Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Notre-Dame de Paris - Victor Hugo,Sergio Panattoni - ebook

Notre-Dame de Paris

Victor Hugo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Sergio Panattoni
Editore: Garzanti
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,44 MB
Pagine della versione a stampa: XX-548 p.
  • EAN: 9788811137917
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Monumentale epopea ambientata nel xv secolo, sorta di meditazione sulla vanità delle ideologie di compensazione e disperata inquisizione sul senso e sui limiti dei legami affettivi, Notre-Dame de Paris è un vero romanzo “gotico”. Protagonista principale è Parigi, col suo intreccio misterioso di vicoli, popolata di diseredati, di folli, di spiriti tormentati, e soprattutto la cattedrale di Notre-Dame, con i mostri occhieggianti dai cornicioni, le masse d’ombra, le tortili colonne, le guglie protese: molto più che un semplice sfondo per le passioni irrazionali e il clima intensamente lirico che percorrono l’opera.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 6
5
4
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    angelo

    09/08/2018 13:59:07

    Ingredienti: la Parigi del 1482 descritta attraverso tutti i suoi strati sociali, la regina delle cattedrali come sfondo di avventure e colpi di scena, una zingara trovatella odiata e amata da molti, gli intrighi di quattro uomini (un letterato-filosofo, un prete-alchimista, un campanaro-deforme e un capitano d’armi) per far breccia nel suo cuore. Consigliato: a chi adora la storia, l’arte e l’urbanistica della capitale francese, a chi vuole scoprire un classico romanzo storico nato per “fatalità”.

  • User Icon

    Giulia

    17/04/2012 11:09:19

    Perfetto! Ci penso ancora adesso a distanza di qualche anno. Amore e tragedia legati indissoubilmente..Da leggere!!

  • User Icon

    Giesse

    13/12/2011 18:57:41

    Personaggi fantastici, stile magistrale, da uno a dieci sarebbe 8,5 ma avendo cinque stelline a mia disposizione voto per eccesso. Non a livello de I miserabili ma ottimo.

  • User Icon

    Luigi Murtas

    08/02/2011 16:33:25

    L'indiscusso genio letterario di Hugo non può far tacere che la lettura di questo libro è piuttosto inquietante per la totale assenza della rappresentazione del bene e di personaggi anche solo minimamente positivi sul piano etico. A meno che l'intento non fosse proprio quello di raffigurare la terribile consequenzialità del male e la tragica possibilità dello scacco esistenziale definitivo, così ben descritta nell'epilogo della vicenda di Claude Frollo.

  • User Icon

    neuromancer

    22/05/2005 17:36:44

    Romanzo straordinario !! Hugo possiede un humor incredibile. Non so ma, Quasimodo mi sembra un antico Novecento (protagonista dell'omonimo romanzo di Baricco): ambedue prigionieri obbligati del loro piccolo mondo (la cattedrale - la nave)e tuttavia liberi solo all'interno di esso....

  • User Icon

    Renata89

    24/03/2005 10:42:57

    Assolutamente intrigante,passionale:stupendo.Assolutamente poco sobrio il personaggio di Frollo,il prete.Eccezionale quello di Grengoir

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Victor Hugo Cover

    Victor Marie Hugo: poeta, romanzie e drammaturgo francese. Figlio di un generale napoleonico, visse da ragazzo in Italia e in Spagna, dove suo padre era stato inviato al seguito di Giuseppe Bonaparte. Dal 1815 al '18, dopo la destituzione del generale Hugo ad opera della Restaurazione e la separazione dei suoi genitori, Victor rimase nel Convitto Cordier da cui uscì fermamente deciso a dedicarsi alla letteratura. Sotto l'influenza delle teorie monarchiche e conservatrici di Chateaubriand e di Lamennais, fondò insieme al fratello Abel Il Conservatore letterario - Le Conservateur littéraire (1819-1821). Nel 1822 pubblicò una prima raccolta di "Odi e poesie varie" (Odes et poésies diverses).La morte della madre fece venir meno il veto al matrimonio con... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali