alla fine.

  • User Icon

    JonzoFlexo

    13/04/2017 20:39:12

    Norwegian Wood è un bel libro che piace alle belle persone. Chi non lo trova bello è brutto.

  • User Icon

    matranka

    07/04/2017 10:15:29

    Come al solito è a tratti pesantemente descrittivo, futile, ma la lettura scorre e ad un tratto capisci il perché delle lunghe descrizioni. Murakami in un modo o nell'altro arriva sempre al cuore, almeno il mio.

  • User Icon

    aurora

    10/02/2017 14:48:21

    per tre volte ho iniziato a leggerlo e mi sono arresa. pesante, fumoso, personaggi secondo me irreali . non mi è piaciuto per niente

  • User Icon

    Ros

    20/01/2017 14:47:50

    Proprio non riesco a capire il successo di questo libro. Di una tristezza unica, tutto porta al sesso oppure alla morte

  • User Icon

    Elena

    10/08/2016 11:57:47

    un gran bel libro, scorrevole, intenso, alle volte pure un po' triste e malinconico, ma decisamente da leggere, che ti tiene incollato dalla prima all'ultima riga!

  • User Icon

    Aron

    28/07/2016 15:57:40

    Ci sono due tipi di libri, quelli che li leggi e dopo ti lasciano andare e quelli che rimangono con te anche dopo averli letti. Nowrwegian Wood appartiene a questa seconda categoria. A distanza di mesi capita di ripensarci, con nostalgia quasi. Un romanzo di formazione scritto senza paura di addentrarsi nei meandri dell'anima. Il miglior Murakami , quello che all'onirismo preferisce la verità sommessa dei sentimenti,

  • User Icon

    Andy

    25/06/2016 02:46:03

    Un libro davvero emozionante. Molti dialoghi mi hanno riportato ad episodi di vita vissuta, che tramite il sapiente utilizzo di immagini vivide hanno condotto il mio viaggio all'interno del libro verso tatuaggi sulla pelle che pensavo di non avere più. Emozione è la parola giusta per definire questo libro. È la prima volta che leggo Murakami, e sento di dover proseguire con qualche altro suo libro. Non comprendo tutti questi giudizi negativi. A me l'ambientazione anni sessanta è piaciuta, soprattutto il riferimento ai Beatles e al '68. Penso che il collegamento emotivo con la musica sia davvero notevole se pensiamo che la storia dei protagonisti ruoti attorno a forti e imponenti espressioni emozionali. E come meglio accompagnare tutto ciò se non con riferimenti musicali e letterali? Inoltre vorrei sottolineare un'altra cosa: molto spesso mi sono ritrovato 'spaesato', ma in senso positivo. Per via della differenza culturale captabile nello stile di vita e in certi atteggiamenti dei personaggi. Ma questo è stato incredilmente bello. Perché insieme alle superbe descrizioni dell'ambiente, tutto ciò ha contribuito a creare un'atmosfera sognante e meravigliosa. Consigliato.

  • User Icon

    eri

    26/05/2016 15:43:53

    questo libro è poesia. un opera d'arte. una musica senza tempo. semplicemente stupendo.

  • User Icon

    Vale

    11/04/2016 23:03:35

    Molto bello.

  • User Icon

    stefanM

    03/04/2016 10:27:04

    Troppe cose non mi sono piaciute del libro: il riferimento del pozzo iniziale, ad esempio (che poteva essere invece un elemento interessante e poetico), cosa voleva significare, visto che non è stato più ripreso? I dialoghi sono molto ripetitivi e hanno un linguaggio banalissimo. Gratuite, forzate e stucchevoli le descrizioni sulle scene di sesso; i personaggi, a parte Naiko, sono tutti 'uguali': ossessionati dalla morte, dal sesso e tutti logorroici. Esagerato e ripetitivo il riferimento alle canzoni e alla musica: abbiamo capito che all'autore gli piacciono i Beatles (!) ma è anche un 'grande esperto' di Jazz e classica. Fastidioso il puntualizzare OGNI sigaretta accesa dai protagonisti: farà parte dello 'stile' dell'autore anche questo ? Anche il finale è brutto. L'accostamento con altri libri come "Il giovane Holden' mi pare proprio fuori luogo.

  • User Icon

    evandro

    11/01/2016 17:30:04

    secondo me molto bello , riflessioni sulla vita e la morte, sull' amicizia, sull'amore sul diventare adulti. scritto e tradotto molto bene. da leggere.

  • User Icon

    nini11

    08/11/2015 21:54:02

    Lettura abbastanza piacevole ( almeno a tratti ) ma non da adito a particolari riflessioni e le svariate scene di sesso sparpagliate qua e là fanno pensare a un stratagemma per vendere. Non è che questo Murakami è un po' sopravalutato?

  • User Icon

    B63

    29/06/2015 13:02:13

    Un libro che mi ha lasciato un profondo senso di tristezza e di rabbia. La storia, ben scritta e sicuramente coinvolgente, si sviluppa alternando spaccati di vita giovanile di estrema durezza a situazioni di profonda sensibilità sentimentale. Forse un po' troppo sopravvalutato, comunque da leggere.

  • User Icon

    kine

    14/05/2015 11:03:38

    Difficile da recensire... dando per scontato che lo scrittore è molto bravo ecc ecc.... la parte migliore son le ultime 20 righe.... mi hanno completamente stravolto!! per il resto l'ho trovato eccessivamente drammatico... quindi il finalone ha tirato su il libro, voto 4

Vedi tutte le 216 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione