La novella degli scacchi - Stefan Zweig - copertina

La novella degli scacchi

Stefan Zweig

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: S. Martini Vigezzi
Editore: Garzanti
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 maggio 2014
Pagine: 107 p., Brossura
  • EAN: 9788811810582
Salvato in 116 liste dei desideri

€ 8,08

€ 8,50
(-5%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La novella degli scacchi

Stefan Zweig

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La novella degli scacchi

Stefan Zweig

€ 8,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La novella degli scacchi

Stefan Zweig

€ 8,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 8,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Stefan Zweig scrisse "Novella degli scacchi" nel 1941, pochi mesi prima di suicidarsi, insieme con la seconda moglie, nella città brasiliana di Petropolis, il 22 febbraio 1942. La notizia della sua morte fu soffocata da quelle provenienti dai fronti di guerra e così anche la sua ultima, disperata protesta, non fu che un flebile grido, quasi inudibile nel frastuono di quegli anni. Nella "Novella degli scacchi" lo stato d'animo di abbandono, di infinita stanchezza, di rinuncia alla lotta, è prefigurato nella sconfitta di colui che rappresenta la sensibilità, l'intelligenza, la cultura per opera di un semianalfabeta, ottuso uomo-robot. E, a rendere ancora più crudele la disfatta dello spirito, Zweig scelse come terreno dello scontro una scacchiera. Prefazione di Daniele Del Giudice.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,67
di 5
Totale 12
5
9
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ST360

    22/06/2020 20:17:03

    Geniale! Mi è stato consigliato da due miei carissimi amici e il loro consiglio non è stato disatteso. Il libro è avvincente come un thriller. Un must!

  • User Icon

    Tulse Luper

    23/03/2020 15:23:35

    Un consiglio per una lettura bruciante in questi tempi di "peste", adeguatamente utile nel suo spingerci alla lucidità (che deve rinascere dalla disperazione) di fronte all'angosciosa incomprensibilità del momento storico (di Zweig e nostro). Un Autore "minore" frutto anch'egli del più fertile e cruciale periodo artistico del secolo scorso, almeno per me (la Vienna a cavallo tra gli anni 80 dell'Ottocento e l'inizio della prima guerra mondiale). Un racconto interessante anche solo per chi si intende di scacchi (ed io non sono tra questi) Interessantissima ed illuminante è anche, una volta tanto, la prefazione di tale Daniele Del Giudice

  • User Icon

    AdrianaT.

    04/01/2020 07:53:11

    E che gli vuoi dire?... La Perfezione!

  • User Icon

    serafini lino pasqualino

    02/01/2020 17:12:09

    altro bellissimo racconto di Zweig

  • User Icon

    Carla

    01/04/2019 06:53:56

    Come tutti gli scritti di Zweig, la lettura è molto scorrevole e stavolta trasporta il lettore nella seconda guerra mondiale. Si parla del singolare metodo di tortura cui va incontro il protagonista, una tortura totalmente mentale, non fisica che porta il protagonista alla ricerca disperata di una via di fuga dalla pazzia.

  • User Icon

    Alessandro

    07/03/2019 15:29:47

    il narratore parte dal principio, la narrazione procede fluida con l'arresto e i primi tempi di prigionia che ha dovuto subire, e senza che il lettore se ne accorga viene introdotto l'avvento per la passione degli scacchi, ne viene raccontato l'evolversi con un crescendo così perfetto che leggendo ci si sente pienamente partecipi dello sfociare della passione in ossessione. Dopo aver vissuto anche lui quest'esperienza, il lettore non può quindi rimanere indifferente alla partita finale, in cui i due grandi giocatori coprotagonisti si confrontano un’ultima, definitiva volta, dando prova entrambi del carattere ben definito, della personalità che Zweig è riuscito abilmente a tratteggiare nelle 100 pagine precedenti.

  • User Icon

    Ilaria

    23/09/2018 08:15:29

    n questo libro Zweig rappresenta l'eterna lotta tra la grazia, rappresentata dal raffinato Dottor B., e la volgarità del russo Czentovic, consumata tra le pedine di una scacchiera nel mezzo dell'oceano con direzione Buenos Aires. Lo Czentovic del libro è un contadinotto taciturno, incapace di scrivere una frase senza errori di ortografia, di un'ignoranza parimenti universale in tutti i campi escluso il gioco degli scacchi. Quest'uomo, forte del suo talento e posseduto da una sorta di senso di rivalza classista di "umile" contadino contro un personaggio di spicco dell'alta società, si mette in testa di sfidare il Dottor B. esule politico, perseguitato dalla Gestapo, un uomo sconfitto in partenza. In questo libro è possibile ripercorrere la stessa esistenza di Zweig esule perchè impossibilitato a sopportare le nascenti barbarie naziste, costretto lontano dall'Europa, che pur amava spassionatamente.

  • User Icon

    nihil

    21/01/2016 15:04:14

    Un piccolo gioiello con un pathos non indifferente! La trama inizia con un ragazzo prodiglio negli scacchi, e prosegue mettendo a fuoco la storia dell'avversario del ragazzo. La descrizione perfetta di una paranoia degli scacchi volta a salvare la vita del protagonista è notevole e pochi avrebberi saputo renderla cosi realistica. Vi si legge anche qualcosa che riguarda da vicinissimo l'autore.

  • User Icon

    Vale

    10/02/2015 17:42:32

    Splendido! Praticamente perfetto.

  • User Icon

    jane

    06/11/2014 18:17:27

    È l'ultimo breve racconto di Zweig prima del suicidio, ben strutturato e finemente cesellato come sempre. Una metafora sul tramonto dei valori spirituali e culturali del "mondo di ieri" con il trionfo dei nazisti e l'avvento di nuovi soggetti sociali. Delle partite raccontate da Zweig, la più coinvolgente è senza dubbio quella che ricostruisce in flashback, come in una summa, le 150 partite che il dott.B. ha giocato con se stesso per non soccombere al vuoto in cui la Gestapo lo ha segregato. Interessante l' introduzione di Del Giudice : mi avrebbe fatto piacere sapere dove Gadda ha espresso un giudizio così acido ma così divertente su Zweig.

  • User Icon

    spaggio

    24/10/2014 14:10:55

    Scoperto Zweig di recente, con già alcune letture nel carniere, anche questa porta a dire che i racconti di Zweig non deludono mai e sono (opzione futura) tutti da leggere.

  • User Icon

    Lina

    31/07/2014 01:05:10

    un racconto perfetto, dalla tensione narrativa costante e un finale che non tradisce.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Stefan Zweig Cover

    Nato il 28 novembre 1881 a Vienna, Zweig era figlio di un ricco industriale ebreo e per questo potè studiare con tutta libertà, seguendo i suoi gusti che lo portavano a interessarsi di letteratura, filosofia e storia.L'atmosfera cosmopolita della Vienna imperiale favorisce la sua curiosità del mondo, che si trasforma in una sorta di bulimia culturale. Come letterato esordisce con poemi in cui si percepisce l'influenza di Hofmannsthal e Rilke, di cui parla nella sua autobiografia Il mondo di ieri (Die Welt von gestern, 1942). Per Stefan Zweig "la letteratura non è la vita", ma "un mezzo di esaltazione della vita, un modo di cogliere il dramma in maniera più chiara e intelleggibile". La sua ambizione è dunque "dare alla mia esistenza l'ampiezza, la pienezza,... Approfondisci
Note legali