Il nostro agente in Giudea - Franco Mimmi - copertina

Il nostro agente in Giudea

Franco Mimmi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Lampi di Stampa
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 20 aprile 2012
Pagine: 282 p., Brossura
  • EAN: 9788848813662
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il nostro agente in Giudea

Franco Mimmi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il nostro agente in Giudea

Franco Mimmi

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il nostro agente in Giudea

Franco Mimmi

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 9,18

€ 17,00

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando si sparge la fama di Gesù il Nazireo, e l'eco delle sue azioni arriva a Roma, il potere imperiale decide di farlo diventare una pedina in più del suo gioco strategico in Giudea. Le sette che si oppongono al potere di Tiberio in nome del Dio d'Israele sono violente e irriducibili, e un messia pacifico potrebbe essere utile agli interessi romani. Per seguire i suoi passi e controllarlo viene inviato un fedele servitore dell'impero, Lucio Valerio Adunco, e Gesù si converte, a sua insaputa, in uno strumento del grande gioco politico, ma il suo destino precipiterà inatteso, deluderà i piani di Roma e cambierà il corso della storia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,24
di 5
Totale 19
5
11
4
5
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maurizio

    15/05/2017 11:28:49

    La storia di Gesù raccontata da tre punti di vista: quello dell’Impero e del Sinedrio (i “poteri forti”, si direbbe oggi); quello di Gesù, nella sua umanità; quello di Adunco, anziano militare fedele all’imperatore ma soprattutto ai suoi principi morali. Nel racconto i tre punti di vista si alternano, in una perfetta ricostruzione del periodo, del luogo e del contesto culturale, e la serena laicità del racconto non esita a usare passi del vangelo incastonandoli nella vicenda, che tratta del rapporto tra il potere politico e la religione. Curatissima ma leggera e godibile la scrittura.

  • User Icon

    Claudio B.

    02/11/2007 09:18:28

    Non aggiungo niente all'ottimo commento di chi mi ha preceduto se non per dire che si tratta di un testo dalla prosa abbastanza scorrevole e dalla continuità temporale, a volte, non proprio lineare (a tratti procede "a salti", forse necessariamente dato che il testo non è lunghissimo): il pregio più grande è però rendere "viva" la figura di Gesù, un uomo che avresti desiderato conoscere, tanto da spingerti a rammaricarti profondamente, nel finale, per la sua sorte...e questo "trascinare" il lettore in un mondo ormai lontano ma descritto con precisione giustificano appieno il voto. Per chi crede, aggiungo poi che il libro ha avuto una recensione, positiva, di Paolo Romani su "Famiglia Cristiana", e quindi sebbene opera di fantasia, non urta nessuno: un pregio in più. Bravo Mimmi. Da leggere.

  • User Icon

    stefano

    06/09/2007 09:49:00

    Con questo romanzo Mimmì riesce a rendere credibile la storia del Cristo uomo. Un’interpretazione che spiegherebbe come mai uno dei tanti predicatori fanatici che la storia dell’umanità ha visto succedersi sia arrivato a diventare religione. Mimmì rende credibile anche la controversa figura di Giuda. Insomma una perfetta ed elegante ricostruzione della più famosa tra le leggende. Mimmi ha inoltre il pregio di non risultare blasfemo agli occhi di coloro che credono alla sola versione ufficiale, perché non stravolge i fatti, tutt’altro; li descrive con maggiore chiarezza, elimina le contraddizioni.Una grande prova di talento che, contrariamente a quanto ho letto nelle precedenti recensioni, contiene anche un finale a sorpresa. Molto bello.

  • User Icon

    Alberto

    12/04/2007 12:09:50

    Un bel libro. Il tentativo, riuscito, di ricostruire una vicenda complessa. Concordo anch'io che l'opera di ricostruzione storica è ben fatta e non ridondante. Abituati ai codici vari ci si attendeva chissà quali colpi di scena, magari nel finale, ma la forza del romanzo è prorpio quelli di attenersi alle scritture dando un senso all'esperienza terrena di Gesù. Nulla toglie e nulla aggiunge a chi già crede. Le parole che Mimmi, traendole dai Vangeli, pone in bocca al Nazzireo da solo creano il personaggi Gesù. Questo dovrebbe far comprendere l'unicità e la purezza assoluta del messaggio evangelico. Per chi non crede, immagino semini il dubbio sulla forza della figura di Gesù. Nessuno prima e nessuno dopo di lui ha detto e testimoniato in questo modo. Un libro riuscito.

  • User Icon

    Francesca B.

    06/02/2007 15:43:15

    Curioso, questo intervento nihilista su un libro stupendo i cui punti di forza - a mio modesto parere di anziana professoressa di lettere classiche - sono proprio l'approfondimento storico e religioso. Che dire? Testis unus, testis nullus.

  • User Icon

    nihil

    03/02/2007 17:27:58

    L'idea che racchiudeva il libro sarebbe stata ottima, se Mimmi avesse studiato di più la Storia e la Religione. Così com'è, il libro è un piccolo, banale e infantile temino, nemmeno buono per il catechismo! Peccato! Nihil

  • User Icon

    RVD

    20/01/2007 01:03:17

    Il tema è difficile prendiamone atto....L'autore ha il grande merito di trattare con i guanti la triste storia e di darci una nuova visione sui protagonisti, per questi motivi do un 5 come minimo, ma è d'obbligo per me informare che un libro cosi' meritava almeno il doppio delle pagine, si ha l'impressione di leggere un libricino per le vacanze!!! Nel senso che un libro del genere per come è impostato(benissimo) meritava MOOLTO piu' approfondimento!! Se era intenzione dell'autore dare il massimo utilizzando l'essenziale gli do 5 pieno , ma dal punto di vista del lettore medio manca qualcosina....cmq leggetelo!!! Merita molto!!

  • User Icon

    Pierangelo

    24/12/2006 14:28:47

    Ho acquistato questo libro incuriosito dai giudizi positivi dei lettori; ebbene, pur apprezzando l'idea e le intenzioni dell'autore, sono rimasto piuttusto deluso dalla banalità con cui sono stati affrontati concetti ed argomenti essenziali alla dinamica della vicenda. Gesù, ingenuo pacifista "sponsorizzato" dall'impero romano (!) oops... crocefisso dai suoi stessi protettori a seguito di un processo senza nessuna utilità logica.

  • User Icon

    MARCO

    20/12/2006 11:12:43

    Libro folgorante, già dal primo capitolo. Intelligente e che sa dare nuovo lustro alle pagine fondamentali del cristianesimo, instillando dubbi ma soprattutto riflessioni sulla figura di Gesu'. Forse attraverso queste pagine più che in altri libri si ha finalmente una visione più completa di quali furono gli attori messi in scena e quali le loro parti. Zeloti, Sadducei, Sanmaritani, Ponzio Pilato, Caifa, Erode Antipa....e molti altri. Con il canone di un poliziesco, l'affabilità di un libro di spionaggio, un romanzo corale con personaggi biblici scritto con gran padronanza della parola come solo un grande scrittore può fare. Voto pieno, bravo Mimmi. Sullo stesso argomento consiglio di leggere "VANGELO SECONDO PILATO" di Emmanuel Smith.

  • User Icon

    sergio

    04/02/2006 09:33:35

    libro ben scritto. anch'io non capisco come un autore cos'ì non sia nei primi posti delle classifiche. mi lascia solo un po' perplesso il modo con cui descrive Gesù.

  • User Icon

    Maria Francesca

    17/01/2006 18:31:36

    In questo romanzo storico (che io avrei intitolato "Vangelo secondo Franco Mimmi") oltre che una spiegazione meramente politica della condanna a morte di Gesù ci viene presentato un Messia accattivante nella sua mitezza e umanissimo nelle sue arti da naturopata. All'autore il riconoscimento di essersi spremuto le meningi su un fatto accaduto più di duemila anni fa!

  • User Icon

    Peraspera

    08/09/2005 16:06:35

    Caro Giuseppe, secondo me Pilato e Adunco (e Afranio, soprattutto) si lasciano infinocchiare perché, come ha notato giustamente Rigoberto, “alla fine ai politici la situazione sfugge sempre di mano”, e certo era questa una delle tesi dell’autore (oltre all’uso della religione come strumento da parte del potere politico). Basta leggere i giornali (vedi occupazione Irak) per averne la conferma. Quanto al processo, non credo che serva a far capire che Pilato e Caifa sono dalla parte di Gesù, ma a spuntare le armi dei nemici di Gesù (quelli che lo accusano di spacciarsi per il Messia, e andare così contro l’impero, e quelli che lo accusano di allontanarsi dall’interpretazione ufficiale della Legge, e andare così contro il Sinedrio). Il processo, che nei piani di Afranio dovrebbe finire con l’assoluzione, dimostrerebbe che Gesù è innocente e gli consentirebbe di continuare indisturbato la sua predicazione di pace, ciò che vogliono appunto Pilato e Caifa. Quanto a “Cavaliere di grazia”, che ho letto dopo l’Agente, sono d’accordo con te: è un capolavoro! Ma anche l’Agente, credimi! E adesso sto leggendo “Un cielo così sporco”, e pure mi sembra bellissimo. Difficile capire perché un autore come questo non sia sulla cresta dell’onda.

  • User Icon

    giuseppe

    07/09/2005 13:38:41

    Bello, ma non come "cavaliere di grazia" che secondo me e' un capolavoro irraggiungibile. Interessante la teoria dell'errore politico che porta alla crocifissione. Non sono pero' rimasto persuaso della teoria. Come e' possibile che Pilato e Adunco, inviato nientemeno dall'imperatore si facciano infinocchiare cosi' nel momento cruciale. Inoltre, perche' hanno bisogno di un processo per far capire che sono dalla parte di Gesu'. Se come scritto, il libro e' incentrato sulla figura storica del Cristo, perche' davanti a Pilato dice: "Il mio regno non e' di questo mondo....". ma forse sono io che non ho capito.

  • User Icon

    Peraspera

    23/09/2004 10:46:48

    Un libro FANTASTICO!!! Una storia magnificamente scritta e documentata, una tesi affascinante. E dire che questo autore non lo conoscevo: supera di gran lunga tutti quelli che oggi vanno per la maggiore, da Baricco alla Mazzantini eccetera.

  • User Icon

    Giallocromo

    06/09/2004 12:18:44

    Ho letto che questo libro, che considero bellissimo, ha vinto il premio Scerbanenco per il miglior romanzo poliziesco. Magari tutti i libri gialli avessero questo livello! Dopo averlo letto ho cercato altri libri di questo autore, che non conoscevo, e ho trovato "Un cielo così sporco", altro giallo che giallo non è. Davvero splendidi romanzi.

  • User Icon

    Rigoberto M.

    21/07/2004 11:26:01

    È proprio così, alla fine ai politici la situazione sfugge sempre di mano. Un grande romanzo.

  • User Icon

    Francesca B.

    20/05/2004 16:05:53

    Chi uccise Gesù? E perché? Questo romanzo - che si può definire una "storia politica" del Cristo - offre risposte diverse da quelle tradizionali, basate su una lettura logica della storia che va a riempire i tanti punti oscuri dei Vangeli. "Il nostro agente in Giudea" si presenta con una struttura narrativa che è quasi di un thriller, ma presto si capisce che l'intenzione di base è assai più ambiziosa. In questo romanzo Franco Mimmi affronta il problema della relazione tra il potere politico e la religione, di come il primo abbia sempre fatto della seconda un instrumentum regni, e per farlo si riferisce a quel momento di duemila anni fa che vide nascere il mondo in cui ancora viviamo: gli anni della predicazione di Gesù Cristo. Quale fu, in quegli anni, la relazione tra politica e religione? Ce lo raccontano, ovviamente, i vangeli, ma evidentemente l'autore di questo romanzo ritiene che il loro racconto, da questo punto di vista, manchi di logica. I vangeli dicono che i sacerdoti giudei e i conquistatori romani vollero la morte di Gesù, ma perché l'avrebbero desiderata? Quel galileo offriva l'altra guancia, prometteva giustizia ma nell'altro mondo, ammetteva la differenza tra ciò che spettava a Dio e ciò che spettava a Cesare, predicava la pace e, meglio ancora, la rassegnazione in questa vita. Insomma, predicava ciò che i governi e i poteri economici desiderano di più, in casa loro o nelle loro colonie: una stabilità derivante dalla acquiescenza del popolo, da istanze sociali minime. Conclusione: dal punto di vista del potere costituito, che Caifa volesse la morte di Gesù e che Pilato lo accontentasse non ha alcun senso logico. Anzi, logico sarebbe stato il contrario, e proprio su questa ipotesi del contrario - un complotto del potere politico, del potere religioso e del potere economico per trarre vantaggio dalla predicazione di Cristo - si basa il romanzo, che viene così a dare una risposta - romanzesca, ma del tutto logica e storicamente verosimile - a due domande millenarie: Chi ha ucciso Gesù? Perché è

  • User Icon

    Tonino P.

    20/05/2004 11:06:39

    Davvero un libro splendido. E aggiungo: finalmente, con quello che si vede in giro.

  • User Icon

    Giancarla

    10/05/2004 18:27:22

    E' con grande piacere che ho visto riapparire in liberia questo romanzo, certo uno dei migliori che io abbia letto negli ultimi anni. All'originalità della tesi - Gesù come strumento politico - si accompagna una letteraria è altissima.

Vedi tutte le 19 recensioni cliente
Note legali