Categorie

Giampietro Stocco

Editore: Bietti
Anno edizione: 2010
Pagine: 400 p. , Brossura
  • EAN: 9788882482305
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gian Filippo Pizzo

    21/02/2011 12.17.59

    Fantastoria, o più propriamente ucronia è Nuovo Mondo di Giampietro Stocco (Bietti, 379 p. , ? 20), perché il 12 ottobre 1492 Cristoforo Colombo non sbarca in America: arriva, sì, nelle Indie Occidentali, ma la Pinta viene attaccata e affondata da un drakkar scandinavo! Dunque il Nuovo Mondo è già stato scoperto, è vera la leggenda di Erik il Vichingo? Colombo è costretto a tornare in Spagna ma riesce a farsi affidare una nuova spedizione, e stavolta al posto di una caravella avrà un galeone ben armato, il Buena Esperanza, e anche la compagnia di un grande scienziato (che in realtà ha il compito di sorvegliarlo, oltre che di essergli d'aiuto), niente di meno che Leonardo da Vinci. Dopo le prime pagine non si può fare a meno di appassionarsi alla vicenda, anche perché Stocco con questo romanzo (il suo quinto) dimostra di avere raggiunto la maturità narrativa: il suo stile è scorrevole, la descrizione dei luoghi e la caratterizzazione dei personaggi ottimamente delineate, insomma la lettura è estremamente piacevole. Si notano anche una grande attenzione alla documentazione (sia quella ufficiale che le numerose leggende che si conoscono attorno alla figura di Colombo e alla scoperta dell'America) e una buona rappresentazione della storia europea del periodo, per cui sembra di leggere un romanzo storico o una biografia romanzata più che un'opera di pura immaginazione. Questo è più visibile nella seconda parte del libro, quando ? dopo varie avventure vissute nella Nuova Canaan, come viene inizialmente chiamato il continente scoperto ? Colombo torna in Spagna e viene processato come traditore (ma non diciamo il perché lasciando al lettore il piacere di scoprirlo), mentre contemporaneamente le gradi potenze dell'epoca varano un nuovo assetto politico che sembra molto logico sia alla luce delle vicende immaginarie narrate sia a quella della realtà storica. Insomma, da questo punto di vista un esempio perfetto di u-cronia.

Scrivi una recensione