I nostri cuori chimici - Krystal Sutherland - copertina

I nostri cuori chimici

Krystal Sutherland

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Cristina Proto
Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 24 novembre 2016
Pagine: 335 p., Rilegato
  • EAN: 9788817090544

Età di lettura: Young Adult

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 12,75

€ 17,00
(-25%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

I nostri cuori chimici

Krystal Sutherland

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I nostri cuori chimici

Krystal Sutherland

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I nostri cuori chimici

Krystal Sutherland

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


«Di solito sapevo riconoscere e dare un nome alle mie emozioni. Ma questa volta era qualcosa di nuovo. Un sentimento enorme, grande come una galassia, così ampio e intricato che la mia povera testolina non riusciva a comprenderlo. Come quando senti che la Via Lattea è composta di quattrocento miliardi di stelle e pensi: "Oh, è piuttosto grande" ma il tuo minuscolo cervello umano non sarà mai in grado di comprendere quanto sia gigantesca, perché noi siamo troppo piccoli. Era così che mi sentivo.
«Non fare l'idiota, Henry» dissi. «Non innamorarti di questa ragazza.»
Quando arrivai a casa accesi il computer e scrissi: «Non ho mai avuto una ragazza perché non ho mai incontrato qualcuno che volessi in quel modo nella mia vita. Tranne te. Per te potrei fare un'eccezione.»

Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato. Paradossalmente, la colpa è del suo inguaribile romanticismo: Henry è da sempre così aggrappato al sogno del Grande Amore da non aver lasciato spazio alle cotte che da anni elettrizzano le vite dei suoi amici. Non è una scena da film nemmeno il primo incontro con Grace Town: Grace cammina con il bastone, porta vestiti da ragazzo troppo grandi per lei, ha sempre lo sguardo basso. Complice il giornale della scuola, Henry se la ritrova vicina di scrivania, e presto precipita nella rete gravitazionale di Grace, che più conosce, e più diventa un mistero. Grace ha ovviamente qualcosa di spezzato e questo non fa che attirare Henry, convinto di poterle ridonare quel sorriso che fino a pochi mesi prima la accompagnava ovunque. Ma forse il Grande Amore è più amaro di quanto i romantici credano. Età di lettura: da 10 anni.
3,75
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Liuc123

    21/11/2018 16:30:57

    E’ stata davvero una piacevole lettura. A mio giudizio una storia romantica velata da una persistente malinconia. Nonostante i dialoghi e lo svolgersi della storia sembrino leggeri e a tratti ironici, si avverte che dietro si cela qualcosa di molto piu profondo. Consiglio la lettura a tutti, soprattutto ai piu’ giovani che hanno bisogno di riscoprire l’empatia verso il prossimo grazie alla lettura.

  • User Icon

    Lettrici tra le Stelle

    15/06/2018 10:24:16

    "Avevamo un amore difficile, io e Grace, sul tipo di amore che ti faceva annegare se ti immerge troppo. Era un amore che rilevava piccoli pesi al cuore, uno alla volta, finché lui diventava così pesante che si staccava dal petto" Condivido con voi queste parole per prepararvi ad affrontare questo libro. Vorrei che qualcuno l’avesse fatto con me, perché decisamente non ero pronta per questo amore. Un amore straziante e doloroso, combattuto e sofferto, che sicuramente non si avvicina minimamente a quelli tutte rose e fiori con finali scontati da “E vissero per sempre felici e contenti”. Non è un amore perfetto, ma è bellissimo. Questo libro non è solo una bellissima storia d’amore, ma è anche profondità e sentimenti, divertimento e spensieratezza, con una scrittura che personalmente amo molto e personaggi semplicemente perfetti.

  • User Icon

    Elena

    01/01/2017 15:29:55

    Purtroppo non sono riuscita a impormi di finirlo perché scritto proprio male. Ho letto tanti libri per ragazzi ma questo non mi ha presa neanche un po', prima di tutto perché mi pare una storia davvero da ragazzini e poi perché come ripeto è scritto male, in modo poco fluido. Bocciato.

  • User Icon

    Elena

    25/11/2016 14:48:28

    Ho avuto modo di leggerlo giorni prima della data di uscita e l'ho finito in tre giorni, questo romanzo si legge in fretta perchè pagina dopo pagina suscita fin da subito curiosità. Il protagonista è un giovane diciasettenne di nome Henry Page e si innamora fin da subito di Grace Town una ragazza alquanto particolare perchè veste a modo suo, si mette addosso abiti maschili, e risulta agli occhi degli altri "una tipa da lasciar perdere" ma non solo per cosa indossa ma anche dai suoi comportamenti. Ma dietro Grace Town cosa si nasconde? Le persone si sono mai fatte queste domande invece che giudicar fin da subito questa ragazza? Henry infatti vuole scoprire questo mistero e non per questo si innamora di lei, la sua fragilità, il suo modo lo colpisce fin da subito e infatti abbatterà questo muro, vedere oltre l'apparenza. Un mix tra Colpa Delle Stelle, Città Di Carta e Io Prima Di Te, per chi lo leggerà troverà dei riferimenti, vi faranno ricordare questi bellissimi libri, un motivo in più per leggero :) per tutti coloro che amano e sognano attraverso queste storie. Acquistatelo e non ve ne pentirete.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

Ci sono libri che sanno regalarci qualcosa di unico, prezioso, insostituibile. Sono rari, naturalmente e differiscono da persona a persona. Ma quando li si trova, bisogna amarli follemente e trattarli come qualcosa di sacro, perché in qualche modo resteranno per sempre con noi. Ecco, "I nostri cuori chimici" di Krystal Suterland è per me quel genere di libro. Penso che lo terrò a lungo sul comodino, per sfogliarlo e rileggerne i passaggi più divertenti, commoventi o semplicemente quelli che mi hanno toccato il cuore. Fresco come una mattina di primavera, eppure impegnato e carico di emozioni forti e indelebili, questo libro si legge tutto d'un fiato, con la meraviglia negli occhi, un mezzo sorriso sulle labbra e la voglia che il lieto fine arrivi per tutti i personaggi incontrati tra le pagine.

Krystal Sutherland è un'autrice che sa giocare con le parole, che ti incatena alla storia con una naturalezza ineguagliabile e che sa essere sadica con il suo personale mix di umorismo e dramma. Leggerla è stata una vera scoperta e ammetto di aspettare con ansia una sua prossima pubblicazione. Perché lei ha dato vita a un libro carico di poesia, significato e immagini così potenti, così belle e strazianti, da renderlo uno dei migliori che ci sia in circolazione al momento. La sua narrazione è ipnotica, fa male per quanto è bella e intensa, tanto quanto i messaggi che ha sparso tra le pagine del libro.

Grace, la protagonista femminile, è di una profondità disarmante. Fragile, ferita, pericolosa sotto tanti punti di vista. Eppure speciale, capace di impartire lezioni anche se involontariamente.

"I nostri cuori chimici" è quella lettura che mi sento di consigliare a tutti coloro che sono stati giovani almeno una volta nella vita, ovvero a tutti. Perché un libro del genere, così dolce, così amaro, così vero e speciale, è cibo per l'anima! E non temete di trovarvi al cospetto del solito YA sdolcinato e pieno di quell'amore eterno che spesso può stuccare: questo libro è molto di più di un questo.

L’amore non deve durare una vita per essere reale. Non puoi giudicare la qualità di un amore dal tempo che dura. Tutto muore, incluso l’amore. A volte muore con una persona, a volte muore in se stesso. La più grande storia d’amore mai raccontata non deve riguardare due persone che hanno passato tutta la vita insieme. Potrebbe essere un amore che è durato due settimane, due mesi o due anni, ma è bruciato più luminoso e caldo e sfavillante di qualunque altro amore precedente o futuro. Non piangere per un amore fallito: non esiste un concetto simile. Ogni amore si equivale nel cervello.

Quella di Henry Paige e Grace Town, i giovani protagonisti de "I nostri cuori chimici" non è la classica storia d'amore tutta sospiri, desiderio e promesse di eternità trascorse occhi negli occhi. La loro, in effetti, è più un'avventura, un viaggio spericolato verso i meandri di un sentimento che sa essere travolgente, ma anche meschino e crudele. In fondo, come ci insegna Sadie, la mitica sorella di Henry, l'amore non è altro che una reazione chimica: a volte dura una vita, a volte diventa una supernova e inizia a spegnersi. Ma nel frattempo? Be', nel frattempo ci rende folli, imprevedibili, pronti a tutto.

Henry non è mai stato innamorato. Ha visto i suoi amici, La e Murray struggersi e disperarsi per qualcuno, ha visto i suoi genitori tenersi per mano e dichiararsi amore anche dopo anni di matrimonio, ma non ha mai provato nulla di simile. Non che stia aspettando che avvenga il miracolo, sia chiaro. Ma spera che, una volta trovata la persona giusta, possa essere tutto perfetto, come fu per sua madre e suo padre.

Peccato però che, quando la persona giusta si fa strada nella sua vita, non ci sono campane che suonano a festa né scoppi di fuochi d'artificio. Perché a farlo innamorare è Grace Town, la ragazza nuova con cui dovrà lavorare al giornale studentesco, tutta silenzi, vestiti da ragazzo e misteri da svelare. Per quanto lei sia tutto fuorché attraente, le circostanze li porteranno a trascorrere del tempo assieme e lui si accorgerà che in quella ragazza introversa e stramba, brilla una fiammella che lo attira inesorabilmente. Senza nemmeno capirne il perché, Henry si troverà a provare qualcosa di forte per Grace. Un sentimento che gli metterà a soqquadro il cuore, la vita e il cervello. Perché stare accanto a una ragazza dall'animo infranto, con segreti tanto grandi da toglierle il sorriso, è rischioso.

In un turbinio di emozioni vedremo Grace ed Henry collidere come due corpi celesti, dando vita a qualcosa di bellissimo e fragile, dal finale incerto, ma che sicuramente lascia il segno.

Mi piace l’idea che quando moriamo, nonostante qualsiasi dolore, paura o imbarazzo abbiamo sofferto in vita, nonostante ogni strazio o tristezza, finiamo di nuovo dispersi nel nulla. Sapere che alla fine sarò tabula rasa mi fa sentire coraggiosa. Ci viene donato un breve barlume di consapevolezza con cui fare ciò che vogliamo e che poi restituiamo all’universo.

Ho amato questo libro in ogni sua piccola sfumatura. Ne ho adorato ogni pagina, sottolineato citazioni su citazioni, mi sono commossa fino alle lacrime e ho riso di cuore grazie ad Henry e il suo gruppo di amici: Grace, La e Murray. Con una menzione speciale per la sorella Sadie, che è stata davvero la migliore.

Era da tempo che non mi capitava di sentirmi tanto vicina a un protagonista maschile, ma Henry è quel genere di eroe che ti entra subito sotto pelle, trovandosi uno spazio tutto suo e ossessionandoti con le sue battutine saccenti, le sue canzoni preferite, le sue citazioni di libri e film che ha amato. La sua voce narrante è semplicemente perfetta: sin dal primo paragrafo ti prende per mano e ti trascina nell'avventura che gli ha cambiato l'esistenza e lo fa con estrema spontaneità, come se fosse la cosa più naturale del mondo. L'empatia che scaturisce sin dal primo momento in cui ci si addentra nella sua vita è unica e infonde un'immediata sensazione di appartenenza.

Ed è per questo che, nel preciso momento in cui Grace Town si infrange su di lui come uno tsunami, lo si vorrebbe immediatamente proteggere. Perché è subito chiaro che Grace significa guai seri, delusioni e una matassa di problemi impossibili da sciogliere per un ragazzo tanto ingenuo. Su di lei si potrebbe dire di tutto, ma il suo è un personaggio da scoprire, vivere e comprendere fino in fondo. Per quanto ammetto di aver desiderato che lei e Henry non si fossero mai incontrati, ho capito che l'amore, così come ogni altra reazione chimica, a volte non si può arrestare: bisogna lasciare che faccia il suo corso. Anche se sappiamo che farà male, che ci saranno conseguenze e che tutto potrebbe precipitare.

Ed è proprio questo lo spirito de "I nostri cuori chimici", che racconta non solo la straziante storia d'amore di Grace e Henry, ma anche quella di una delle più belle redenzioni di massa a cui io abbia assistito. Un libro dolce, drammatico, ironico e un tantino folle, che ti prende per i capelli e ti fa provare ogni sorta di emozione, lasciandoti con un sorriso dolceamaro e la voglia di poterlo iniziare di nuovo.

Recensione di Glinda Izabel

Henry Page è un adolescente di 17 anni, un po’ strano, allampanato che vive in un paesino australiano. È  bravo a scuola e il suo talento nella scrittura lo porta ad essere nominato Capo Direttore del giornale scolastico. Henry non ha mai fumato né avuto rapporti sessuali e, soprattutto, a differenza della maggior parte dei suoi coetanei, non si è mai innamorato! Confondere l’amore per la soddisfazione di un desiderio puramente carnale non è qualcosa che appartiene ad Henry che, invece, sogna un amore unico e grandioso come quello dei suoi genitori: mai un litigio e solo grandi sorrisi. I suoi pensieri, però, sono destinati a capitolare quando nella sua vita subentra un meteorite in caduta libera di nome Grace Town. Henry non la considera una ragazza mozzafiato per il suo modo di vestirsi maschile, la sua poca igiene e il suo camminare ciondolante sorretto da un bastone ma, fin dal suo primo incontro, ne è totalmente attratto proprio come un polo negativo che sente la forza attrattiva di un polo positivo lì di passaggio. Grace Town, oltre a quel modo di essere schivo  che la contraddistingue, ha anche un non so che di enigmatico, misterioso e al contempo profondo che cattura in maniera inesorabile la mente e il cuore di Henry. Tra i due comincia un’intesa altalenante nella quale Henry cerca di scoprire i misteri che si celano dietro Grace senza accorgersi che verrà risucchiato in un vortice di emozioni perdendo il contatto con la realtà. L’Amore, il Primo, è anche questo…un incredibile viaggio alla scoperta di emozioni mai provate, un caotico scombussolamento di atomi di cui non si conosce il risultato finale.

“Di solito sapevo riconoscere e dare un nome alle mie emozioni. Ma questa volta era qualcosa di nuovo. Un sentimento enorme, grande come una galassia, così ampio e intricato che la mia povera testolina non riusciva a comprenderlo. Come quando senti che la Via Lattea è composta di quattrocento miliardi di stelle e pensi:” Oh, è piuttosto grande!” ma il tuo minuscolo cervello umano non sarà mai in grado di comprendere davvero quanto sia gigantesca, perché noi siamo troppo piccoli. Era così che mi sentivo. “Non fare l’idiota, Henry. Non innamorarti di questa ragazza”. Quando arrivai a casa accesi il computer e scrissi:

“Non ho mai avuto una ragazza perché non ho mai incontrato qualcuno che volessi in quel modo nella mia vita.

Tranne te.

Per te potrei fare un’eccezione.”

È con “I nostri cuori chimici”, suo primo romanzo, che Krystal Sutherland, una giovane promettente scrittrice australiana, ha catturato l’attenzione delle varie case editrici. Un romanzo che prende in esame due adolescenti alle prese con le loro prime esperienze amorose che, però, possono essere riflesse anche su amori più “maturi” e complessi. Un libro che, inizialmente, sembra raccontare una storiella banale che si presuppone finisca con il solito lieto fieno e che, invece, dalla metà in poi sorprende il lettore con risvolti inaspettati e interessanti.

Un libro che si fa ben leggere e che può essere consigliato ad un ampio pubblico: dagli adolescenti fino a coloro che sono un po’ “meno giovani”. La scrittura è quella dei giovani del giorno d’oggi, quindi assolutamente attuale, e non mancano numerosi riferimenti a famose serie tv e film che hanno contraddistinto gli ultimi anni. Ma il tema principale è sicuramente l’Amore. Sappiamo realmente cos’è? Sappiamo definirlo? Il titolo scelto dall’autrice non è casuale e nel finale verrà data una visione del tutto “nuova” e poco diffusa di quello che chiamiamo Amore.

Recensione di Stefano Carboni.

 

Le prime pagine del romanzo

PER MOLTO TEMPO ho pensato che il momento in cui si incontra il grande amore della nostra vita dovesse somigliare alla scena di un film. Be’, non proprio uguale, ovviamente, con la sequenza al rallentatore, il vento che soffia tra i capelli e la musica a salire piano piano, ma credevo che almeno sarebbe successo qualcosa, capite? Il cuore che si ferma per un istante. L’anima che sussulta perché una voce dentro ti dice: «Merda! Eccola. Finalmente, dopo tutto questo tempo, è arrivata».
Quando il secondo martedì dell’ultimo anno di liceo Grace Town arrivò con dieci minuti di ritardo alla lezione pomeridiana di teatro tenuta da Mrs Beady, non accadde nulla di tutto ciò. Grace era il genere di persona che si faceva notare in qualunque stanza entrasse, ma non per quel tipo di ragioni che suscitano un sentimento immediato ed eterno. Era alta nella media, di corporatura nella media, carina nella media, tutte cose che avrebbero dovuto facilitarle l’integrazione in un nuovo liceo senza la teatrale simbologia che di solito accompagna le storie di questo tipo.

| Vedi di più >
Note legali